Nuova data d'uscita per Dune di Denis Villeneuve, spazio a Elvis

Autore: Alessandro Zoppo ,

Warner Bros. ha posticipato di un mese l'uscita nelle sale statunitensi di Dune, il film di Denis Villeneuve che riporta sul grande schermo il celebre romanzo di Frank Herbert. Come reso noto da Deadline, il film – previsto inizialmente per il 20 novembre 2020 – è stato spostato di un mese: la nuova data d'arrivo al cinema è ora fissata al 18 dicembre 2020.

Con lo spostamento di Dune, Warner Bros. ha deciso di posticipare dal 20 novembre 2020 al 21 ottobre 2021 l'atteso biopic (ancora senza titolo) di Baz Luhrmann dedicato a Elvis Presley, che sarà interpretato da Austin Butler. Il giovane attore, noto soprattutto per il ruolo di Wil Ohmsford nella serie TV The Shannara Chronicles e come fidanzato di Vanessa Hudgens, sarà il Re del Rock'n'Roll accanto a Tom Hanks, che indosserà i panni del suo enigmatico manager, il Colonnello Tom Parker.

Advertisement

Complice questa variazione, Dune si "scontrerà" con il remake di West Side Story diretto da Steven Spielberg, il film di Uncharted con Tom Holland e la commedia Coming 2 America, il sequel del cult movie Il principe cerca moglie con Eddie Murphy e Arsenio Hall.

Reduce dalla mastondontica impresa di Blade Runner 2049, Denis Villeneuve ha avviato le riprese di Dune nel marzo 2019 tra l'Ungheria e la Giordania. L'adattamento del bestseller scritto da Frank Herbert nel 1965 è stato curato da Eric Roth. Lo sceneggiatore Premio Oscar di Forrest Gump (oltre che di, tra gli altri, A Star Is Born, Il curioso caso di Benjamin Button e Insider - Dietro la verità) firma lo script con Villeneuve e Jon Spaihts, al quale si devono i copioni di film decisamente meno riusciti come La mummia e Passengers.

Il cast del film è davvero ricco e include Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Oscar Isaac, Josh Brolin, Stellan Skarsgård, Dave Bautista, Zendaya, David Dastmalchian, Stephen Henderson, Charlotte Rampling, Jason Momoa e Javier Bardem.

Il team creativo comprende invece il direttore della fotografia Greig Fraser (alla sua prima collaborazione con Villeneuve), il supervisore agli effetti visivi Paul Lambert e il Premio Oscar per gli effetti speciali Gerd Nefzer, il compositore Hans Zimmer, il montatore Joe Walker, la costumista Jacqueline West, la scenografa Patrice Vermette e lo stunt coordinator Tom Struthers.

Advertisement

Villeneuve ha citato Ingmar Bergman e Steven Spielberg come sue influenze, senza ovviamente dimenticare l'originale già portato sullo schermo da David Lynch nel 1984. "Visivamente – ha raccontato il regista canadese in un'intervista concessa a Vanity Fair – il film di David Lynch è magistrale, il design è davvero geniale. Ma su questo film mi sento del tutto libero, mentre su Blade Runner non lo ero".

"Quando ho fatto Prisoners e Blade Runner 2049 – ha aggiunto Villeneuve – ho firmato la regia di una sceneggiatura. Non potevo aggiungere elefanti rosa o altro. Di certo sono comunque miei film, considero Blade Runner 2049 vicino a me almeno quanto La donna che canta. Ma nel caso di Dune sto lavorando in prima persona alla sceneggiatura. Magari tra sei mesi mi ritroverò disoccupato, se non dovesse piacere quello che sto scrivendo".

Advertisement

Villeneuve culla l'idea di riportare Dune sul grande schermo da moltissimi anni. L'avventura epica e fantastica di Paul Atreides, che viaggia verso il pianeta più pericoloso dell'universo per assicurare un futuro alla sua famiglia e alla sua gente, lo affascina sin da quando realizzava i film a basso a budget degli esordi.

"È una storia che è rimasta con me per molto tempo – ha rivelato in un'intervista a IndieWire – e ancora riecheggia in molte cose. È un ritratto molto accurato della società di oggi, con le intricate relazioni tra religione e potere e per come i personaggi devono affrontare il loro passato genetico. Amo profondamente questa storia, è davvero potente e il fatto che ancora oggi mi dica delle cose vale il rischio di affrontare la trasposizione".

L'attesa per ammirare il risultato dovrà durare ancora più di anno: Dune arriverà nelle sale americane il 18 dicembre 2020, rigorosamente in IMAX.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

La torta di The Last of Us che non mangereste mai [FOTO]

Guarda l'impressionante video in cui è stata realizzata un'insolita creazione ispirata alle particolari creature presenti nel mondo di The Last of Us.
Autore: Francesca Musolino ,
La torta di The Last of Us che non mangereste mai [FOTO]

Tratta dall'omonimo videogioco di Naughty Dog, la serie TV The Last of Us ha ottenuto un grande successo già dopo l'uscita del primo episodio. In onda su Sky e in streaming su NOW TV, la serie TV The Last of Us è diventata un fenomeno virale in ogni settore. E a quanto pare anche nel mondo della cucina.

Come si può vedere nel seguente tweet infatti, il pasticcere Ben Cullen ha realizzato una torta ispirata proprio a The Last of Us, in cui ha rappresentato un Clicker. Ovvero una delle terrificanti creature infette presenti sia nella serie TV che nel videogioco di The Last of Us.

Sto cercando altri articoli per te...