Perché Palpatine ha creato il Leader Supremo Snoke?

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Copertina di Perché Palpatine ha creato il Leader Supremo Snoke?

Il Leader Supremo Snoke è apparso per la prima volta nel 2015 nel film #Star Wars: Il risveglio della Forza. La sua natura e la sua identità sono sempre state tenute segrete e, ovviamente, sono state motivo di discussione tra i fan.

Fin dall'uscita del primo lungometraggio della trilogia più recente di Guerre Stellari, i fan hanno ipotizzato che Snoke potesse essere uno dei personaggi del passato della saga tornato con un nuovo volto. Alcuni hanno pensato a Gran Moff Tarkin, altri ancora addirittura a Darth Vader, mentre altri hanno associato Snoke al vecchio maestro di Palpatine Darth Plagueis. Nulla di tutto ciò si è rivelato essere vero.

Advertisement

Il film #Star Wars: L'ascesa di Skywalker ha mostrato il Leader Supremo del Primo Ordine come prodotto di una serie di esperimenti genetici effettuati da Darth Sidious aka Palpatine. Purtroppo il film diretto da J. J. Abrams non svela altro su Snoke e liquida il personaggio misterioso con una semplice frase di Palpatine rivolta a Ben Solo aka Kylo Ren dopo appena 4 minuti dall'inizio del film:

Ragazzo mio ho creato io Snoke. Ero io ogni voce che hai sentito nella tua mente.

L'affermazione dell'ex Imperatore è seguita da una immagine nella quale si vede una specie di vasca dove sono contenute delle copie (forse "scartate") di Snoke.

Lucasfilm
Le varie copie di Snoke su Exegol
La scena si svolge su Exegol

Tutto ciò non svela però il perché Palpatine abbia creato Snoke rendendolo Leader Supremo del Primo Ordine.

Prima di rispondere a questo enigma, ricordiamo che Snoke è stato l'artefice del passaggio al male di Ben Solo e che ha addestrato quest'ultimo nelle vie del Lato Oscuro della Forza. Nel film Star Wars: Gli ultimi Jedi, Kylo Ren uccide Snoke tagliandolo a metà con una spada laser.

Il libro ufficiale edito in inglese da DK dal titolo The Star Wars Book: Expand your knowledge of a galaxy far, far away offre, al contrario dei film, una panoramica completa su Snoke.

Advertisement

Un fan ha pubblicato online la pagina dedicata a Snoke appartenente al libro uscito a inizio ottobre 2020.

Nelle specifiche si può leggere che Snoke è stato creato su Exegol così come mostrato nel film.

Nel corpo della pagina si legge che Snoke era un essere senziente, e che forse non era a conoscenza della sua natura di esperimento genetico. Inoltre, è interessante notare il fatto che il Leader Supremo fosse dotato di libero arbitrio. Ciò probabilmente contrasta con l'idea di alcuni fan riguardante il fatto che Snoke fosse "solo" un guscio vuoto mosso dalla volontà di Palpatine.

Infine, ciò che risponde a una delle domande più interessanti dell'ultimo capitolo della saga degli Skywalker è scritto sotto la citazione a destra della pagina: attraverso Snoke, Sidious sarebbe riuscito a eludere la tradizione Sith secondo la quale un apprendista deve uccidere il suo maestro per affermarsi nel Lato Oscuro della Forza.

Advertisement

Prodotto Consigliato 22.05€ da Amazon 22.05€ da DK

Advertisement

La Regola dei Due e i dubbi sul piano di Palpatine

La Regola dei Due del Codice Sith prevede infatti che ci possano essere solo due Sith, e che questi debbano essere un maestro e un apprendista.

Nel caso della trilogia sequel, in teoria, Snoke era investito della nomina di maestro e Kylo Ren di quella di apprendista. L'uccisione di Snoke quindi avrebbe donato il rango di maestro a Kylo Ren per volere di Palpatine.

Quest'ultimo - al contrario di ciò che imponeva la Regola dei Due - sarebbe rimasto in vita e grazie al suo "nuovo Darth Vader" avrebbe governato ancora la Galassia!

Lucasfilm
Kylo Ren
Kylo Ren avrebbe dovuto essere il nuovo apprendista di Palpatine

In un passaggio del loro incontro a inizio film Kylo Ren chiede a Palpatine cosa ha da offrire affinché i due collaborino e Darth Sidious gli risponde "tutto", ovvero un nuovo Impero Galattico. Per farlo però, Palpatine ordina a Kylo di uccidere Rey, riferendosi a quella che di fatto è sua nipote.

Eppure nel finale di Episodio 9 sembrano esserci diverse contraddizioni.

Quando Palpatine incontra Rey le rivela di essere sua nipote e le dice chiaramente che non ha mai avuto intenzione di ucciderla. Inoltre le dice che sarà lei a prendere il trono e a governare la Galassia.

Uccidimi e il mio spirito passerà in te, come tutti i Sith che vivono in me. Tu sarai Imperatrice, saremo una cosa sola.

Per questo scopo Palpatine chiede esplicitamente a Rey di ucciderlo in modo che il suo spirito si impossessi di quello della ragazza. Quindi Palpatine e Rey avrebbero vissuto in un unico corpo.

Una diade nella Forza. Un potere grande quanto la vita stessa. Non visto da generazioni. E ora il potere di due ripristina l’unico vero Imperatore.

Quindi, al contrario di ciò che viene detto all'inizio di Episodio 9, l'ex Imperatore cerca di uccidere quello che inizialmente doveva essere il suo nuovo apprendista Kylo Ren.

Da ciò che sembra dal film, il malefico Darth Sidious potrebbe aver orchestrato un doppio gioco, ma i suoi comportamenti sembrano tradire anche questo: se Palpatine uccidesse Kylo Ren e Rey come governerebbe la Galassia da solo?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Star Wars e la parentela tra Rey e Obi-Wan: parla Daisy Ridley

L'interprete di Rey nell'ultima trilogia di Star Wars ha finalmente chiarito il 'mistero' dietro al presunto legame di parentela tra la protagonista e Obi-Wan Kenobi.
Autore: Marcello Paolillo ,
Star Wars e la parentela tra Rey e Obi-Wan: parla Daisy Ridley

La vera identità del personaggio di Rey, interpretato dall'attrice Daisy Ridley, è sempre stato uno dei temi più "caldi" tra i fan di Star Wars, specie poco prima che l'episodio finale della nuova trilogia - ossia Star Wars: L'Ascesa di Skywalker - uscisse nelle sale, a dicembre 2019.

I fan sono rimasti realmente sorpresi nello scoprire che nella pellicola diretta da J.J. Abrams Rey è in realtà la nipote dell'Imperatore Palpatine, dato per morto alla fine de Il Ritorno dello Jedi ma tornato in vita per un ultimo, grande attacco alla democrazia e alla libertà.Alla fine, uscita vittoriosa dallo scontro finale con Darth Sidious (che è però costato la vita a Kylo Ren/Ben Solo), la giovane cavaliere Jedi decide di ereditare il cognome Skywalker, proseguendo così la dinastia lasciata da Luke e Leia.

Ora, però, nel corso di una recente ospitata via streaming al Jimmy Kimmel Live! in compagnia del collega Josh Gad, Daisy Ridley ha svelato alcuni retroscena sulle origini di Rey.

Sto cercando altri articoli per te...