Parasite torna nelle sale italiane a febbraio, fresco di nomination agli Oscar 2020

Autore: Giacinta Carnevale ,
Copertina di Parasite torna nelle sale italiane a febbraio, fresco di nomination agli Oscar 2020

Dopo aver conquistato la Palma d'Oro a Cannes e il Golden Globe come miglior film straniero, Parasite è stato candidato ai ben sei premi Oscar diventando così la prima pellicola sudcoreana ad essere stata selezionata dai membri dell'Academy.

Il film diretto dal regista Bong Joon-ho ha ricevuto le nomination come Miglior film, Miglior regia, Miglior sceneggiatura originale, Miglior Montaggio, Miglior scenografia e Miglior film straniero. In occasione della cerimonia di consegna degli Oscar, Academy Two in collaborazione con Lucky Red ha deciso di riproporre Parasite nelle sale cinematografiche italiane. 

Advertisement

Dopo essere uscita per la prima volta in Italia lo scorso 7 novembre, la pellicola sudcoreana tornerà quindi in tutti i cinema il prossimo 6 febbraio 2020. Parasite è stato anche eletto come Film dell'anno dal Sindacato nazionale critici cinematografici italiani ed ha ricevuto ben 4 candidature ai British Academy Film Awards (BAFTA).

Advertisement

Ma le notizie non finiscono qui. A partire dal 20 febbraio debutterà nelle sale italiane il primo capolavoro di Bong Joon-ho intitolato Memorie di un assassino - Memories of Murder. Si tratta di un thriller molto avvincente, ancora inedito nel nostro paese, ispirato a una storia vera e ambientato in un piccolo villaggio dove, nel 1986, viene trovata una giovane donna brutalmente assassinata.

A distanza di due mesi dal ritrovamento, un altro omicidio simile cattura l'attenzione dell'opinione pubblica e l'ipotesi di un possibile serial killer fa sprofondare nel terrore l'intera regione. Due poliziotti locali, poco preparati e inclini alla violenza, iniziano così ad indagare con mezzi poco ortodossi sui crimini. Ad aiutarli arriverà da Seul, un altro detective, convinto di poter risolvere finalmente il caso. Ma farà una serie errori seguendo false piste e finirà negli abissi di un'indagine che sembra non avere una soluzione. 

Parasite Parasite Tutta la famiglia di Ki-taek è senza lavoro. Ki-taek è particolarmente interessata allo stile di vita della ricchissima famiglia Park. Un giorno, suo figlio riesce a farsi assumere dai Park ... Apri scheda

Insomma se vi siete persi il film pluricandidato agli Oscar 2020 Parasite, potrete recuperarlo nei cinema italiani a partire da giovedì 6 febbraio. Inoltre presto la pellicola di Bong Joon-ho potrebbe presto diventare una miniserie televisiva per HBO. 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Parasite, se hai amato il film premio Oscar ora puoi anche leggerlo: lo storyboard del film è disponibile in italiano

La Nave di Teseo ha pubblicato l'edizione italiana dello storyboard creato, disegnato e commentato dal regista Bong Joon-ho; il punto di partenza nella creazione del film premio Oscar Parasite.
Autore: Elisa Giudici ,
Parasite, se hai amato il film premio Oscar ora puoi anche leggerlo: lo storyboard del film è disponibile in italiano

Come è nato Parasite, il film coreano capace di vincere la statuetta di miglior film agli Oscar 2020, segnando una vittoria storica per il cinema "straniero" e asiatico? La risposta è contenuta in un elegante volume dalla copertina argentata appena pubblicato dalla casa editrice La Nave di Teseo. S'intitola Parasite ed è molto di più di un semplice omaggio al film, con contenuti extra ed illustrazioni dedicate. Per spiegare esattamente cosa troverete in questo volume bisogna però approfondire un po' il modus operandi del regista coreano di Memorie di un assassino e Okja. 

Se infatti quasi tutti i film vengono girati a partire da un copione, ovvero dalla versione scritta dei dialoghi dei film divisi per scene, contenente anche la descrizione degli ambienti e talvolta qualche notazione di regia, non è così comune imbattersi in un regista metodico e pianificatore come Bong Joon-ho. Il suo modo di scrivere e pianificare un film ricorda molto quello del collega inglese Alfred Hitchcock, che soleva dire: "la parte più noiosa di un film è girarlo". Hitchcock infatti (omaggiato con un piccolo easter egg proprio in Parasite) era solito pianificare ogni singola scena con una tale livello di dettaglio - scegliendo già dove posizionare la cinepresa e come muoverla - da rendere il set una mera messa in pratica del piano iniziale.

Sto cercando altri articoli per te...