Star Wars: L'ascesa di Skywalker, il nuovo trailer analizzato in profondità

Autore: Alessandro Zoppo ,
Copertina di Star Wars: L'ascesa di Skywalker, il nuovo trailer analizzato in profondità

Il trailer finale di Star Wars: L'ascesa di Skywalker, il nono e ultimo capitolo della "Skywalker Saga" al cinema dal 18 dicembre 2019, ha fatto impazzire i fan del franchise. In poche ore, il video è schizzato al primo posto delle tendenze di YouTube, dove ha già ottenuto oltre 3 milioni di visualizzazioni. Analizzando scena per scena il trailer, emergono una serie di dettagli interessanti.

Al centro della vicenda c'è ovviamente Rey (Daisy Ridley), che si prepara al confronto finale con Kylo Ren (Adam Driver), il quale afferma di conoscerla meglio di chiunque altro. Rey si allena su un luogo boscoso e la Forza le consente di attraversare lo spazio, scaraventandola su un altro pianeta (pare). Ma qual è il vero legame tra lei e Kylo? Come andrà a finire questo showdown? Si distruggeranno a vicenda?

Advertisement

Per saperlo dovremo attendere il 18 dicembre, ma l'utente @snrkjj ha notato su Twitter un piccolo omaggio che J.J. Abrams ha inserito nel trailer: il duello tra Rey e Kylo avviene tra le rovine della (seconda) Morte Nera, proprio vicino allo stesso trono accanto al quale si consumò lo scontro tra Anakin e Luke Skywalker ne Il ritorno dello Jedi. Nella sequenza successiva, invece, quando abbattono un fantoccio di Vader, i due sembra siano dentro i laboratori dei cloni a Kamino.

Spulciando il poster diffuso poco dopo il trailer, altri hanno notato che il nome di Carrie Fisher è quello che campeggia in cima alla locandina nel cast. Un evidente e doveroso tributo all'attrice, scomparsa all'età di 60 anni il 27 dicembre 2016 e presente grazie al materiale inedito girato per Il risveglio della Forza. Al suo fianco, non a caso, compare subito Mark Hamill, il "Fantasma di Forza" Luke.

Disney / Lucasfilm

Il nome di Carrie Fisher in evidenza sul poster del film Star Wars: L'ascesa di Skywalker
Il particolare del cast sul poster del film

Un peso specifico importante nella trama ce l'avranno i giovani ribelli della Resistenza, guidati da Finn (John Boyega) e Poe Dameron (Oscar Isaac). Un elemento che ha entusiasmato i fan è tuttavia la presenza di Rose Tico (Kelly Marie Tran), che secondo molti avrà un ruolo sempre più centrale dopo la sua prima apparizione in Gli ultimi Jedi.

Utenti e fanboy sui social vorrebbero addirittura che fosse lei ad uccidere Palpatine (Ian McDiarmid, nel trailer italiano la voce non è di Francesco Vairano) e a prendere in eredità la spada laser.

Advertisement

Advertisement

I più attenti hanno notare pure un particolare alle spalle di C-3PO: in un frame, appare infatti un droide da battaglia. Si tratterebbe della stessa unità di fanteria della Federazione apparsa nella trilogia prequel, un evidente omaggio ai tre capitoli di mezzo della saga. Ma non solo.

Nella scena in cui il Millennium Falcon guida centinaia di navi spaziali, appaiono il Ghost della serie animata Rebels (lo "Spettro" guidato da Hera Syndulla, visto pure in Rogue One) e delle astronavi separatiste. Un segnale che "avvisa" la nuova armata di Palpatine: "uniti si vince, divisi si perde".

Su Gizmodo, sono stati analizzati tutti i veicoli spaziali che si vedono nel trailer: c'è di tutto, dai Nebulon-B agli U-Wings, passando per MC75, corvette CR90 e uno strano cargo classe Baleen come quello che Han Solo e Chewie pilotano ne Il risveglio della Forza.

La scena più emozionante è senza dubbio quella di C-3PO che, guardando Rey e gli altri, dice loro: "Do un'ultima occhiata ai miei amici". Questo dettaglio conferma quanto emerso già in passato: le nuove informazioni che il droide protocollare deve incamerare potrebbero cancellare la sua memoria.

Advertisement

Disney / Lucasfilm

Un primo piano di C-3PO nel film Star Wars: L'ascesa di Skywalker
C-3PO

Fortuna che, come di consueto, Star Wars mostra nei trailer soltanto ciò che al cinema verrà sconvolto. Riuscirete a resistere altri due mesi?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Perché Palpatine ha creato il Leader Supremo Snoke?

Il Leader Supremo Snoke, ovvero come Palpatine ha cercato di conquistare la Galassia fallendo miseramente.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Perché Palpatine ha creato il Leader Supremo Snoke?

Il Leader Supremo Snoke è apparso per la prima volta nel 2015 nel film #Star Wars: Il risveglio della Forza. La sua natura e la sua identità sono sempre state tenute segrete e, ovviamente, sono state motivo di discussione tra i fan.

Fin dall'uscita del primo lungometraggio della trilogia più recente di Guerre Stellari, i fan hanno ipotizzato che Snoke potesse essere uno dei personaggi del passato della saga tornato con un nuovo volto. Alcuni hanno pensato a Gran Moff Tarkin, altri ancora addirittura a Darth Vader, mentre altri hanno associato Snoke al vecchio maestro di Palpatine Darth Plagueis. Nulla di tutto ciò si è rivelato essere vero.

Sto cercando altri articoli per te...