Sarah Michelle Gellar con Charisma Carpenter: Joss Whedon accusato di abusi sul set di Buffy e Angel

Autore: Elena Arrisico ,
News
5' 8''
Copertina di Sarah Michelle Gellar con Charisma Carpenter: Joss Whedon accusato di abusi sul set di Buffy e Angel

Dopo le accuse mosse da Ray Fisher, #Joss Whedon è nuovamente al centro di una bufera: Charisma Carpenter, la Cordelia Chase di #Buffy l’ammazzavampiri (Buffy the Vampire Slayer) e #Angel, ha approfittato del proprio profilo Instagram per raccontare la propria verità.

Per quasi due decenni, ho tenuto a freno la lingua e ho persino trovato delle scuse per alcuni eventi che mi traumatizzano ancora oggi.

Advertisement

Inizia così il lungo post di Charisma, in cui vengono mosse pesanti accuse di abusi di potere a quello che è il creatore del Buffyverse. Secondo quanto rivelato, Joss Whedon avrebbe abusato del proprio potere in diverse occasioni, mentre l’attrice lavorava sul set sia di Buffy che di Angel.

Sebbene trovasse divertente la sua cattiva condotta, questa non faceva altro che aumentare la mia ansia da prestazione.

Carpenter ha raccontato che quanto successo la fa soffrire ancora oggi e di aver affrontato tutto da sola, “anche in modo distruttivo”.

Ha creato ambienti di lavoro ostili e tossici sin dall’inizio della sua carriera. Lo so perché l’ho vissuto in prima persona. Come le sue continue minacce passivo-aggressive di licenziarmi.

Buffy l'ammazzavampiri Buffy l'ammazzavampiri Arriva nella piccola cittadina di Sunnydale Buffy Summers, una giovane ragazza appena trasferitasi con la madre da Los Angeles, città da cui aveva preferito andarsene dopo l'espulsione dalla scuola che ... Apri scheda

Pare che Whedon chiamasse “grassa” Carpenter davanti ai colleghi quando, durante le riprese di Angel, era incinta di quattro mesi. L’ex-Cordelia ha poi raccontato che aveva l’abitudine di denigrare e mettere gli uni contro gli altri per portare a inutili competizioni.

Mi chiese se ‘avessi intenzione di tenere’ il bambino.

Whedon accusò Carpenter di voler sabotare la serie, minacciandola di licenziarla più volte e, infine, facendolo sul serio dopo il parto.

Al sesto mese di gravidanza, mi venne chiesto di presentarmi al lavoro all’una di notte dopo che il mio medico mi aveva raccomandato di lavorare meno.

Angel Angel Angel è un vampiro che dopo una serie di aberranti omicidi e torture contro le sue vittime è tormentato dal ritorno della sua anima. Esso è a capo di un'agenzia ... Apri scheda

A causa del lavoro impegnativo e dello stress emotivo a cui era sottoposta, Charisma iniziò a soffrire delle cosiddette contrazioni di Braxton Hicks, ovvero le false doglie.

Sfortunatamente, tutto questo accadde durante uno dei periodi più belli per una neo-mamma. Tutte quelle promesse e quella gioia mi furono succhiate via e Joss fu il vampiro.

Qualche ora dopo, sul proprio profilo Instagram, Sarah Michelle Gellar - interprete di Buffy Summers, nella serie prodotta dal 1997 al 2003 per 7 stagioni – ha commentato la dichiarazione della ex-collega, sostenendola apertamente:

Advertisement

Sebbene io sia orgogliosa di avere il mio nome associato a quello di Buffy Summers, non voglio essere associata per sempre a Joss Whedon. Attualmente, sono più impegnata con la mia famiglia e a sopravvivere a una pandemia, quindi per ora non farò altre dichiarazioni in merito, ma sono dalla parte delle vittime di abusi e sono orgogliosa di chi denuncia apertamente.

Michelle Trachtenberg Dawn Summers nella serie – ha repostato il post dell’amica Sarah Michelle Gellar, parlando dei "comportamenti inappropriati" di Whedon e scrivendo in una storia:

Noi sappiamo cosa ha fatto dietro le quinte.

Amber Benson (Tara Maclay), invece, ha retweettato il post di Charisma, scrivendo:

Buffy era un ambiente tossico, iniziando dalla cima. Charisma Carpenter sta dicendo la verità e io la sostengo al 100%.

Sceneggiatore, regista e produttore, Joss Whedon ha trovato la fama grazie alla serie Buffy l’ammazzavampiri e, poi, a quella di Angel (prodotta dal 1999 al 2004 per 5 stagioni). Nella sua carriera si è occupato anche di film come #The Avengers, #Avengers: Age of Ultron e #Justice League.

Advertisement

WarnerMedia ha avviato un’indagine in seguito alle accuse che gli sono state mosse da Ray Fisher. Al momento, Whedon non ha rilasciato dichiarazioni.

