Quello che non uccide, il nuovo trailer italiano col ritorno di Lisbeth Salander

Autore: Giacinta Carnevale ,

È finalmente online il nuovo trailer ufficiale italiano di Quello che non uccide, il quarto capitolo dell'acclamata saga Millennium ideata da Stieg Larsson. Si tratta del primo adattamento cinematografico del recente bestseller mondiale scritto da David Lagercrantz.

Stavolta a vestire i panni dell'iconica hacker informatica Lisbeth Salander sarà la vincitrice del Golden Globe Claire Foy, protagonista della serie The Crown, sotto la direzione di Fede Alvarez (il regista del thriller del 2016 Man in the dark). A firmare la sceneggiatura è lo stesso Alvarez con Steven Knight e Jay Basu. Nel cast, accanto a Claire Foy, troviamo Sverrir Gudnason nel ruolo del giornalista investigativo Mikael Blomkvist. 

Advertisement

Sony Pictures ha inoltre rilasciato il nuovo poster ufficiale di Quello che non uccide, che trovate a seguire, e le prime immagini inedite dove vediamo Claire Foy lasciare i reali e composti panni della regina Elisabetta per un look decisamente più dark. Il film, distribuito in Italia da Warner Bros. Pictures, arriverà nelle sale il 31 ottobre

La trama del quarto capitolo della celebre saga vede nuovamente protagonista il giornalista Mikael Blomkvist, impegnato questa volta a tentare di risollevare le sorti della sua rivista. Una notte, durante una tempesta autunnale, l'uomo riceve la chiamata di Frans Balder, uno dei migliori scienziati informatici nel campo dell'intelligenza artificiale. Balder, che sente di essere in pericolo, chiede a Blomkvist un incontro perché ha importanti rivelazioni da condividere. 

Lo scienziato è tornato da poco in Svezia per trascorrere più tempo con suo figlio August, un bambino che soffre di autismo e che possiede una memoria fotografica che gli permette di realizzare disegni incredibili. Mikael accetta di incontrarlo ma quando arriva è ormai troppo tardi: Balder è stato ucciso da un killer proprio davanti a suo figlio. Lo scienziato, prima di essere ucciso, ha contattato anche la famosa hacker informatica Lisbeth Salander, con la quale Mikael ha perso da tempo i contatti. I due si ritrovano così coinvolti entrambi in un complicato intreccio tra spie, criminali informatici e funzionari del Governo corrotti.

Advertisement
Sony
Quello che non uccide, il poster italiano del film

Millennium, dai romanzi ai film

Millennium è una celebre serie letteraria di romanzi polizieschi creata dallo scrittore e giornalista svedese Stieg Larsson, che ha firmato i primi tre capitoli (Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta). I libri sono stati pubblicati in Svezia tra il 2005 e il 2007, dopo la prematura scomparsa di Larsson morto a soli 50 anni nel 2004.

La saga è stata un successo mondiale incredibile con oltre 8 milioni di copie vendute. Dopo la morte di Larsson, la casa editrice Norstedts ha deciso di affidare l'incarico di proseguire la trilogia allo scrittore svedese David Lagercrantz che ha pubblicato finora altri due romanzi: Quello che non uccide (2015) e L'uomo che inseguiva la sua ombra (2017). 

La serie letteraria ha poi avuto diverse trasposizioni cinematografiche. Nel 2009 infatti è uscito Uomini che odiano le donne diretto da Niels Arden Oplev con Noomi Rapace, nel ruolo di Lisbeth Salander, e Michael Nyqvist, nei panni di Mikael Blomkvist. Sempre nello stesso anno poi sono arrivati sul grande schermo anche i due capitoli successivi diretti entrambi da Daniel Alfredson, La ragazza che giocava con il fuocoLa regina dei castelli di carta. Le pellicole sono poi diventate una miniserie televisiva composta da 6 episodi. 

Advertisement

Sony Pictures
Rooney Mara e Daniel Craig in Millennium - Uomini che odiano le donne

Nel 2011, visto il grandissimo successo della serie letteraria, Sony Pictures ha deciso di realizzare un remake del primo capitolo della saga intitolato Millennium - Uomini che odiano le donne. Nel film, diretto dal regista David Fincher, ci sono Daniel Craig e Rooney Mara ad interpretare i due protagonisti. La pellicola ha conquistato anche un premio Oscar per il Miglior montaggio ed è riuscita ad incassare oltre 230 milioni di dollari in tutto il mondo. 

Il prossimo 31 ottobre arriverà invece nelle sale cinematografiche italiane il quarto e attesissimo capitolo della saga ideata da Stieg Larsson.

E voi cosa ne pensate del trailer di Quello che non uccide? 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...