She-Hulk, 5 collegamenti con la storia dell'MCU nell'episodio 1

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Copertina di She-Hulk, 5 collegamenti con la storia dell'MCU nell'episodio 1

18 agosto 2022 è la data decisa da Disney+ per il debutto della nuova serie TV dal titolo She-Hulk: Attorney at Law. Questa è perfettamente calata nella storia del Marvel Cinematic Universe, come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione dei primi 4 episodi di She-Hulk: Attorney at Law. A dimostrazione di ciò, il primo episodio dal titolo "Un normale livello di rabbia" ha cinque importanti riferimenti alla storia del Marvel Cinematic Universe.

Attenzione: il seguente articolo contiene spoiler sul primo episodio di She-Hulk: Attorney at Law

Advertisement

She-Hulk: Attorney at Law She-Hulk: Attorney at Law In "She-Hulk: Attorney at Law,” dei Marvel Studios, Jennifer Walters - un avvocato specializzato in casi legali superumani - vive una complicata vita da trentenne single, e si dà il ... Apri scheda

I riferimenti al Marvel Cinematic Universe di She-Hulk: Attorney at Law nel dettaglio in questa lista:

Il bracciale di Bruce Banner

Marvel Studios
Bruce Banner mostra il bracciale a She-Hulk

All'inizio del flashback dell'episodio 1 di She-Hulk: Attorney at Law Bruce Banner è in auto con la cugina Jennifer Walters. Banner le mostra che ha creato un bracciale speciale per avere sembianze umane e non apparire sempre come Hulk. Questo perché durante i 5 anni intercorsi tra Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame Bruce Banner ha ideato un modo per trasformarsi definitivamente in una versione di Hulk, detta Smart Hulk, che mette insieme il cervello di Banner e i muscoli del Golia Verde.

Oltre a ciò questa scena di She-Hulk: Attorney at Law spiega il perché Bruce Banner appare con le sembianze umane nella scena dei titoli di coda di Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli.

Steve Rogers è vergine?

Marvel Studios
Captain America durante il tour della Seconda Guerra Mondiale

All'inizio del primo episodio di She-Hulk: Attorney at Law, Jennifer Walters intraprende una discussione con suo cugino Bruce a proposito della verginità di Steve Rogers. Per Jennifer, il personaggio di Chris Evans è vergine poiché prima che lui diventasse Captain America era single e durante la Seconda Guerra Mondiale è stato parecchio impegnato.

La scena dei titoli di coda del primo episodio di She-Hulk: Attorney at Law svela che Steve Rogers non è vergine, poiché ha fatto sesso nel 1943 con una ragazza durante il tour promozionale americano, che si vede nel film Captain America: Il primo Venditcatore.

Advertisement
Advertisement

L'astronave di Saakar

Marvel Studios
L'astronave di Sakar davanti l'auto di Jennifer Walters

Il brusco incidente, le cui conseguenze danno i poteri a Jennifer Walters, è causato dall'arrivo sulla Terra di una astronave il cui modello è già stato visto nel film Thor: Ragnarok. Questo velivolo proviene indubbiamente da Saakar, lo conferma anche Smart Hulk, ma l'episodio non mostra chi lo pilota. Alcune ipotesi sono state fatte nel nostro articolo She-Hulk, un'astronave da Saakar nel nuovo spot.

Hulk dice che si tratta di una nave corriere sakariana classe 8. Questa classificazione di una nave spaziale la si sente in She-Hulk per la prima volta.

La mano di qualcun altro al timone

Marvel Studios
Bruce Banner parla di Hulk a Thor

La frase rivolta da Smart Hulk a She-Hulk:

Sicura di non sentire la mano di qualcun altro al timone?

È un chiaro riferimento a quanto detto dallo stesso Bruce Banner a Thor nel film Thor: Ragnarok. Bruce voleva spiegare al Dio del Tuono che Banner aveva la sensazione di essere seduto nel sedile posteriore di una auto e che ci fosse Hulk al volante. Infatti, in Thor: Ragnarok viene presentato un Hulk, che non si trasforma in Bruce Banner da ormai 2 anni. Nella stessa discussione con She-Hulk, Smart Hulk ricorda anche questo periodo di 2 anni passato sul pianeta alieno Sakar.

