Robert Downey Jr. non voleva pronunciare quella frase in Avengers: Endgame

Autore: Marcello Paolillo ,
Copertina di Robert Downey Jr. non voleva pronunciare quella frase in Avengers: Endgame

Lo scorso 2 maggio, i registi di Avengers: Endgame Anthony e Joe Russo hanno spiegato che un dettaglio chiave di un'epica sequenza del film con protagonista Tony Stark/Iron Man è stato aggiunto quasi a "sorpresa".

Attenzione Spoiler!
Clicca per leggere il contenuto ;)
Parliamo dell'omai celebre frase "Io sono Iron Man", pronunciata dal nostro eroe poco prima del suo sacrificio finale usando le Gemme dell’Infinito, sconfiggendo così il perfido Thanos una volta per tutte. La battuta non era infatti stata scritta nella sceneggiatura originale, essendo stata aggiunta all'ultimo minuto in sala di montaggio (e prima delle riprese aggiuntive decise della produzione).Ora, come riportato da CinemaBlend, il regista Joe Russo ha rivelato che lo stesso Robert Downey Jr. è stato piuttosto restio a pronunciare quella frase.

È una storia interessante. Ho cenato con Robert Downey Jr. circa due settimane prima di girare la scena. E lui diceva 'Non lo so. Non voglio davvero tornare indietro ed entrare in quello stato emotivo. Ci vorrà… è difficile'.

Incredibilmente, il produttore Joel Silver era presente alla cena. È un vecchio amico di Robert e gli ha detto: 'Robert, di cosa stai parlando? Questa è la più grande battuta che abbia mai sentito! Devi pronunciate questa frase! Devi farlo!' Ringrazio Dio che Joel Silver fosse a cena quella sera, visto che ci ha aiutato a convincere Robert a dire quella battuta.

In ogni caso, il personaggio che ha dato il via al Marvel Cinematic Universe (con il primo Iron Man, nel 2008) è sempre stato destinato a morire in Endgame, fin dalla prima stesura della storia. A rivelarlo è stato lo sceneggiatore Christopher Markus, il quale ha reso noto lo scorso 29 aprile che, nonostante fosse possibile far tornare Tony Stark dopo gli eventi di Endgame, il loro obiettivo primario era comunque quello di fare uscire di scena il personaggio nel modo più eroico possibile.

Quella è la vita per cui ha lottato. Lui e Pepper si mettono insieme? Sì. Si sono sposati, hanno avuto una figlia, è stato grandioso. È una bella morte. Non sembra una tragedia. Suona più come l'epilogo di una vita eroica.

Secondo voi il finale scelto per Iron Man è stato davvero quello che il personaggio di Tony meritava?

Advertisement
Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Thor Love and Thunder: cosa vedere prima di andare al cinema

Quali sono i film da rivedere assolutamente prima di Love and Thunder e quali invece sono solo opzionali? Ecco una guida al rewatch.
Autore: Elisa Giudici ,
Thor Love and Thunder: cosa vedere prima di andare al cinema

Il 6 luglio 2022 arriverà nelle sale italiane Thor: Love and Thunder, il quarto film Marvel che ha per protagonista Chris Hemsworth nei panni del Dio del tuono.

Giunti a questo punto del suo viaggio nel Marvel Cinematic Universe (MCU), Thor è uno degli eroi più amati, popolari e ricorrenti all'interno delle varie fasi della continuity voluta da Kevin Feige. Questo significa che in Love and Thunder si farà riferimento a molti fatti avvenuti nei film precedenti dedicati a Thor, ma non solo. 

Sto cercando altri articoli per te...