Quentin Tarantino vuole Leonardo DiCaprio e Brad Pitt nel suo film su Charles Manson

Autore: Emanuele Zambon ,
Copertina di Quentin Tarantino vuole Leonardo DiCaprio e Brad Pitt nel suo film su Charles Manson

Quiz rapido: una macchina da presa imbrattata di sangue, dialoghi cult e la presenza scontata di Samuel L. Jackson nel cast. Di che film si tratta? Ma è ovvio, del nono pulp movie di Quentin Tarantino! Il regista de Le Iene ha terminato la sceneggiatura di #9, pellicola dal titolo provvisorio che racconterà sul grande schermo la follia omicida della setta di Charles Manson.

Come rivelato da Deadline, Tarantino, sbarazzatosi della scomoda casa di produzione The Weinstein Company (per ovvi motivi legati allo scandalo sessuale che ha colpito il suo fondatore), è ora alla ricerca di uno studio che produca in toto il suo nuovo film. Verranno contattate le principali major, eccezion fatta per Disney, che non tratta progetti R-rated.

Advertisement

I rumors più succulenti riguardano però il cast del film: l'autore di Kill Bill è intenzionato a scritturare Leonardo Di Caprio (con cui ha già collaborato per Django Unchained) e Brad Pitt, altra vecchia conoscenza di QT, avendo prestato il volto nel 2009 al tenente Aldo Raine nel cult Bastardi Senza Gloria. Lo script di #9 prevede inoltre ruoli per Margot Robbie - a cui è stata offerta la parte di Sharon Tate, compagna del regista Roman Polansky trucidata nella strage di Cielo Drive il 9 agosto '69 dalla family di Charles Manson - Samuel L. Jackson e Jennifer Lawrence, con cui il cineasta statunitense avrebbe desiderato collaborare già in The Hateful Eight (la parte andò poi a Jennifer Jason Leigh).

L'attrice Sharon Tate, uccisa nel '69 nella strage di Cielo Drive

Advertisement

Charles Manson come Adolf Hitler

Il nono film di Quentin Tarantino - QUI trovate la classifica dei suoi "primi" 8 - porterà sul grande schermo la controversa figura di Manson. Ma non sarà un film sul messia della "Family", la setta che sul finire degli anni '70 fece di alcuni hippie i responsabili di diversi efferati omicidi. Deadline rivela infatti che #9 è paragonabile a Bastardi senza Gloria: "sarà un film su Manson tanto quanto la pellicola con Christoph Waltz era un film su Hitler". Tradotto: Manson comparirà in diverse scene ma non sarà il fulcro narrativo né il protagonista (piccolo spazio richiesta: Joaquin Phoenix sarebbe perfetto per la parte).

La pellicola, stando alle indiscrezioni, sarà ambientata a Los Angeles tra la fine degli anni '60 e inizio '70. L'appeal commerciale del nono film di Tarantino sarà paragonabile a quello di Pulp Fiction (forse l'opera più mainstream del regista di Knoxville). Il budget stimato rientra nel range già adoperato per Django Unchained (circa 100 milioni di dollari) e le riprese dovrebbero iniziare a metà 2018, con l'uscita fissata per l'anno successivo.

Nessun casting ufficiale ha preso comunque il via. Tutto si sbloccherà nelle prossime due settimane, quando i rappresentanti di Tarantino chiuderanno l'accordo con una delle major hollywoodiane.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Svelato il finale alternativo di Doctor Strange 2

Scopri qual è il finale alternativo di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, rivelato dallo sceneggiatore del film.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Svelato il finale alternativo di Doctor Strange 2

Adesso che Doctor Strange nel Multiverso della Follia è disponibile anche su Disney+, molti spettatori si stanno aggiungendo a chi ha già visto il film al cinema e gli stessi autori Marvel stanno rilasciando nuove informazioni sul making of del film (in attesa del nuovo speciale in arrivo su Disney+ dedicato al film di Sam Raimi).

Tra queste c'è l'interessante rivelazione dello sceneggiatore Michael Waldron su un finale alternativo di Doctor Strange nel Multiverso della Follia:

Sto cercando altri articoli per te...