Advertisement

La ninna nanna di Natasha

Marvel Studios
Hulk e Vedova Nera nel film Avengers: Age of Ultron

Smart Hulk dice a Jennifer che per trasformarsi da Hulk a Bruce Banner, Natasha gli cantava una ninna nanna. Il riferimento è al film Avengers: Age of Ultron nel quale gli Avengers, Natasha aka Black Widow in particolare, avevano studiato una cantilena per fermare Hulk e far tornare lo scienzato Bruce Banner.

Infine, per quanto riguarda il laboratorio gamma di Smart Hulk e il tempo trascorso con Tony Stark potete leggere il nostro articolo dedicato dal titolo Quand'è che Tony Stark ha costruito il laboratorio di Hulk?.

She-Hulk: Attorney at Law è disponibile su Disney+ secondo il seguente calendario degli episodi. E non dimenticate che l'8 settembre 2022 si festeggia il Disney+ Day.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Come She-Hulk ha cambiato il Marvel Cinematic Universe

Cosa sta succedendo al Marvel Cinematic Universe? She-Hulk: Attorney at Law sta cambiando per sempre l'MCU inserendo il gene mutante.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Come She-Hulk ha cambiato il Marvel Cinematic Universe

She-Hulk: Attorney at Law è la serie TV live-action che ha portato la cugina di Hulk, Jennifer Walter, per la prima volta sul piccolo schermo. La sua avventura in questa serie dagli episodi brevissimi punta a divertire il pubblico e a intrattenerlo con alcuni siparietti scollegati tra loro. La narrazione orizzontale, ossia la trama che collega tutti gli episodi, è molto labile e si sviluppa a intermittenza, rendendo così lo show in uscita ogni giovedì su Disney+ un simpatico siparietto incentrato sulla vita della sua protagonista She-Hulk. Fino a questo punto She-Hulk: Attorney at Law si può inserire nel comparto delle proposte televisive divertenti e leggere come ne esistono tante altre, ma ciò che la distingue enormemente dalle altre comedy è che è una serie del Marvel Cinematic Universe. Ciò vuol dire che fa parte di un meccanismo con tantissimi ingranaggi, un pregresso storico e un futuro più o meno collegato. Quindi anche la serie più scherzosa dovrebbe mantenere dei paletti di integrita ben piantata nel mondo in cui nasce. She-Hulk: Attorney at Law ha questo profilo?

Il dubbio è sempre più alto dopo il settimo episodio dal titolo Il ritiro, andato in onda il 29 settembre 2022, e il motivo è fondamentalmente uno: il Marvel Cinematic Universe sta diventando un parco divertimenti per persone dotate di poteri. Nel settimo episodio di She-Hulk: Attorney at Law, Jennifer Walters si ritrova bloccata nel ritiro di Emil Blonsky che, dopo l'annuncio del film Thunderbolts nel quale lui è assente, pare non avere davvero un futuro nell'MCU. In questo ritiro spirituale immerso nella natura Jennifer incontra cinque uomini, alcuni dotati di poteri: Demolitore, Man-Bull, Aguila, Porcospino e Saracen. Tutti sono personaggi "leggeri" con un profilo scherzoso. Tra questi pare che Man-Bull abbia assunto una forza sovrumana e un aspetto da uomo-toro, dopo essere stato sottoposto a un esperimento. Aguila così come nei fumetti è un mutante capace di creare scariche elettriche. Demolitore - che nel terzo episodio lo si è visto nel gruppo dei Wrecking Crew - non ha dimostrato di avere nessun potere. Porcospino pare avere solo un costume come nei fumetti, dov'è un nemico di Ant-Man e ha un costume tecnologico molto potente. Saracen dice di essere un vampiro, ma ciò non è stato confermato dallo show, mentre nei fumetti Saracen è un mercenario nemico del Punitore che non combacia con il profilo visto in She-Hulk: Attorney at Law.

Sto cercando altri articoli per te...