Robert Miles è morto: il DJ, compositore e produttore aveva 47 anni

Autore: Silvia Artana ,
Copertina di Robert Miles è morto: il DJ, compositore e produttore aveva 47 anni

Il mondo della musica dice addio a Robert Miles. Come riporta Dj Mag Italia, il deejay, compositore e produttore discografico di fama internazionale è morto a 47 anni a causa di una "brutta malattia".

Stando alle poche informazioni trapelate, l'artista si è spento nella sua casa di Ibiza e la notizia della scomparsa si è diffusa nella notte tra il 9 e il 10 maggio.

Advertisement

Robert Miles: la vita e la carriera

Robert Miles, al secolo Roberto Concina, era nato il 3 novembre 1969 a Fleurier, in Svizzera, da genitori italiani emigrati.

È tornato in Italia con la famiglia durante l'infanzia, stabilendosi a Fagagna, in Friuli, dove ha iniziato a suonare il pianoforte e ha intrapreso gli studi per diventare perito elettronico.

Ma a 17 anni ha lasciato la scuola e si è dedicato completamente alla sua grande passione, la musica, creando una propria stazione radio amatoriale ed esordendo come deejay con lo pseudonimo di Robert Milani.

La carriera alla consolle l'ha portato a girare per tutta l'Italia e all'estero, a Londra, Los Angeles, Berlino e Ibiza.

Dopo una lunga gavetta e i primi riconoscimenti, il successo internazionale è arrivato nel 1996 con Children, considerato uno dei brani più rappresentativi del genere trance. 

Il singolo ha venduto più di 5 milioni di copie ed è stato utilizzato come sigla di Festivalbar (insieme a un altro pezzo dell'artista, Fable), mentre l'album Dreamland ha ricevuto diversi dischi di platino. Ma non solo.

Le sonorità del disco sono valse a Robert il Brit Award come Best International Newcomer (unico italiano ad averlo mai ricevuto) e il World Music Award.

Advertisement
Advertisement

Il secondo album, 23am, è arrivato nel 1997, mentre il terzo e il quarto, Organik (a cui è seguito Organik Remix) e Miles Gurtu (in collaborazione con il compositore e percussionista indiano Trilok Gurtu), sono stati pubblicati nel 2001 e nel 2004 dalla sua etichetta indipendente Salt Records, ed esplorano un genere molto diverso da quello che l'ha reso famoso.

L'ultimo lavoro dell'artista è stato Th1rt3en, nel 2011.

Robert Miles: l'omaggio dei colleghi

La scomparsa di Robert Miles è stata accolta con grande emozione dai fan e dai colleghi.

Il deejay e produttore Joe T. Vannelli ha parlato della strada percorsa insieme all'amico, dicendo di essere "incredulo e sconvolto" per la notizia della sua morte:

Fargetta ha reso omaggio all'artista ricordando di essere stato il primo a suonare Children:

Advertisement

E Albertino ha detto addio a Robert proprio trasmettendo in radio il suo pezzo più famoso:

Il deejay è stato ricordato sui social anche da diversi artisti stranieri, tra cui Boy George, che ha definito la notizia della sua morte "molto triste":

[twitter id="862200166090256384"]

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Leggi per sapere che cosa ha replicato Robert Downey Jr. in merito alle dichiarazioni che Quentin Tarantino ha fatto sui titoli prodotti da Marvel Studios.
Autore: Francesca Musolino ,
Anche Robert Downey Jr. replica alle accuse di Tarantino

Alcune dichiarazioni di Quentin Tarantino sui titoli prodotti da Marvel Studios hanno finito per alzare un polverone. Per questo motivo diversi attori che fanno parte del Marvel Cinematic Universe (MCU) si sono sentiti chiamati in causa e hanno voluto dire la loro in merito. 

Il primo che ha replicato a Tarantino è stato Simu Liu in qualità di protagonista del film Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli. Mentre in seguito anche Samuel L. Jackson che nell'MCU interpreta Nick Fury ha risposto alle parole pronunciate dal regista. Questa volta è il turno di Robert Downey Jr. attore che è conosciuto per il ruolo di Iron Man sempre all'interno dell'Universo Marvel.

Sto cercando altri articoli per te...