Ruth Wilson: set ostile e troppi nudi tra le cause dell'abbandono di The Affair

Autore: Rina Zamarra ,
Copertina di Ruth Wilson: set ostile e troppi nudi tra le cause dell'abbandono di The Affair

Se siete dei fan di #The Affair spiazzati dall’improvvisa fuoriuscita di Ruth Wilson, ora potete conoscerne le motivazioni. 

L’attrice ha avuto le sue ragioni per andare via dal set e nessuna di queste ha a che vedere con il personaggio di Alison. Ruth cioè non era stanca di vestire i panni della complessa cameriera di Montauk, alle prese con la morte di un figlio piccolo e con una serie di tragedie personali. 

Advertisement

Come sapete l’attrice ha abbandonato The Affair alla fine della stagione 4 senza fornire grosse spiegazioni. Era il 2018 e molti giornalisti hanno avanzato l’ipotesi che si trattasse di una questione economica o di una sovrapposizione con altri impegni. L’attrice ha chiarito che le motivazioni erano altre, ma non era autorizzata a parlarne. 

Ma facciamo un passo indietro per capire meglio cosa è accaduto, a partire proprio dall’uscita di scena di Alison Lockhart. 

Cosa è successo ad Alison in The Affair 

Nella quarta stagione Alison intraprende una relazione con il veterano Ben, incontrato a un seminario di psicologia. La relazione sembra molto positiva per Alison, ma le cose si incrinano presto perché Ben le ha mentito riguardo la sua situazione: è un uomo sposato. 

Alison decide così di interrompere la relazione per dare un taglio con il suo passato di amante di uomini sposati. Ben non sembra prendere molto bene la decisione e i due hanno una lite durante l’ultimo incontro a casa di Alison. Dopo quella sera, la donna scompare misteriosamente e il suo corpo viene trovato in mare. La polizia archivia il decesso come suicidio. La stagione si chiude con un forte sospetto sulla morte di Alison, che verrà sciolto solo nella quinta stagione. A scoprire cosa è successo sarà la figlia di Alison, che individua in Ben l’autore dell’omicidio. 

Advertisement
Showtime
Ruth Wilson nella serie The Affair

Ruth Wilson ha abbandonato la serie TV per proteggere se stessa

L’uscita di scena di Alison era prevista, ma non nella modalità in cui è accaduta. Le indiscrezioni circolate dopo un anno dall’abbandono dell’attrice facevano riferimento alle eccessive scene di sesso a cui era costretta. Sembra che Ruth si sia rifiutata di girare una scena in cui il suo personaggio subiva uno stupro da Ben, immobilizzata contro un albero. 

Pare che la Wilson considerasse ingiustificate molte scene di nudo e di sesso richieste agli attori, imputandone la frequenza a ragioni non connesse alla storia. 

Già in un articolo pubblicato su THR a dicembre 2019, si faceva riferimento a queste richieste inappropriate avallate dalla showrunner Sarah Treem. Quest'ultima ha tentato di difendersi, sottolineando di non essere una persona manipolativa e di non aver mai provato a estorcere nudi agli attori. 

Advertisement

Una fuga di notizie, però, ha riportato di una segnalazione della Wilson ai vertici della casa di produzione. L'attrice denunciava l’ambiente tossico della serie e la sua segnalazione deve essere stata presa sul serio perché il regista Jeffrey Reiner è stato allontanato e ha concluso il suo lavoro con la terza stagione. Secondo alcune testimonianze, il regista avrebbe fatto pressioni per aumentare il numero di nudi e avrebbe mostrato in giro foto degli attori senza vestiti che non sarebbero dovute uscire dal set. 

Oggi, in un'intervista Ruth Wilson ha confermato tutto dichiarando: 

L’importante è che io abbia parlato, abbia fatto sentire la mia voce e mi sia difesa. Sul set di The Affair si era creata una situazione che non andava bene e io ho dovuto affrontarla per proteggermi. Questo è successo prima del #MeToo e prima di Harvey Weinstein, ma già allora il mio istinto era forte riguardo cosa non andava bene e cosa stava succedendo e mi era chiaro il motivo per cui non mi sentivo al sicuro.

Ruth Wilson by RedCarpetReport is licensed by CC BY-SA 2.0 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Elizabeth Olsen: "Girare i film Marvel mi imbarazza"

Scopri cosa ha dichiarato l'attrice statunitense Elizabeth Olsen sull'esperienza che finora ha vissuto sul set dei film Marvel.
Autore: Rebecca Megna ,
Elizabeth Olsen: "Girare i film Marvel mi imbarazza"

Elizabeth Olsen, interprete di Wanda Maximoff / Scarlet Witch nei film Marvel Cinematic Universe, si è lasciata andare ad alcune particolari rivelazioni sulle scene girate per i film del media franchise. In una nuova intervista concessa a Variety, l'attrice 33enne non ha nascosto di aver provato un certo imbarazzo durante le riprese. Sebbene sia ormai da anni una protagonista del mondo dei supereroi Marvel, Olsen trova che i metodi per girare questo genere di film siano sciocchi. 

È veramente sciocco. Ci sono tante cose che sono sciocche. Vorrei davvero che un giorno rilasciassero una versione dei film senza gli effetti speciali, così capirebbero quanto ridicoli ci si senta.

Sto cercando altri articoli per te...