Pinocchio, 10 differenze tra il classico Disney e il live-action con Tom Hanks

Autore: Elisa Giudici ,
Copertina di Pinocchio, 10 differenze tra il classico Disney e il live-action con Tom Hanks

Il Pinocchio di Robert Zemeckis è un remake del classico animato da Disney e dai suoi collaboratori nel 1940. L'obiettivo è quello di "aggiornare" uno dei film del canone Disney più datati e farlo conoscere alle giovani generazioni, con una versione della storia attenta alle nuove sensibilità del pubblico e più frizzante (come spiegato nella recensione del film di Robert Zemeckins). 

Chi ricorda bene il classico del 1940 sarà rimasto di certo sorpreso da questa nuova versione, che apporta sostanziali modifiche alla trama originale. Il nuovo Pinocchio introduce personaggi inediti, brani scritti appositamente per il film e cambia molte parti della storia, finale compreso. 

Advertisement

Attenzione agli spoiler a buona lettura con le 10 differenze più importanti tra il classico Disney e il live-action con Tom Hanks.

Disney
Pinocchio e il grillo parlante

Il nome di Pinocchio 

Vi siete mai chiesti cosa significhi il nome di Pinocchio? Per il pubblico italiano non è così difficile da intuire, ma per quello anglofono sì. Forse per questo motivo nella versione 2022 della storia Geppetto (Tom Hanks) spiega ad alta voce la genesi del nome del burattino

Essendo ricavato da un blocco di legno di pino (pine in inglese), il burattino si chiamerà Pinocchio. Nel classico Disney originale non vengono fornite spiegazioni in merito. 

La storia di Geppetto

Nel film animato del 1940 non si sa nulla del passato del povero falegname Geppetto. Sembrerebbe che l'umile artigiano intagli il burattino per mettere alla prova le sue doti di falegname, tuttalpiù per creare un oggetto in forma umana che gli faccia un po' di compagnia nella sua vita solitaria. 

Nel film di Robert Zemeckis invece il personaggio ha una storia più definita e più tragica. Tom Hanks interpreta un povero falegname che tiene sul tavolo la fotografia di un bambino che sembra avere più o meno l'età di Pinocchio e indossa vestiti molto simili. Si tratta del figlio morto di Geppetto, che il padre ha perso più o meno all'età del burattino. Geppetto intaglia Pinocchio quasi a voler avere consolazione e compagnia, per colmare il vuoto della sua perdita di padre. 

Il raggio azzurro della Stella dei Desideri che rende realtà il desiderio di Geppetto colpisce la foto del figlio morto, per poi colpire il burattino: questo Pinocchio dunque è in qualche modo collegato al ragazzino. 

Gli easter egg in omaggio a Disney 

La scena degli orologi a cucù sulla parete di casa di Geppetto che suonano tutti all'unisono è presente in entrambi i film, ma con una modifica sostanziale tra il classico del 1940 e il remake con Tom Hanks. 

Advertisement

La sequenza è la medesima: quando scatta l'ora, tutti gli orologi a cucù vedono uscire le figurine intagliate dalle rispettive "casette". Nella versione 2022 però ritroviamo alcuni easter egg relativi al mondo Disney:

  • Woody di Toy Story a cavallo nell'orologio a-Ok Corral (piccolo omaggio a una famosa sparatoria avvenuta in Arizona nel 1881, una delle più celebri del periodo della conquista del West)
  • Paperino che viene inseguito da un coccodrillo
  • Dumbo che scuote le orecchie per volare
  • Rafiki che solleva Simba
  • Jessica che bacia Roger Rabbit
  • Malefica e Aurora che si sta per pungere col fuso
  • La Matrigna che regala la mela avvelenata a Biancaneve, che collassa nella bara di vetro

Esiste poi un cameo nel cameo: c'è un buffo orologio in cui una mamma sculaccia un bambino e viene fermata da un gendarme. È un omaggio a uno degli orologi che appariva nel film del 1940.

Pinocchio viene cacciato da scuola 

Una svolta cardine per la il burattino è l'incontro con il Gatto e la Volpe, due truffatori e bugiardi che ingannano Pinocchio e nel corso della storia lo raggirano più volte. Fingendosi suoi amici, lo spingono lontano dalla retta vita, solitamente per approfittarsi di lui e avere un tornaconto economico. 

