She-Hulk, la regista accusa i fan di maschilismo

Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
News
1' 58''
Copertina di She-Hulk, la regista accusa i fan di maschilismo

Il primo trailer di She-Hulk: Attorney at Law ha suscitato varie polemiche sulla resa degli effetti visivi, in particolare per il risultato complessivo dell'immagine della protagonista, Jennifer Walters aka She-Hulk. Molti fan non hanno apprezzato l'anatomia della supereroina (interpretata da Tatiana Maslany, nota per il suo ruolo in Orphan Black), e Marvel Studios è corsa ai ripari lavorando sulla CGI, come vi avevamo spiegato nel nostro articolo Marvel cambia la CGI di She-Hulk ma l'ha davvero migliorata?

La regista della nuova serie Marvel, Kat Coiro, è tornata sulla questione e ha espresso in modo forte il suo parere. Secondo lei gli effetti visivi e la CGI non c'entrano con le proteste dei fan, che sono invece frutto della convinzione di possedere i corpi delle donne, tipica di una società maschilista.
Coiro ha una lunga esperienza nel mondo delle serie TV, avendo diretto episodi per serie molto famose come Modern Family, C'è sempre il sole a Philadelphia, Shameless e Brooklyn Nine-Nine. Per la serie TV dedicata alla gigantessa smeraldo, ha curato la regia di ben 6 episodi sui 9 totali. Durante la conferenza stampa per She-Hulk: Attorney at Law, Kat Coiro ha dichiarato:

Advertisement

Penso che molte delle critiche vengano da chi si sente autorizzato a denigrare la donna in CGI. Si parla molto del suo tipo di fisico, che noi abbiamo basato sulle atlete delle Olimpiadi e non sulle bodybuilder. Ma penso anche che se avessimo fatto l'opposto, avremmo affrontato le stesse critiche. Credo che sia molto difficile vincere quando crei corpi femminili.

Non si tratta della prima polemica sul body shaming per le attrici che interpretano supereroine. Florence Pugh (interprete di Yelena, la sorella di Black Widow) è stata criticata per un vestito trasparente e ha risposto dalla sua pagina instagram scrivendo che la maggior parte dei fan maschi hanno zero rispetto per lei e le donne in generale. Gal Gadot è stata messa sotto accusa per il suo aspetto in Wonder Woman, e nella sua intervista per Rolling Stone ha dichiarato che i fan che commentano in modo negativo il suo seno, dovrebbero tenere a mente che le Amazzoni ne avevano uno soltanto. 

Advertisement

She-Hulk: Attorney at Law debutterà sulla piattaforma Disney+ il 18 agosto 2022, come da calendario. Potete vedere il trailer in questione qui sotto:

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Come She-Hulk ha cambiato il Marvel Cinematic Universe

Cosa sta succedendo al Marvel Cinematic Universe? She-Hulk: Attorney at Law sta cambiando per sempre l'MCU inserendo il gene mutante.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Come She-Hulk ha cambiato il Marvel Cinematic Universe

She-Hulk: Attorney at Law è la serie TV live-action che ha portato la cugina di Hulk, Jennifer Walter, per la prima volta sul piccolo schermo. La sua avventura in questa serie dagli episodi brevissimi punta a divertire il pubblico e a intrattenerlo con alcuni siparietti scollegati tra loro. La narrazione orizzontale, ossia la trama che collega tutti gli episodi, è molto labile e si sviluppa a intermittenza, rendendo così lo show in uscita ogni giovedì su Disney+ un simpatico siparietto incentrato sulla vita della sua protagonista She-Hulk. Fino a questo punto She-Hulk: Attorney at Law si può inserire nel comparto delle proposte televisive divertenti e leggere come ne esistono tante altre, ma ciò che la distingue enormemente dalle altre comedy è che è una serie del Marvel Cinematic Universe. Ciò vuol dire che fa parte di un meccanismo con tantissimi ingranaggi, un pregresso storico e un futuro più o meno collegato. Quindi anche la serie più scherzosa dovrebbe mantenere dei paletti di integrita ben piantata nel mondo in cui nasce. She-Hulk: Attorney at Law ha questo profilo?

Il dubbio è sempre più alto dopo il settimo episodio dal titolo Il ritiro, andato in onda il 29 settembre 2022, e il motivo è fondamentalmente uno: il Marvel Cinematic Universe sta diventando un parco divertimenti per persone dotate di poteri. Nel settimo episodio di She-Hulk: Attorney at Law, Jennifer Walters si ritrova bloccata nel ritiro di Emil Blonsky che, dopo l'annuncio del film Thunderbolts nel quale lui è assente, pare non avere davvero un futuro nell'MCU. In questo ritiro spirituale immerso nella natura Jennifer incontra cinque uomini, alcuni dotati di poteri: Demolitore, Man-Bull, Aguila, Porcospino e Saracen. Tutti sono personaggi "leggeri" con un profilo scherzoso. Tra questi pare che Man-Bull abbia assunto una forza sovrumana e un aspetto da uomo-toro, dopo essere stato sottoposto a un esperimento. Aguila così come nei fumetti è un mutante capace di creare scariche elettriche. Demolitore - che nel terzo episodio lo si è visto nel gruppo dei Wrecking Crew - non ha dimostrato di avere nessun potere. Porcospino pare avere solo un costume come nei fumetti, dov'è un nemico di Ant-Man e ha un costume tecnologico molto potente. Saracen dice di essere un vampiro, ma ciò non è stato confermato dallo show, mentre nei fumetti Saracen è un mercenario nemico del Punitore che non combacia con il profilo visto in She-Hulk: Attorney at Law.

Sto cercando altri articoli per te...