Proven Innocent: la serie ispirata alla vicenda di Amanda Knox arriverà su FoxCrime

Autore: Chiara Poli ,

Le certezze sono due. Primo: Proven Innocent arriverà in Italia, in prima visione assoluta, prossimamente su FoxCrime. Secondo: la serie è destinata a far discutere. Perché è ispirata alla vicenda di una persona che, nel nostro Paese molto più che negli Stati Uniti, è stata al centro del circo mediatico per anni: Amanda Knox.

La nuova serie di Danny Strong, già creatore di Empire (ma per noi fan di Buffy sarà sempre Jonathan della Troika), fin dalla sua prima presentazione al Press Tour della Television Critics Association aveva fatto sospettare ai giornalisti USA che la storia fosse quella della Knox. Una ragazza giudicata ingiustamente colpevole di omicidio - e condannata insieme al fratello - diventa avvocato per occuparsi di casi simili al suo.

Advertisement

FOX
Il poster di Proven Innocent
La locandina ufficiale di Proven Innocent

Il caso Knox e la storia di Karen Grammer

La protagonista, Madeline Scott (Rachelle Lefevre, Twilight) finisce su tutti i giornali e le TV, e viene presa di mira dal pubblico ministero Gore Bellows (il grande Kelsey Grammer, ex protagonista di Frasier), fermamente convinto della sua colpevolezza nonostante la scarcerazione.

Interrogato dai giornalisti, il creatore di Proven Innocent Danny Strong ha ammesso che l'ispirazione per la trama arriva proprio dalla vicenda della Knox - seguita negli Stati Uniti da una nutrita schiera di fan che la vedono come una vittima del sistema, mentre in Italia la situazione è diversa - sebbene la storia abbia subito le dovute modifiche. E sia stata - come ha detto lo stesso Strong al panel - ampiamente romanzata e cambiata a fini drammatici.

La sostanza, però, non cambia: il tema è quello delle persone ingiustamente condannate e degli errori nel sistema giudiziario.

Un tema molto delicato, che coinvolge personalmente anche il protagonista maschile Kelsey Grammer: sua sorella Karen nel 1975 venne rapita, stuprata e uccisa da tre uomini - Freddie Lee Glenn, Larry Dunn e McLeod dopo un tentativo di rapina al locale in cui lavorava - che si sono erano dichiarati innocenti nonostante le condanne.

Advertisement

I tre rapirono e uccisero Karen, dopo averla violentata, perché temevano che la ragazza, impiegata come cameriera presso il Red Lobster di Colorado Springs, potesse riconoscerli e identificarli per la rapina andata a vuoto. Karen aveva solo 18 anni.

In cerca di giustizia

Indipendentemente dalla fonte d'ispirazione della serie, Proven Innocent si prefigge il delicato compito di mettere in discussione un sistema in cui - come dichiarò Strong - per ogni persona che riesce a dimostrare la propria innocenza ce n'è almeno una colpevole che la passa liscia. I casi analizzati dalla protagonista Madeline nel corso dei 13 episodi della prima stagione saranno quindi affrontati con grande accuratezza, e probabilmente ispirati a vicende realmente accadute.

Advertisement

Fermo restando il fatto che Danny Strong ha voluto prendere le distanze dall'idea di trasformare la sua nuova serie in una sorta di docu-reality.

Nel cast, oltre a Grammer e alla Lefevre, ci sarà Riley Smith (Nashville) nei panni di Levi, il fratello di Madeline giudicato anch'egli colpevole di omicidio. Laurie Holden (l'ex Andrea di #The Walking Dead) sarà la moglie di Bellows, il personaggio di Kelsey Grammer. Fra le altre guest star, Vincent Kartheiser (Angel), Elaine Hendrix (90210) e Tony Castillo (Watch Over Me)

Madeline prende il suo lavoro come una vera e propria missione: in cerca di giustizia per quante più persone possibile, cerca di cambiare il sistema dall'interno per renderlo meno suscettibile agli errori giudiziari.

Proven Innocent andrà in onda su FoxCrime a breve distanza dalla messa in onda negli USA

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

She-Hulk 2 si farà? Ecco cosa sappiamo

Scopri se una seconda stagione della serie live action su She-Hulk è effettivamente in trattativa nei piani alti di Marvel Studios.
Autore: Marco Manvati ,
She-Hulk 2 si farà? Ecco cosa sappiamo

She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie Marvel che avrà come protagonista la cugina dell'Avenger Hulk, approderà sulla piattaforma Disney+ il prossimo 18 agosto e si protrarrà fino a ottobre, ma potrebbero già esserci degli indizi riguardo una possibile seconda stagione.

Al momento l'unica serie live action della Casa delle Idee confermata per una seconda stagione è quella di Loki, ma una recente intervista per The Direct della regista della serie dedicata a Jennifer Walters Kat Coiro indicherebbe che anche la supereroina verde potrebbe ricevere il via libera per una seconda stagione.

Essendo She-Hulk (alias di Jennifer Walters) un'avvocata, questa avrà durante la serie il compito di rappresentare diversi superumani, che avranno a che fare con la legge per le problematiche che creeranno anche per via dei loro nuovi poteri. Gli episodi saranno quindi molto incentrati sul lato umano di questi supereroi (o super cattivi), i quali molti di loro avranno probabilmente a che fare con dei poteri per la prima volta e quindi ne dovranno imparare il valore e la responsabilità che portano.

È quindi un concept molto interessante, che potrebbe venire reiterato in una possibile seconda stagione. L'ultima parola su queste questioni l'ha sempre Kevin Feige, ma Pamela Gores di The Direct ha domandato a Kat Coiro cosa potrebbe approfondire sul personaggio di Jennifer\She-Hulk in una possibile seconda stagione.

Voglio dire, quello che è davvero emozionante per me è che hai le premesse di uno studio legale dedicato ai superumani che potrebbe portare a infinite possibilità. Puoi letteralmente far passare per quella porta qualsiasi personaggio esistente o che mai esisterà nel MCU, e non suonerebbe come un semplice cameo. Apparirebbe completamente organico. Quindi credo che solamente il cielo è il limite in termini di quello che si potrebbe fare in futuro.

Ricordiamo inoltre che in She-Hulk: Attorney at Law farà anche il suo ritorno l'attore Charlie Cox nei panni di Daredevil, di cui non si sa ancora quale ruolo avrà nelle vicende di Jennifer né come potrebbe venire approfondito rispetto alla serie Netflix. Le premesse per una seconda stagione dunque ci sarebbero, a mancare però è il via libera di Feige, che potrebbe arrivare anche in modo repentino se la serie dovesse rivelarsi un successo.

Nel frattempo, mentre attendiamo la prima puntata (che ricordiamo andrà in onda il 18 agosto), potete ammirare Jennifer Walters\She-Hulk in azione grazie a una recente clip pubblicata da Marvel Studios.

Sto cercando altri articoli per te...