Overwatch: in Brasile nasce il culto religioso ispirato al videogame

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di Overwatch: in Brasile nasce il culto religioso ispirato al videogame

Di stranezze legate al mondo dei videogiochi ne abbiamo viste e sentite tante.

Ci sono gli otaku giapponesi pronti a sposare le idol dagli occhioni dolci e brillanti dei loro titoli preferiti, o ad esempio talentuosi cosplayer disposti a volare fino a Chernobyl per portare in vita le ambientazioni post-apocalittiche di The Last of Us. O ancora l'impensabile incontro tra Super Mario Odyssey e Dark Souls.

Advertisement

Curiosità geek che oggi vengono di gran lunga superate da Mateus Mognon, un grandissimo fan brasiliano di Overwatch, lo sparatutto multiplayer di casa Blizzard disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC, che di recente ha spento la sua prima candelina. Il giocatore ha infatti deciso di fondare un'istituzione religiosa dedicata ad uno degli eroi principali del videogame, Hanzo.

Attenzione però, l'iniziativa di Mateus non ha alcun legame con la fede, ma punta a dimostrare come nella terra verde-oro sia estremamente facile creare e far approvare dalle istituzioni un nuovo rito religioso. Culti che, esenti dal pagamento di tasse, possono essere istituiti da chiunque senza problemi di sorta. Sono bastati un indirizzo di riferimento, i nominativi di cinque persone legate al ''credo'', la firma di un legale e uno statuto scritto.

GameReactor
In Brasile nasce il culto di Hanzo
La certificazione che attesa la nascita del culto di Hanzo in Brasile

Da qui, l'approvazione di un notaio ha dato il via all'immunità fiscale e consacrato la nascita del culto di Hanzo.

Advertisement

Nella Chiesa di Hanzo vanno rispettate alcune basilari regole. La prima proibisce l'utilizzo della parola "Hanzo Main", mentre la seconda permette ai credenti di prendersi il martedì libero per dedicarsi alla preghiera - o magari a qualche frenetica sparatoria nelle arene di Overwatch?

Overwatch per PC, PS4 e Xbox One

Overwatch, chi è Hanzo?

Ma chi è Hanzo? E perché è riuscito a conquistare il cuore di Mateus Mogon tanto da spingerlo a fondare un credo a lui dedicato?

Advertisement

In seguito alla morte del padre, gli anziani del clan assegnarono ad Hanzo una difficile missione, completata la quale egli sarebbe potuto diventare il nuovo capo della famiglia Shimada.

Avrebbe dovuto riportare suo fratello all'interno dell'impero criminale del clan. Quando quest'ultimo si rifiutò, Hanzo fu costretto ad ucciderlo, ma il pentimento ed il rimorso per la terribile decisione che dovette prendere convinsero il giovane guerriero ad esiliarsi per espiare i suoi peccati, rinunciando così all'eredità del padre.

Hanzo, come gli altri suoi ''colleghi'' in Overwatch, vanta tutta una serie di abilità peculiari. Tra queste, abbiamo Arco della Tempesta, Freccia Sonica e Freccia Infida, più l'abilità definitiva Assalto del Drago, con cui evoca lo spirito di un drago che avanza in linea retta attraversando i muri e colpendo tutti i nemici sul suo percorso, infliggendo pesanti danni.

Assassino e arciere senza eguali, Hanzo ha deciso di percorrere un difficile sentiero verso la redenzione; nulla che lo spirito di un drago non possa risolvere!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

House of the Dragon, perché un personaggio non muore rispetto ai libri?

Leggi per sapere le differenze tra i libri di George R.R. Martin e la serie TV House of the Dragon, sulla storia di alcuni dei personaggi principali.
Autore: Francesca Musolino ,
House of the Dragon, perché un personaggio non muore rispetto ai libri?

Nella serie TV House of the Dragon ogni episodio è ricco di colpi di scena che ribaltano di continuo la trama. Soprattutto per via dei numerosi salti temporali che portano la storia avanti con un ritmo incalzante, che mette gli spettatori davanti a più fatti compiuti insieme nell'arco di poco tempo.

Per chi ha letto i romanzi di George R.R. Martin da cui la serie è tratta, la maggior parte degli eventi sono prevedibili perché vengono riportati fedelmente sullo schermo. Tuttavia quando invece ciò non sempre avviene, l'effetto sorpresa è garantito anche per i lettori. Nel sesto episodio di House of the Dragon, c'è stata la dipartita di alcuni personaggi che ha avuto delle differenze rispetto ai libri, come è possibile leggere nel nostro articolo House of the Dragon, cosa succede nell'episodio 6

Sto cercando altri articoli per te...