Sailor Moon al Met Gala 2019 grazie all'abito Chanel di Lily-Rose Depp

Autore: Alice Grisa ,

Poche notti sono glam e stellari come il MET Gala, l’evento più atteso dai fashion lover. Il tema 2019, Camp: Notes on fashion richiedeva alle star di sfoggiare look a tema camp, una versione chic del trash, e questo ha scatenato la fantasia di attori, modelle e soprattutto stilisti.

Lily-Rose Depp, tra la schiera di presenti, ha incarnato il ruolo di Sailor Pluto, indossando il costume di una delle guerriere Sailor.

Advertisement

L’abito viene da un progetto dell’artista del manga giapponese, Naoko Takeuchi, destinato a un artbook che ritraeva l’eroina con addosso questo particolare costume. L’abito della Sailor è praticamente identico a quello della figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis.

Il look di Lily-Rose era firmato Chanel, maison di cui la giovane modella è testimonial da tempo. E Chanel, come racconta ComicBook, aveva già creato un modello simile all’abito di Sailor Pluto nel lontano 1992, quindi l’abito della stella è citazionista, pop ma anche vintage. Pare che Naoko Takeuchi si fosse proprio ispirata proprio alla sfilata della casa di moda francese.

[twitter id="1125553348768423943"]

Il vestito era lungo e nero ma, soprattutto, sormontato da catenine dorate che lo abbellivano in mood totalmente Nineties. Anche le spalline erano a forma di catene dorate, interrotte da piccoli fiori sempre golden. Sul décolleté troneggiava una pietra preziosa rossa.

Advertisement

Lily-Rose ha abbinato l'outfit a una gioielleria minima (sempre dorata) e a sandali dello stesso colore, mentre l’hairstyle, semplice e vaporoso, consisteva nei lunghi capelli cenere sciolti sulle spalle. Il make up metteva in evidenza la straordinaria somiglianza con sua madre.

Quasi 30 anni dopo il suo debutto, Sailor Moon è diventato un anime cult nell’immaginario collettivo.

Advertisement
Panini Comics
Sailor Pluto nell'artbook di Naoko Takeuchi
Sailor Pluto nell'artbook

Le Sailor sono un simbolo indelebile per più generazioni, anche per chi non le ha vissute in prima persona durante i cartoni animati della fascia televisiva pomeridiana.

Che ne pensate? Vi è piaciuto questo look?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...