Spencer: Kristen Stewart sarà la Principessa Diana nel film di Larraín

Autore: Marcello Paolillo ,
Copertina di Spencer: Kristen Stewart sarà la Principessa Diana nel film di Larraín

La principessa Diana Spencer è uno dei personaggi storici più importanti del secolo scorso. Nota per essere stata dal 1981 al 1996 consorte di Carlo - figlio maggiore della regina Elisabetta II e di Filippo, duca di Edimburgo - è ricordata dal mondo anche e soprattutto per il suo grande impegno sociale.

Fu infatti rappresentante di Headway, un'associazione per il supporto alle vittime di danni cerebrali, oltre che in prima linea per la lotta all'AIDS e alla lebbra. La principessa morì il 31 agosto 1997 nell'ormai tristemente noto incidente stradale avvenuto nella galleria che passa sotto il Ponte de l'Alma, a Parigi, assieme al suo compagno Dodi Al-Fayed e all'autista della vettura, Henri Paul.

Advertisement

Ora, Lady D tornerà, sebbene solo sul grande schermo, con il volto di Kristen Stewart (Twilight) nel film Spencer, del regista cileno Pablo Larraín, come riportato in esclusiva da Deadline. La pellicola racconterà un fine settimana in particolare della vita di Diana, verso i primi anni ’90, quando la Principessa del Galles decise che il suo matrimonio con il Principe Carlo non avrebbe funzionato.

[twitter id="1273281296546988032"]

La storia di Spencer, scritta da Steven Knight, seguirà un arco di tre giorni, più precisamente le ultime vacanze di Natale di Diana nella House of Windsor, la tenuta di Sandringham a Norfolk, in Inghilterra. CAA Media Finance si occuperà di trovare un distributore del film negli USA, mentre FilmNation Entertainment si farà carico dei diritti di distribuzione nel resto del mondo.

Advertisement

Spencer sarà presentato al Marché du Film virtuale del prossimo Festival di Cannes. Le riprese dovrebbero inoltre prendere il via all’inizio del 2021. Ecco le parole del regista ai colleghi di Deadline:

Siamo cresciuti tutti, almeno nella mia generazione, leggendo e capendo cos'è una fiaba. Di solito, il principe arriva e trova la principessa, la invita a diventare sua moglie e alla fine questa diventa una regina. La classica fiaba, insomma. Quando però qualcuna decide di non essere la regina, dicendo: 'Preferirei andare via ed essere me stessa', si tratta di una grande decisione, una fiaba sottosopra. Sono sempre stato molto sorpreso dalla scelta di Diana, penso sia stata una decisione davvero difficile da prendere. Questo sarà il cuore del film.

Larraín ha poi spiegato perché ha deciso di dedicarsi a un progetto del genere, incentrato su una figura così iconica:

Come e perché ho deciso di farlo? Perché è una grande storia universale che può raggiungere milioni e milioni di persone, ed è proprio quello che vogliamo fare. Vogliamo fare un film che diventi popolare, che si connetta con un pubblico mondiale incuriosito da una vita così affascinante.

Ricordiamo anche che il regista Pablo Larraín ha diretto Natalie Portman in Jackie, il film drammatico del 2016 ispirato alla vita di Jacqueline Kennedy Onassis, ex First lady degli Stati Uniti d'America (la Portman è stata nominata all’Oscar come migliore attrice protagonista grazie a questo ruolo).

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Perché il finale di Spencer è così diverso da ciò che è successo nella realtà?

La storia di Diana in Spencer è molto diversa dalla realtà. Nel finale del film capiamo il perché di questa forte scelta da parte dello sceneggiatore Steven Knight.
Autore: Elisa Giudici ,
Perché il finale di Spencer è così diverso da ciò che è successo nella realtà?

Moltissimi film e serie TV hanno tentato di raccontarci "la vera storia" della principessa triste, Lady Diana. Al contrario Spencer si prende molte libertà nel ritrarre Diana, avvertendoci sin da subito che si tratta di "una fiaba ispirata da una tragica storia vera". Sin dall'apertura, il film diretto dal cileno Pablo Larraín comunica allo spettatore che il racconto che vedrà non mira a essere una ricostruzione quasi documentaristica degli ultimi giorni di Lady Diana prima del divorzio dal marito, il principe Carlo.

Gli eventi raccontati da Spencer sono rielaborati, romanzati, in alcuni casi altamente simbolici. Nel finale del film capiamo il perché di questa forte scelta da parte del regista e dello sceneggiatore Steven Knight.

Sto cercando altri articoli per te...