Profiling: continuano le riprese della stagione 7 con Philippe Bas

Autore: Redazione NoSpoiler ,

Le riprese della stagione 7 di #Profiling sono ormai entrate nel vivo e il protagonista dello show Philippe Bas non ha perso tempo per documentare i giorni sul set attraverso i social.

Purtroppo Odile Vuillemin, l'adorata #Chloé, aveva abbandonato la serie alla fine della stagione 6, utilizzando sempre i social per lasciare i fan nel migliore dei modi come avevamo raccontato in questo articolo.

Advertisement

Il peso degli intricati casi da risolvere peserà quindi interamente sulle spalle del detective #Thomas Rocher, che sembra più che mai rilassato sul set della stagione 7.

"Stiamo facendo un ottimo lavoro, ma siamo al lavoro o in vacanza?"

Philippe non sembra affaticarsi troppo nei panni di Thomas tanto da chiedersi se quella location così splendida sia davvero la protagonista della prossima scena da girare.

Advertisement

L'attore, dopo essersi preso una meritata vacanza lontano dalle luci dei riflettori, si è sbizzarrito sul suo profilo Instagram per documentare i momenti salienti davanti e dietro la camera da presa.

Sono bastate poche foto per gettare scompiglio tra i fan della serie, che ora attendono frementi la messa in onda dello show, pronto a rinascere più forte di prima nonostante l'abbandono da parte di Chloé.

Sarà una stagione molto interessante, una sorta di ritorno alle origini.

Queste le parole di Philippe in merito alla serie che , a tutt'oggi, ancora non ha una data ufficiale di rilascio. Voci di corridoio però pare suggeriscano il ritorno già all'inizio del prossimo anno.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...