Perché WandaVision è (ancora) il prodotto MCU più innovativo di tutti

Autore: Manuela Greco ,
Disney+
2' 58''
Copertina di Perché WandaVision è (ancora) il prodotto MCU più innovativo di tutti

È ormai passato più di un anno da quando #WandaVision ha fatto il suo debutto su Disney+ facendoci conoscere più da vicino la Scarlet Witch interpretata da Elizabeth Olsen. Se nei film del Marvel Cinematic Universe in cui era comparsa, Wanda aveva avuto solo un ruolo minore, la serie TV a lei dedicata le ha permesso di brillare come mai prima.

Le serie della Fase 4 del MCU hanno presentato tutte differenti peculiarità: #The Falcon and the Winter Soldier ha puntato su incredibili sequenze action; Loki ci ha divertiti col tipico umorismo Marvel; #What If... ? ci ha permesso di addentrarci nelle infinite possibilità del Multiverso; infine #Hawkeye ha portato sullo schermo una tenera storia per famiglie, perfetta per il periodo natalizio.

Advertisement

E poi c'è stata WandaVision, che è stata capace di ergersi rispetto alle altre (ma anche rispetto ai lungometraggi precedenti) grazie a un fattore in particolare: l'originalità che ha caratterizzato tutti e nove gli episodi della serie.

WandaVision WandaVision Wanda Maximoff e Visione, due esseri dotati di superpoteri che conducono una tranquilla vita di periferia, iniziano a sospettare che niente sia come sembra. Apri scheda

L'estetica da sitcom

WandaVision si è presentata fin dal suo esordio come un prodotto sperimentale, come qualcosa di mai visto all'interno del Marvel Cinematic Universe.

Uno degli aspetti più interessanti della serie è, senza dubbio, l'estetica da sitcom che si è scelto di adottare. Ogni episodio, ambientato in un decennio differente, è influenzato dalle comedy più famose del periodo. Così abbiamo visto Wanda e Visione passare dal bianco e nero al colore mentre, accompagnati da risate registrate, omaggiavano i vari #Vita da Strega, Malcolm e #Modern Family.

L'unicità di WandaVision sta proprio nel binomio antico e moderno: la serie con Elizabeth Olsen ha "rubato" qualche elemento dalle sitcom pioniere del genere e l'ha inscritto in un racconto nuovissimo, nell'era dei supereroi, facendo coincidere brillantemente due mondi totalmente agli antipodi e puntando da una parte sull'effetto nostalgia derivato dall'estetica da sitcom, dall'altro sull'entusiasmo dei fan che volevano scoprire di più sul mondo creato da Wanda dopo gli eventi di #Avengers: Endgame.

Advertisement

Marvel Studios/Disney
Scarlet Witch e Visione in WandaVision

La profondità psicologia di WandaVision

Nonostante WandaVision abbia utilizzato molti elementi tipici del genere comedy, è paradossalmente il prodotto MCU più drammatico e complesso fra tutti.

Dietro le gag ispirate alle vicende di Samantha Stephens e compagni, infatti, WandaVision ha saputo raccontare una storia basata interamente sul crollo emotivo della protagonista dopo il trauma della morte di Visione.

Advertisement

La lotta con Agatha, le teorie sul presunto coinvolgimento di Mefisto e Magneto, la presenza/assenza di Pietro... malgrado fosse stimolante per gli spettatori scavare nei misteri di Westview, si trattava di elementi collaterali al tema centrale della serie: l'elaborazione del lutto di Wanda.

Messi da parte i colpi di scena, le lotte all'ultimo sangue e gli scontri con nemici sempre più potenti, WandaVision è riuscita con grande coraggio a uscire dagli schemi del Marvel Cinematic Universe, ad accantonare le sequenze d'azione e a concentrarsi principalmente sulla complessità psicologia del personaggio di Wanda, creando una storia che non fosse quella di una supereroina, ma di una donna la cui vita è stata segnata da numerosi eventi traumatici che, caso vuole, sia anche una supereroina.

E nonostante la Fase 4 abbia dimostrato di avere tanti assi nelle maniche (basti pensare all'operazione nostalgia messa in scena da #Spider-Man: No Way Home, all'ambientazione di #Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli o al tocco autoriale dato dalla regia di Chloé Zhao a #Eternals), è con WandaVision che il Marvel Cinematic Universe si è maggiormente allontanato dalla familiare formula tipica di film e serie del franchise. 

Possiamo sperare che il ritorno di Scarlet Witch in #Doctor Strange nel Multiverso della Follia porti con sé quegli elementi che hanno reso WandaVision unica nel suo genere.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il ritorno di Wanda svelato dalla serie su Agatha Harkness [Teoria]

Scopri la teoria secondo cui Wanda, interpretata dalla bravissima Elizabeth Olsen, tornerà nella serie MCU dedicata ad Agatha Harkness.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Il ritorno di Wanda svelato dalla serie su Agatha Harkness [Teoria]

L'uscita della nuova serie Marvel/Disney+ Agatha: Coven of Chaos è stata confermata da Marvel Studios per l'inverno del 2023. Agatha Harkness ne sarà la protagonista assoluta, e sarà interpretata da Kathryn Hahn, che riprenderà il lavoro sul personaggio visto in WandaVision

Secondo una teoria riportata da The Direct, Wanda (interpretata da Elizabeth Olsen) potrebbe tornare nella serie incentrata sulla strega sua antagonista. Questa ipotesi si basa sul dialogo finale tra le due donne, infatti nell'episodio Finale della serie Agatha dice a Wanda aka Scarlet Witch: non hai idea di che cosa hai scatenato, in futuro avrai bisogno di me. Al che Scarlet risponde:

Sto cercando altri articoli per te...