Il costume di Scarlet Witch ha più di un significato nascosto

Autore: Elisa Giudici ,
News
3' 0''
Copertina di Il costume di Scarlet Witch ha più di un significato nascosto

Il costume di Wanda Maximoff/Scarlett Witch ha subito molte variazioni nel corso delle fasi del Marvel Cinematic Universe. Nella sua ultima apparizione, in Doctor Strange nel Multiverso della follia, ha subito un restyling molto accurato...che nasconde più di un significato profondo. 

A guidarci in questa analisi del look di Wanda e di cosa rappresentino certi dettagli è Andy Park, colui che crea e disegna l'aspetto di Scarlet Witch sin dalla sua prima apparizione in Age of Ultron. In un video caricato sul canale Youtube di Marvel, Andy Park ha spiegato come è stato creato l'ultimo costume di Scarlet Witch e cosa significano certi particolari:

Advertisement

Gli omaggi a Visione

Il costume di Scarlet Witch visto in Doctor Strange nel Multiverso della follia è una derivazione (degenerazione?) di quello visto nell'episodio finale di WandaVision. 

C'è un particolare che rimane stabile, inserito nel "collare" alla base del collo di Wanda: un piccolo elemento a forma poligonale. Secondo Andy Park è un riferimento alla gemma che era sulla fronte di Visione, di cui ricalca e stilizza la forma.

Marvel Studios
Doctor Strange 2 - un primo piano di Wanda

Il fatto che sia un "buco", cioè un vuoto, ad avere questa forma ovviamente non è un caso. Questo dettaglio simboleggia sia il modo in cui Visione è morto (la rimozione della gemma dalla sua fronte) ma anche il vuoto che ha lasciato Visione nella vita e nel cuore di Wanda. 

Il costume è sviluppato in modo da avere molti elementi a forma di "v" sul busto, sulle gambe e negli inserti laterali. Un sottile riferimento all'amato di Wanda. 

La crepa nel cuore

Un altro elemento che questo costume sviluppa a partire dal precedente è quello verticale che "taglia in due" il petto di Wanda. 

Advertisement
Advertisement
Marvel studios
Doctor Strange 2 - Wanda fa un incantesimo

Non sono molti i supereroi Marvel ad avere questo tipo di design. Nel caso di Wanda, è un'evoluzione del corsetto che precedentemente ha indossato. Il fatto che la parte centrale e verticale sia così sottolineata vuole essere un rimando al dolore di Wanda, ha spiegato Andy Park. 

Quella linea verticale è il rimando visibile di quanto il cuore di Wanda sia ferito, squarciato, fatto a pezzi dalla perdita del fratello, dell'amato, dall'impossibilità di avere i suoi figli con sé in questa dimensione.

Da eroina a cattiva

Un discorso a parte si può fare per l'evoluzione che il costume ha avuto in fatto di texture e materiali in Doctor Strange 2. 

Inizialmente il costume di Scarlet Witch era senza maniche, ma poi sono state aggiunte per volere di Sam Raimi. Per coprire le braccia di Wanda è stata scelta una stoffa rossa con un motivo a squame nerastre. 

Lo si nota bene solo in alcune scene, per esempio in questa:

Advertisement
Marvel Studios
Doctor Strange 2 - Wanda

Sia le maniche sia i pantaloni del costume di Scarlet Witch non sono lineari né regolari. Hanno texture complesse, ricche, dove il nero si mescola con il rosso e il bordeaux, dando un effetto profondo, sinistro, ibridato. 

Il primo rimando che viene alla mente è con il mantello di Strange, creato con un mix di stoffe dalle diverse texture e con tanti motivi. Il mantello però rimane rosso vivo e "ordinato": è giocoso e carismatico, ma appartiene chiaramente a un eroe positivo. 

Marvel Studios
Doctor Strange 2 - l'interno del mantello

I tessuti scelti per Wanda invece, il motivo complesso alla base del collo in cui s'intrecciano vari filamenti rossi e neri, tutto ricorda il mondo dei predatori e dei demoni. Questo costume rappresenta visivamente la corruzione di Wanda sotto l'influsso del Darkhold, il suo passaggio dai buoni ai cattivi

 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Giancarlo Esposito: "Ho parlato con Marvel per 3 personaggi" [VIDEO]

Guarda il video in cui Giancarlo Esposito, "il re del pollo aka Gus Fring", parla di un suo possibile coinvolgimento nel Marvel Cinematic Universe.
Autore: Francesca Musolino ,
Giancarlo Esposito: "Ho parlato con Marvel per 3 personaggi" [VIDEO]

Una delle sue interpretazioni meglio riuscite, è senza dubbio quella di Gustavo "Gus" Fring nella storica serie di successo Breaking Bad e nel suo spin-off, Better Call Saul. Un ruolo che non solo gli è valso tre nomination agli Emmy Awards, ma grazie al quale è riuscito anche a diventare uno dei personaggi televisivi più amati dal pubblico.
Ma Giancarlo Esposito non è soltanto noto come il "re del pollo fritto". È un attore molto versatile, che nel tempo ha interpretato egregiamente differenti ruoli, in particolare quelli da cattivo, come ad esempio Moff Gideon nella saga The Mandalorian e Stan Edgar nella serie TV The Boys, solo per citare alcuni dei più recenti.
Anche per questo motivo, i suoi fan è da tanto che sperano di vederlo in altri ruoli particolari, tra cui i personaggi della saga degli X-Men.

Una piccola scintilla in tal senso si è accesa di recente, quando Giancarlo ha lasciato alcune interessanti dichiarazioni in merito.
Come riporta The Direct, il 5 agosto 2022 ospite al TJH Superhero Car Show & Comic Con in Texas, l'attore ha rivelato di aver avuto delle conversazioni con Marvel Studios, per un possibile ruolo nell'MCU.
Nonostante non ci sia ancora nulla di ufficiale, trattandosi soltanto di una chiacchierata informale per il momento, Esposito si è comunque divertito a stuzzicare i fan presenti all'evento, elencando alcuni dei nomi che sono saltati fuori durante tali conversazioni.
Tra questi c'erano proprio dei personaggi degli X-Men, quali Magneto, il Dr. Freeze e Charles Xavier alias Professor X.

Sto cercando altri articoli per te...