Sia nel romanzo di Collodi sia nella versione animata del 1940, Pinocchio non segue i consigli del babbo e non arriva mai a scuola, lasciandosi convincere dai due malandrini appena incontrati che sia inutile studiare imparare. Nella versione live-action del 2022 invece, le colpe di Pinocchio sono più lievi: il burattino infatti arriva a scuola, sta per entrare nell'edificio ma viene cacciato dal maestro, che sostiene che l'educazione sia riservata ai bambini veri. 

Sofia la gabbiana

Il Pinocchio del 2022 introduce alcuni nuovi personaggi, sia tra quelli animali sia tra quelli umani. 

L'aggiunta più sostanziale al animato digitalmente è quella di Sofia, una gabbiana a cui Geppetto lascia da parte un po' di avanzi di cibo. Sofia si rivela un'alleata indispensabile per aiutare Pinocchio quando finisce nei guai. 

Advertisement

Inizialmente pensa di mangiare il Grillo Parlante, ma questi la convince ad aiutarlo a raggiungere Pinocchio, che si è avviato verso la scuola senza svegliarlo. Gioca anche un ruolo importante per aiutare Geppetto a trovare Pinocchio quando il burattino finisce nel Paese dei Balocchi e poi per riunire il ragazzino al suo papà, poco prima dell'arrivo nel Mostro.

Una curiosità: il Grillo e Pinocchio comprendono le parole di Sofia mentre Geppetto sente solo il garrito di un gabbiano.

Fabiana e la marionetta Sabina

C'è un'altra aggiunta importante al cast di Pinocchio ed è costituita da Fabiana (Kyanne Lamaya), una ballerina marionettista con una gamba artificiale. 

Advertisement

Pinocchio incontra Fabiana quando viene venduto dal Gatto e dalla Volpe al terribile Mangiafuoco, interpretato dall'attore italiano Giuseppe Battiston. Nel film del 1940 viene mostrato lo spettacolo di burattini a cui partecipa Pinocchio, ma non chi li muova. Nella versione 2022 è Fabiana a tirare loro i fili. 

Quando Pinocchio, spaventato, non si fida più di nessun umano, Fabiana usa la marionetta Sabina (una ballerina che le somiglia) per parlare con lui. Più tardi scopriremo che Mangiafuoco è stato assicurato alla giustizia per la sua cattiva condotta e Fabiana ha rilevato l'attività dello spettacolo di marionette, che gestirà senza fare del male a nessuna di loro. 

Nuove canzoni

Sono ben quattro le nuove canzoni create appositamente per il remake del 2022 del film Pinocchio: 

  • When He Was Here with Me, cantata in originale da Tom Hanks nei panni di Geppetto
  • Pinocchio, Pinocchio, cantata da Tom Hanks
  • I Will Always Dance, cantata da Kyanne Lamaya nei panni di Fabiana
  • The Coachman to Pleasure Island cantata da Luke Evans nei panni di Postiglione

Solo due canzoni del film originale - Little Wooden Head e Give a Little Whistle - sono state tagliate dal remake. 

Un'altra differenza sta nel fatto che When You Wish Upon a Star - la canzone poi divenuta in versione strumentale il simbolo della Disney - in originale è cantata dal Grillo Parlante, mentre nel film del 2022 viene cantata da Cynthia Erivo nei panni della Fata Turchina.

Meno lavoro per la Fata Turchina

Si è molto parlato della scelta di far interpretare a Cynthia Erivo, attrice afroamericana, il ruolo della Fata Turchina. Nell'originale infatti la Fata ha una carnagione diafana e lunghi capelli biondi. Nel film del 2022 l'attrice non delude, dimostrando tra l'altro di avere ottime doti canore. 

Il suo ruolo però è molto più risicato rispetto al film originale. Non solo non appare nel finale (quando Pinocchio diventa bambino), ma è lo stesso burattino a risolvere la crescita del suo naso. Quando infatti Pinocchio mente al Grillo, il suo naso diventa sempre più lungo. Dopo aver compreso cosa sta succedendo, il burattino mente di proposito per fare in modo che, camminando sul suo naso, il grillo possa afferrare le chiavi della gabbia in cui è imprigionato. 

Pinocchio poi rivela di aver mentito e dice alla sua coscienza la verità e il naso si accorcia da solo, senza interventi della Fata. 

