Reservoir Dogs: Bloody Days, anche il film Le Iene ha il suo videogioco

Autore: Andrea Guerriero ,
Copertina di Reservoir Dogs: Bloody Days, anche il film Le Iene ha il suo videogioco

Era il 1992 quando Quentin Tarantino regalò agli appassionati di cinema il suo primo grande lungometraggio, capace di portare il regista all'attenzione dei grandi produttori hollywoodiani. 

Le Iene segnò fin da subito il grande schermo, introducendo tutti i temi più cari a Tarantino - la violenza, l'avantpop, i dialoghi sfrontati e barocchi, il forte humor nero e la cronologia frammentata - , poi consacrati nel suo film più rappresentativo, Pulp Fiction

Advertisement

A 25 anni di distanza, Mr. White, Mr. Blonde, Mr. Pink, Mr. Brown, Mr. Blue e Mr. Orange tornano incarnandosi in un videogioco, che va dunque a consacrare il 25esimo anniversario di Reservoir Dogs nell'universo in pixel. 

Big Star Games e Lionsgate Entertainment hanno infatti annunciato di essere al lavoro su Reservoir Dogs: Bloody Days, che dovrebbe uscire nella prima metà di quest'anno, prima su Steam e poi su Xbox One e PS4. Il videogame si propone come uno sparatutto isometrico dove il giocatore potrà impersonare i protagonisti del film attraverso rapine e situazioni assai familiari ai cinefili, utilizzando un sistema che permetterà di riavvolgere il tempo e passare da un personaggio all'altro.

L'avventura - per cui è stato pubblicato un primo trailer, visibile poco più in alto in questo stesso articolo - propone una serie di missioni affrontabili sia in singolo che in multiplayer, ed in cui l'enfasi è posta sul gioco di squadra. Di conseguenza i giocatori dovranno sfruttare i punti di forza di ognuna delle iene per poter avere successo in tutte le missioni. 

Stando a quanto dichiarato da Liam Patton, CEO di Big Stars Games, l'obiettivo degli sviluppatori è stato quello di ricreare l'atmosfera tesa e drammatica del film, cercando di rimanere fedeli agli elementi che l'hanno resa unica e indimenticabile.

Advertisement

Dal grande schermo al pad, il caso Apocalypse Now

Le Iene non è l'unico caso recente di una trasposizione dal cinema al videoludo. 

Lasciando un attimo da parte il brutale Venerdì 13 e l'onirico Avatar di Ubisoft, Francis Ford CoppolaAmerican Zoetrope (fondato dallo stesso Coppola e da George Lucas, il "papà" di Star Wars), in collaborazione con Framestore Ventures, hanno annunciato il videogame di Apocalypse Now, ispirato alla celebre pellicola del 1979.

Advertisement

Il videogame di Apocalypse Now appartiene al genere degli horror psicologici, in cui andremo ad impersonare il capitano Willard, chiamato ad assassinare il colonnello Kurtz. Il tutto sarà condito da scelte morali, che naturalmente influiranno sulla narrazione del gioco e sul finale, in modo da stupire anche chi conosce il film alla perfezione.

Tutti i videogiochi al cinema

Hollywood, nonostante i risultati non certo brillanti dei recenti Assassin's Creed e Resident Evil - The Final Chapter, continua ad attingere ispirazione dal mondo del gaming, alimentando il processo creativo inverso rispetto a quello de Le Iene.

Sono infatti tantissimi i film in lavorazione ispirati a saghe videoludiche amatissime. Da Tomb Raider a Uncharted, passando per Metal Gear Solid, Splinter Cell, The Last of Us e The Division.

Non tutti i progetti in cantiere hanno convinto gli appassionati in sede d'annuncio. Quel che è certo è che i fan dei videogiochi avranno, nei prossimi mesi, un motivo in più per affollare i cinema di tutto il mondo.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Leggi per sapere che cosa ha replicato Robert Downey Jr. in merito alle dichiarazioni che Quentin Tarantino ha fatto sui titoli prodotti da Marvel Studios.
Autore: Francesca Musolino ,
Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Alcune dichiarazioni di Quentin Tarantino sui titoli prodotti da Marvel Studios hanno finito per alzare un polverone. Per questo motivo diversi attori che fanno parte del Marvel Cinematic Universe (MCU) si sono sentiti chiamati in causa e hanno voluto dire la loro in merito. 

Il primo che ha replicato a Tarantino è stato Simu Liu in qualità di protagonista del film Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli. Mentre in seguito anche Samuel L. Jackson che nell'MCU interpreta Nick Fury ha risposto alle parole pronunciate dal regista. Questa volta è il turno di Robert Downey Jr. attore che è conosciuto per il ruolo di Iron Man sempre all'interno dell'Universo Marvel.

Sto cercando altri articoli per te...