[Aggiornamento del 12/02/2021] Passano le ore e altri membri del cast di Buffy e Angel iniziano a esporsi contro Joss Whedon. Sul proprio profilo Instagram, Eliza Dushku (Faith Lehane) ha taggato la collega Charisma Carpenter scrivendo:

CC, il mio cuore soffre per te e mi dispiace che tu lo abbia nascosto per tutto questo tempo. Il tuo post è potente, doloroso. [...] Grazie, non lo sapevo e non me ne dimenticherò.

L'attrice - che ha lavorato con Joss Whedon anche nella serie #Dollhouse, dal 2009 al 2010 per 2 stagioni - ha poi puntualizzato come i segreti ci facciano soffrire, specificando di aver imparato che la profonda guarigione inizia soltanto quando si trova il coraggio di fare i nomi e raccontare le proprie esperienze: "il primo passo necessario (quando si è pronti) per liberare noi stessi dai segreti, dalle verità non dette che ci tengono isolati e in ostaggio". Eliza ha concluso il suo lungo post con un:

Advertisement

Ti ammiro, ti rispetto e ti voglio bene.

Pur non avendo mosso accuse a Whedon - come riporta Deadline - nel 2018, Dushku ha denunciato gli abusi sessuali subiti da Joel Krammer nel 1994, quando aveva soltanto dodici anni. L'attrice è stata anche pagata più di 9 milioni di dollari per non rivelare le molestie verbali subite da Michael Weatherly sul set di Bull.

Il primo uomo del cast di Buffy e Angel a parlare del caso Joss Whedon è, invece, Anthony Head (l'indimenticabile Osservatore di Buffy, Rupert Giles): intervistato a This Morning, l'attore si è detto particolarmente dispiaciuto di non essersi mai reso conto di ciò che stava avvenendo.

Sono stato sveglio tutta la notte, pensando: 'Di cosa non mi sono accorto?' [...] Uno dei miei ricordi più cari di Buffy è il fatto che fosse così potente, non soltanto per la sua sceneggiatura, ma per l'atmosfera familiare. Sono veramente dispiaciuto che alcune persone abbiano dovuto affrontare certe esperienze. Io ero come una figura paterna.

Head ha, poi, detto che avrebbe voluto che qualcuno fosse andato da lui a parlarne, specificando che comunque il post di Charisma Carpenter si riferisce soprattutto a quanto accaduto sul set di Angel, quando il personaggio di Giles si era allontanato per un po' dal Buffyverse.

Probabilmente, riferendosi al commento di  Michelle Trachtenberg, ha aggiunto:

Ci sono altri post che mi fanno pensare: 'Com'è possibile che io non mi stessi accorgendo di ciò che stava accadendo?'

Qualche ora dopo i primi commenti, sul suo profilo Instagram, Trachtenberg ha aggiunto:

Ora la gente sa cosa Joss ha fatto. L'ultimo commento che farò: c'era una regola che diceva che non gli era permesso stare in una stanza da solo con me.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il reboot afroamericano di Buffy annullato dai produttori?

Leggi di come versano gli stati di lavoro sull'atteso reboot di Buffy l'ammazzavampiri, originariamente annunciato nel 2018.
Autore: Marco Manvati ,
Il reboot afroamericano di Buffy annullato dai produttori?

Nel 2018 è stato confermato un reboot di Buffy l'ammazzavampiri, ossia la nota serie TV degli anni '90 che ha riscosso un enorme successo con ben sette stagioni prodotte. Da allora non si sono avute più notizie di questo nuovo progetto.

Il reboot, con Gail Berman nei panni di produttore esecutivo, dovrebbe avere come protagonista una ragazza afroamericana (come riportato da Deadline), a differenza dell'opera originale che aveva la caucasica attrice Sarah Michelle Gellar al comando della congrega dei Cacciatori di Vampiri. Ma, adesso, stando a quanto riportato da Berman stesso durante l'ultima puntata del podcast di The Hollywood Reporter, il progetto è stato messo in pausa.

I motivi non sono stati esplicitati, ma dallo stato in cui versava la produzione del reboot potremmo intuire il perché è stato stoppato il progetto: il nuovo Buffy, oltre a non avere ancora un network dove poter mettere in onda i propri episodi, mancava ancora di una linea guida su cosa sarebbe dovuto essere.

Infatti, si era ancora indecisi se renderlo un vero e proprio reboot, e introdurre quindi nuovi personaggi e nuovi attori, oppure un semplice revival, richiamando i vecchi protagonisti per combattere il male ancora una volta.

All'epoca dell'annuncio del reboot, nel 2018, la showrunner Monica Owusu-Breen affermò infatti che i personaggi originali largamente amati dai fan non potevano essere sostituiti, e nemmeno avrebbero provato a farlo, suggerendo però che il mondo di oggi è molto più pauroso rispetto a 20 anni fa. Quest'ultima frase in particolare suggeriva quindi un reboot.


Nel frattempo, se avete voglia di guardare un prodotto legato a vampiri e mostri di ogni genere, vi consigliamo di dare un'occhiata al film Day Shift, da poco approdato su Netflix. La pellicola e Buffy ha infatti una cosa in comune con il film Day Shift.

Sto cercando altri articoli per te...