Il Paese del Balocchi

Un altro passaggio che ha subito parecchie modifiche è quello relativo al Paese del Balocchi. Nel film del 1940 sono il Gatto e la Volpe a vendere a Postiglione Pinocchio, mentre nel film del 2022 Pinocchio s'imbatte per caso nel convoglio di ragazzini diretti all'isola stregata e viene convinto da Postiglione stesso a seguirli.

Anche il Paese dei Balocchi è stato "aggiornato", per risultare una tentazione per i giovani spettatori di oggi. Niente più tabacco (nel film del 1940 Pinocchio fumava un sigaro!) e niente più alcolici. Nella versione 2022 Pinocchio e Lucignolo bevono birra di radice (root beer), ovvero una bevanda zuccherata che per aspetto ricorda molto la birra, ma è analcolica. In più ci sono riferimenti ai social media e al bullismo. 

Rispetto alla versione del 1940, Pinocchio sembra meno entusiasta rispetto alle attività ricreative che Lucifero e Postiglione gli propongono e solleva molti dubbi sul Paese del Balocchi.

Niente Balena: largo al "Monstro"

Nel libro originale di Collodi, Pinocchio e Geppetto finiscono nella pancia del Terribile Pesce-cane, divenuto una Balena nel classico animato del 1940. 

Nel film del 2022 Geppetto e Pinocchio finiscono della pancia di Monstro, una sorta di creatura marina leggendaria, con tanto di piume e tentacoli, quasi un mostro lovecraftiano.

A differenza del classico animato, in cui Geppetto veniva ingoiato per primo e poi raggiunto da Pinocchio, qui padre e figlio vengono divorati nello stesso momento, proprio quando sta per avvenire una riunione familiare tanto attesa.

Il nuovo finale

Il cambiamento più sostanziale tra i due film è forse quello che riguarda il finale. Nel lungometraggio animato del 1940 Pinocchio si sacrifica per salvare Geppetto e viene ricompensato per il suo coraggio disinteressato dalla Fata Turchina, che lo trasforma in un bimbo vero. 

Nella versione 2022 Geppetto sembra avere la peggio, ma si riprende grazie alle lacrime e alle cure di Pinocchio. Al burattino dice che per lui Pinocchio sarà sempre il suo bambino, un vero bambino. Pinocchio e Geppetto si allontanano dalla spiaggia mano nella mano. Negli ultimi istanti le giunture di legno del burattino diventano articolazioni: Pinocchio è umano ora...o forse no? 

Entra in scena il Grillo Parlante che spiega che si raccontano tante storie su Pinocchio e alcuni (ma non tutti) credono che effettivamente sia diventato un bambino vero e proprio. Il fatto più importante, spiega, è che Pinocchio nel suo cuore sia sempre stato un bambino vero e proprio. Il film quindi non chiarisce se Pinocchio sia diventato un bambino o se sia Geppetto a vederlo come tale. 

 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

5 lezioni che ci insegna Pinocchio

Cosa ci insegna Pinocchio? Dal classico Disney fino all'adattamento più recente con Tom Hanks, ecco cosa abbiamo imparato dal burattino più famoso.
Autore: Elisa Giudici ,
5 lezioni che ci insegna Pinocchio

Ha più di 130 anni, ma li porta benissimo: Pinocchio, il burattino di legno che voleva essere un bambino, continua a essere un’icona planetaria. Non male per un personaggio nato dall’immaginazione di uno scrittore toscano sul finire dell’Ottocento, le cui avventure risultano ancor oggi sorprendenti (drammatiche, talvolta crudeli) anche a un lettore moderno. Viene da stupirsi al pensiero di ciò che combina e subisce Pinocchio negli scritti di Collodi, al pensiero che il suo sia anche un racconto didattico per bambini.

A onor del vero, la storia nota a livello globale del burattino non è tanto quella di Collodi - già popolarissima a fine Ottocento - ma la versione del 1940 resa celebre dal classico ideato e prodotto da Walt Disney in persona. È cosa nota che le versioni animate dalla Casa del Topo, soprattutto agli albori dalla sua fondazione, fossero tutt’altro che fedeli. Pinocchio non fa eccezione e, pur conservando i tratti fondamentali del personaggio, viene ingentilito di molto nella sua trasformazione in cartone animato.

Sto cercando altri articoli per te...