Oscar 2020: Renée Zellweger vince il suo secondo Oscar e onora Judy Garland [VIDEO]

Autore: Rina Zamarra ,

Renée Zellweger è salita sul palco nel suo elegante abito bianco per ritirare l’Oscar come migliore attrice protagonista del film Judy e ha ricordato Judy Garland nel suo discorso di accettazione. 

L’attrice ha fatto un lungo elenco di personaggi capaci di ispirare l’umanità, da Bob Dylan a Martin Scorsese, da Neil Armstrong all’astronauta Sally Ride passando per Harriet Tubman, attivista per i diritti degli afroamericani. 

Advertisement

Ebbene secondo Renée, Judy Garland entra di diritto nell’elenco. L’attrice ha affermato: 

Ai suoi tempi, Judy Garland non ha ricevuto questo onore. Sono certa che questo momento rientra nella celebrazione della sua eredità, iniziata già sul set del film, e sono certa che questo momento rappresenta anche l’eccezionalità della sua eredità, della sua capacità di essere inclusiva e generosa di spirito, qualità che trascendono qualsiasi realizzazione artistica. Judy Garland è sicuramente tra gli eroi che contribuiscono a unirci e a definirci come esseri umani. Questo è per te [Judy]. 

In effetti, Judy Garland ottenne un riconoscimento dall’Academy nel 1940 per la sua interpretazione nel film Il mago di Oz, dopodiché non ha mai vinto una statuetta. Ricevette solo due nomination nel 1955 per il film È nata una stella e nel 1962 per Vincitori e vinti. 

Per Renée Zellweger, invece, si tratta del secondo Oscar. Nel 2004 l’attrice si è portata a casa la statuetta come migliore attrice non protagonista per il film Cold Mountain. 

Advertisement

La sua vittoria nella serata del 9 febbraio 2020, non è stata comunque una sorpresa. L’attrice era data tra le favorite, dopo la vittoria ai BAFTA, ai Golden Globe, ai Critics’ Choice Awards e agli Screen Actors Guild Awards. Insomma la sua interpretazione in Judy ha convinto tutti, tranne forse i familiari della Garland. Le due figlie, Liza Minnelli e Lorna Luft, hanno dichiarato che non sono intenzionate a vedere il film. 

In risposta alle loro dichiarazioni, Renée Zellweger ha sottolineato che il film è un tributo alla madre realizzato con uno sguardo sincero sugli ultimi anni della sua vita: 


… tutti sul set erano motivati dal loro amore per lei [ Judy Garland] e dal loro apprezzamento per il suo lavoro… Volevamo solo fare del nostro meglio per lei. 

Chissà se dopo l’Oscar, cambierà qualcosa per Liza Minnelli e Lorna Luft!

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Netflix licenzia altre 300 persone (ma continua a investire)

Altre 300 persone hanno perso il lavoro a causa della crisi Netflix, che comunque continua a investire su prodotti originali.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Netflix licenzia altre 300 persone (ma continua a investire)

È la stessa azienda ad annunciarlo. Netflix ha purtroppo licenziato altri 300 dipendenti, dopo averne "mandati a casa" 150 il mese scorso. Si tratta di un nuovo taglio del personale pari al 3% della forza lavoro dell'azienda che conta circa 11 mila dipendenti.

La dichiarazione di un portavoce di Netflix ha fatto sapere che:

Sto cercando altri articoli per te...