Non solo l'Area 51: ora c'è chi vuole invadere il Triangolo delle Bermude

Autore: Marcello Paolillo ,
Copertina di Non solo l'Area 51: ora c'è chi vuole invadere il Triangolo delle Bermude

Nelle ultime settimane sta spopolando su Facebook l'evento chiamato 'Storm Area 51' creato dall'australiano Jackson Barnes, il quale promette di radunare oltre 1 milione di persone per invadere letteralmente la base segreta americana sita nel deserto del Nevada e al cui interno - secondo le teorie complottiste - dovrebbero trovarsi i resti dello schianto dell'UFO avvenuto a Roswell nel 1947.

Ad oggi, 18 luglio, i presunti partecipanti all'evento organizzato sul social network sono ben 1,6 milioni (e il numero è sicuramente destinato a salire vertiginosamente).

Advertisement

A quanto pare, però, qualcuno sta già pensando al prossimo mistero da svelare grazie a un 'assalto di massa' e questa volta riguarda un altro, grande mistero da sempre fonte di racconti, storie e dicerie di ogni genere: il Triangolo delle Bermude.

Quest'ultimo, per chi non lo sapesse, è una zona dell'Oceano Atlantico settentrionale che ha la forma di un triangolo, compreso tra l'arcipelago delle Bermude, Puerto Rico e la Florida. Nel corso degli anni, specie durante i primi del '900, diverse navi e aerei sarebbero comparsi senza lasciare traccia, alimentando il mistero dietro a quella particolare zona di mare.

Advertisement

Secondo alcuni scienziati la ragione dei naufragi e della sparizione degli aerei andrebbe ricercata in un evento atmosferico conosciuto come 'rogue waves', ossia onde giganti dell'altezza di 30 metri e in grado quindi di colpire imbarcazioni e velivoli.

Ribattezzato anche 'Triangolo maledetto' e 'Triangolo del Diavolo', il luogo è ora protagonista di un nuovo evento Facebook, simile in tutto e per tutto a quello dedicato all'invasione dell'Area 51. Chiamato 'Storm The Bermuda Triangle, It Can't Swallow All Of Us' (tradotto come 'Non ci può inghiottire tutti'), questi è infatti organizzato da tale Anthony Dominick Carnovale e vede al momento 'solo' 18mila partecipanti.

Il rendez-vous è in ogni caso previsto il 1° ottobre 2019 alle ore 8 del mattino, nonostante la cosa stia assumendo più i connotati di un vero e proprio party in spiaggia piuttosto che un evento in grado di svelare il mistero dietro al Triangolo. Si ha infatti l'obiettivo 'di unire musica dal vivo, cibo e intrattenimento', tanto che i camerieri dovranno vestirsi come personaggi della serie animata di Spongebob o come veri e propri pirati.

Carnovale ha inoltre precisato che se 25mila persone doneranno almeno 3 dollari per l'evento (nella pagina di GoFundMe), il tutto avverrà senza problemi organizzativi (tanto che le barche e l'attrezzatura subacquea sono garantite, a differenza di fumo, birra e whisky). Insomma, a differenza dell'invasione della base del Nevada, qui ci sono i presupposti per un Coachella Festival 'alla buona', organizzato via social.

Resta solo da vedere se Carnovale riuscirà davvero a ottenere tutti i permessi necessari per mettere in piedi questo 'party in spiaggia' realmente particolare, alle spalle del lembo di mare più misterioso di sempre. 

Advertisement
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Tensione alle stelle tra Eva Green e Vincent Cassel nel trailer di Liaison [GUARDA]

Liaison è la serie Apple Tv+ che sarà disponibile dal 24 febbraio: una storia di spionaggio con protagonisti Vincent Cassel e Eva Green
Autore: Erika Giacira ,
Tensione alle stelle tra Eva Green e Vincent Cassel nel trailer di Liaison [GUARDA]

Si apre sullo sfondo della Torre Eiffel il trailer di Liaison, la serie Apple Original con Vincent Cassel e Eva Green che debutterà il 24 febbraio su Apple TV+ con il primo episodio. I successivi cinque episodi, per un totale di 6 puntate, andranno in onda ogni venerdì sul servizio di streaming targato Apple. 

Sto cercando altri articoli per te...