Prey è il miglior film di Predator [Recensione]

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Recensioni
2' 10''
Copertina di Prey è il miglior film di Predator [Recensione]

Senza girarci troppo intorno: Prey è un film fatto con un budget relativamente basso da un regista giovane, Dan Trachtenberg, e con attori semi-sconosciuti e alle prime armi. Inoltre il film ha un titolo che, in maniera coraggiosa, non usa il nome del franchise.

Insomma, Prey probabilmente è considerato un esperimento e forse come tale deve essere visto, al contrario del Predator del 1987, che nasceva nell'era del cinema muscolare e centrato pienamente sullo strapotere americano. Questo Prey in tutto e per tutto torna alle radici di quel film riproponendo una scenografia molto simile, lo stesso letale predatore e invece dei soldati a stelle e strisce, Prey mette in campo i nativi americani.

Advertisement

Se nel film di John McTiernan ci si esaltava per un nuovo personaggio fantascientifico, per i muscoli e le battute dell'ottimo Maggiore Dutch Schaefer (Arnold Schwarzenegger) in Prey lo sceneggiatore Patrick Aison insieme al regista sono riusciti a trovare la chiave di lettura più importante del franchise di Predator, che nessun altro film ha mai evidenziato così tanto e bene: la caccia. Entrambi i protagonisti di Prey, Predator e i Comanche, sono cacciatori naturali.

Predator e i Comanche sono facce della stessa medaglia.

A un certo punto, quelle che sembrano dover essere le vittime si trasformano in carnefici. I Comanche non rinunciano mai alla loro natura di cacciatori e non scappano, affrontano a viso aperto, e sul loro territorio, un nemico che non conoscono e che sfodera le più sofisticate armi mai viste. Al contrario di ogni altro film di Predator, o almeno nella parte iniziale, in Prey nessuno scappa: le paure e l'ignoto vanno affrontate a viso aperto.

Advertisement

È questa lettura che eleva un film di serie b (nel senso migliore del termine) a una pellicola che avrebbe meritato una proiezione cinematografica. Ed è per questo che Prey, a mio avviso, è il miglior film "adulto" del franchise. L'apripista Predator del 1987 resta ovviamente un cult assoluto insostituibile nei cuori dei fan.

Prey è a tratti esaltante e offre delle inquadrature di notevole fattura, aiutate da una scenografia naturale stupenda e da una fotografia, firmata Jeff Cutter, ben fatta. In più, l'estetica dell'alieno è realizzata nel migliore dei modi: il comparto degli effetti speciali e i costumisti hanno lavorato in maniera eccellente per rendere un personaggio iconico come Predator diverso e accattivante dal punto di vista visivo.

All'interno della programmazione di Disney+, consultabile nel nostro calendario sempre aggiornato, Prey è disponibile sulla piattaforma streaming di Topolino dal 5 agosto (p.s. non perdetevelo).

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

85
Il prequel di Predator, ambientato 300 anni fa, ha la miglior chiave di lettura del franchise e offre parecchie scene spettacolari.
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Prey: l'easter egg più importante è merito di un fan

Vieni a scoprire l'easter egg nascosto in Prey, un riferimento speciale a un altro episodio passato della saga Predator
Autore: Giulia Angonese ,
Prey: l'easter egg più importante è merito di un fan

Abbiamo già visto come il regista Dan Trachtenberg e il suo team, intitolando il prequel di Predator ‘Prey’, abbiano cercato, sul piano del marketing, di svincolare il film dal franchise al quale appartiene. Una scelta funzionale a far sì che l’attenzione del pubblico non convergesse immediatamente sul Predator, ma sulla protagonista Naru (Amber Midthuder), la guerriera Comanche che difende il suo popolo dagli attacchi del terribile alieno.

Un ribaltamento di prospettiva efficace anche nel rendere la visione del film immediatamente appetibile per chi non conosce la saga cinematografica iniziata nel 1987 con il film di John McTiernan, (protagonista Arnold Schwarzenegger) e composta, tra sequel e spin-off crossover, da altri sei capitoli.

Sto cercando altri articoli per te...