Robert Downey Jr. torna in una serie TV: The Sympathizer sarà diretta da Park Chan-wook

Autore: Silvia Artana ,
News
3' 11''
Copertina di Robert Downey Jr. torna in una serie TV: The Sympathizer sarà diretta da Park Chan-wook

La lunga esperienza di Robert Downey Jr. nel Marvel Cinematic Universe (MCU) si è conclusa con Avengers: Endgame e da allora l'attore si è preso a tutti gli effetti un periodo di pausa (la produzione del poco fortunato Dolittle è iniziata prima dell'uscita del cinecomic). Ma adesso è arrivato il momento di un nuovo ruolo. Come scrive Deadline, l'interprete di Iron Man si prepara a tornare in pista come co-protagonista della serie TV The Sympathizer.

Il nuovo progetto è targato HBO ed è l'adattamento del romanzo con lo stesso titolo (in italiano, Il simpatizzante) scritto dall'accademico e blogger vietnamita Viet Thanh Nguyen e premiato con il Pulitzer nel 2016. La serie sarà diretta dal regista coreano Park Chan-wook, famoso per la "trilogia della vendetta" (composta dalle pellicole Mr. Vendetta, Old Boy e Lady Vendetta). Il filmmaker sarà anche co-showrunner con Don McKellar e i due rivestiranno il ruolo di produttori esecutivi insieme a Robert Downey Jr. e la sua Team Downey e Rhombus Media.

Advertisement

Prodotto Consigliato Il romanzo Il simpatizzante da cui è tratta la serie The Sympathizer 17.1€ da Amazon 17.10€ da Nguyen Viet, Thanh

The Sympathizer è stato descritto come un "magistrale romanzo di spionaggio" e "un'esplosiva esplorazione dell'identità e dell'America" e il New York Times ha paragonato il suo autore a mostri sacri come Joseph Conrad, Graham Greene e John le Carré. Ma il libro di Viet Thanh Nguyen è anche una "potente storia di amore e amicizia".

La trama è complessa (e per dirla tutta, raccontarla per intero sarebbe un delitto), ma a grandi linee la vicenda ruota intorno a un personaggio chiamato "il Capitano". L'uomo è una spia comunista per metà francese e metà vietnamita e Il simpatizzante narra le sue peripezie durante gli ultimi giorni della guerra in Vietnam e l'esilio negli Stati Uniti.

Deadline scrive che HBO (insieme ai suoi partner nel progetto, A24, Rhombus Media, Cinetic Media e Moho Film) è attualmente in cerca "del protagonista e del resto dell'ensemble prevalentemente vietnamita". Invece, per la partecipazione di Robert Downey Jr. non c'è stato bisogno di lunghe trafile di casting. Anzi. A quanto pare, la star del MCU avrebbe voluto la parte per (di)mostrare la sua capacità di interpretare ruoli diversi e sfaccettati.

Advertisement

Stando alle parole di alcuni insider, l'attore avrebbe intrapreso una nuova fase della sua carriera e sarebbe intenzionato a mettersi alla prova in parti da antagonista principale. E a quanto pare, la sua agenda sarebbe già fitta, con un ruolo da membro emergente del congresso di Orange County, uno da agente della CIA e un altro da regista di Hollywood.

Di sicuro, Robert Downey Jr. crede profondamente nel progetto di The Sympathizer ed è concentrato perché riesca nel migliore dei modi possibili:

Adattare il lavoro magistrale di Viet Thanh Nguyen richiede un team visionario. Con il regista Park Chan-wook alla guida del progetto, mi aspetto che questa sia un'avventura produttiva creativa per Susan e per tutto il Team Downey e un processo stimolante per me per quanto riguarda interpretare ruoli secondari complessi. A24 e HBO sono i partner e i co-genitori perfetti... È esattamente il tipo di sfida che desideravo e credo che offriremo un'esperienza eccezionale al nostro pubblico.

L'adattamento de Il simpatizzante segna la seconda collaborazione tra la compagnia dell'attore e HBO dopo la fortunata prima stagione di #Perry Mason (che è valsa la nomination all'Emmy al suo protagonista, Matthew Rhys). La nuova serie coincide anche la seconda esperienza di Robert Downey Jr. in TV. L'attore ha preso parte a 25 episodi di #Ally McBeal ed era uno dei beniamini del pubblico, ma la sua tumultuosa vita privata dell'epoca gli è costata l'allontamento dalla serie.

Advertisement

Adesso i tempi sono decisamente diversi e i fan non vedono l'ora di ritrovare Robert Downey Jr. sullo schermo.

Photo cover credits: "Robert Downey, Jr." by Gage Skidmore is licensed under CC BY-SA 2.0

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

7 attori che hanno accettato film brutti solo per soldi

Scopri la lista di alcuni attori e attrici hanno accettato di partecipare a brutti ruoli e brutti film solo per il compenso.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
7 attori che hanno accettato film brutti solo per soldi

Quello dell'attore o dell'attrice è un mestiere e, al netto di aspirazioni artistiche trascendentali, serve per guadagnarsi da vivere. Quindi chiunque inizia nel campo del cinema e della televisione è portato ad accettare un po' tutte le parti che gli vengono proposte, ma quando si tratta di una celebrità affermata si pensa che non è così e che un attore importante o un'attrice che ha già vinto un Oscar scelgano solo parti di rilievo in film belli. La verità è che il 99% delle volte non si può certo guardare dentro una palla di cristallo per prevedere se un film sarà bello o brutto: ci sono davvero tantissimi fattori che possono influire sulla qualità di un'opera audiovisiva. In molti finisco direttamente per ricevere un Razzie Award, ovvero un premio per il peggior film dell'anno o per la peggior interpretazione dell'anno.

A volte capita di incappare in una produzione di un film brutto ma altre volte, anche se si ha il sentore che quel film sarà pessimo, lo si accetta lo stesso... per soldi! È capitato a tante star di Hollywood a tanti attori e attrici così detti di serie A. Ecco quindi una lista di 7 attori e attrici famosi che hanno scelto parti chiaramente brutte solo per soldi.

Sto cercando altri articoli per te...