Pinocchio di Matteo Garrone esce al cinema il 25 dicembre

Autore: Claudio Rugiero ,
Copertina di Pinocchio di Matteo Garrone esce al cinema il 25 dicembre

Dopo il successo riscosso da Dogman (premiato a Cannes 2018 per l'interpretazione di Marcello Fonte e poi vincitore di ben 9 David di Donatello), l'instancabile Matteo Garrone tornerà a Natale 2019 con il suo nuovo e attesissimo Pinocchio.

Come si legge su Movieplayer, 01 Distribution ha infatti recentemente annunciato di aver fissato la data di rilascio del film per il prossimo 25 dicembre.

Advertisement

Le riprese, iniziate il 18 marzo, sono ancora in corso e si stanno svolgendo sui set blindati in Toscana, Lazio e Puglia. In effetti, per il momento, l'unica immagine disponibile di questo adattamento dell'omonimo romanzo di Carlo Collodi è stata pubblicata lo scorso 29 marzo sulla pagina ufficiale del regista.

Pinocchio è prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, con Recorded Picture Company e in associazione con Leone Film Group.

Di seguito riportiamo l'elenco degli interpreti coinvolti con rispettivo ruolo:

Advertisement
  • Roberto Benigni (Geppetto)
  • Federico Ielapi (Pinocchio)
  • Marcello Fonte (Pappagallo)
  • Gigi Proietti (Mangiafuoco)
  • Rocco Papaleo (Gatto)
  • Massimo Ceccherini (Volpe)
  • Alessio Di Domenicantonio (Lucignolo)
  • Davide Marotta (Grillo parlante)
  • Paolo Graziosi (Mastro Ciliegia)
  • Enzo Vetrano (Faina)

L'abbandono di Matilda De Angelis

Avrebbe inoltre dovuto far parte del cast anche la giovane promessa di Veloce come il vento Matilda De Angelis nel ruolo della Fata Madrina, ma una nota di produzione pubblicada da BadTaste fa sapere che l'attrice ha dovuto rinunciare a causa dei suoi prossimi impegni in agenda:

Archimede informa che, a malincuore, a causa di un cambiamento nel piano di lavorazione di Pinocchio di Matteo Garrone, Matilda De Angelis non potrà prendere parte al film, contrariamente a quanto annunciato in precedenza, per l’incompatibilità tra le nuove date del set e altri impegni di lavoro internazionali precedentemente fissati dall’attrice.

La De Angelis è infatti attualmente impegnata con Nicole Kidman e Hugh Grant sul set della serie HBO The Undog, diretta dal premio Oscar (per In un mondo migliore) Susanne Bier.

La produzione di Pinocchio sarà quindi ora alla ricerca di una nuova Fata Madrina. Come possiamo constatare, questo imprevisto però non ha impedito i distributori di fissare una data di rilascio, entro la quale Garrone conta evidentemente di avere il film pronto. Che abbiano forse già trovato?

Advertisement

Voi cosa ne pensate? Lo attendete questo Pinocchio?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...