Star Wars: The High Repubblic, i concept di Yoda (e le novità sul suo ruolo)

Autore: Marcello Paolillo ,
News
3' 8''
Copertina di Star Wars: The High Repubblic, i concept di Yoda (e le novità sul suo ruolo)

Lo scorso mese di febbraio 2020, Lucasfilm ha alzato il sipario sulle novità che interesseranno Star Wars nel prossimo futuro, a partire da un nuovo periodo storico: l'Alta Repubblica. Non parliamo di nuovi film o show per la TV, bensì di una serie di progetti young adult, fumetti e romanzi che vedranno in prima fila case editrici come Disney Lucasfilm Press, Del Rey, IDW Publishing e Marvel.

L'Alta Repubblica prenderà il via ben 200 anni prima degli eventi di Episodio I: La Minaccia Fantasma, un momento storico in cui la Repubblica e i Jedi - inquadrati come dei veri e propri guardiani di pace e giustizia - sono al loro massimo splendore.

Advertisement

L''iniziativa permetterà sia ai nuovi che ai vecchi lettori di ammirare una versione inedita della "galassia lontana lontana", scoprendo storie inedite e personaggi mai visti prima. O quasi: nel trailer ufficiale del progetto dedicato a Star Wars (noto inizialmente come Project Luminous) è infatti ben visibile una foto dell’artista Ian McKay oltre a una tavola piena di disegni preliminari, con alcuni di questi che sembrano mostrare una versione più giovane di Yoda, il leggendario Maestro Jedi di Luke Skywalker.

Ora, il volume ad opera di Daniel José Older chiamato Star Wars: The High Republic Adventures, conferma il ritorno del futuro Gran Maestro dell'Ordine Jedi nonché alto generale dell'armata dei cloni nelle guerre omonime.

Lucasfilm
Un concept art di Yoda

Lucasfilm
Un secondo concept art di Yoda

Pur apparendo del tutto simile all'incarnazione vista nella trilogia prequel diretta da George Lucas, il "nuovo" Yoda è di 200 anni più giovane rispetto a quanto visto in Episodio I, sebbene il suo ruolo come Maestro Jedi sia già avviato (come spiegato dallo stesso Older).

Sebbene sia già un membro rispettato del Consiglio Jedi, vedremo Yoda nella serie The High Republic Adventures di IDW mentre fa ciò che ama di più: prendersi cura delle nuove leve, in questo caso un gruppo di Padawan che viaggiano per la galassia per apprendere le vie dei Jedi con un approccio pratico. Una specie di programma di studio all'estero della Forza, insomma.

Troy Alders, direttore artistico di Lucasfilm, aveva capito l'enorme responsabilità di portare ai fan una versione più giovane di Yoda, compito portato a termine anche con l'aiuto del concept artist di Star Wars, Iain McCaig. Ecco le parole di Alders al riguardo:

Advertisement

La sua età, i suoi capelli e la forma del suo viso, appare solo leggermente più giovane, abbastanza vicino all'aspetto del personaggio visto ne La Minaccia Fantasma.

Alders ha poi parlato nello specifico degli abiti indossati dal personaggio in battaglia e quelli in tenuta classica da maestro Jedi, i quali rifletteranno il particolare splendore del periodo storico dell'Alta Repubblica:

Il completo da missione, con alcuni segni visibili sulla veste, è ispirato ai dettagli architettonici del Tempio Jedi. Molti nuovi fan potrebbero non notare nemmeno queste aggiunte davvero molto sottili. Vestire Yoda in questa particolare epoca storica e creare modelli adornati d'oro, utilizzando bellissimi tessuti e dettagli, è qualcosa che lui e tutti i Jedi meritano, e il risultato finale credo sia stupendo, lo celebra in maniera assoluta. Si tratta di un'epoca eccitante e visivamente molto ricca, oserei dire dorata.

Anche l'illustration manager di Lucasfilm, Jeff R. Thomas, assieme all'artista di Star Wars: Dark Legends Grant Griffin, sono stati chiamati a dare il loro contribuito per il nuovo design di Yoda.

Advertisement

Ricordiamo che Lucasfilm ha deciso di rinviare i primi progetti legati al nuovo universo di Star Wars a causa dell'emergenza sanitaria mondiale (erano infatti attesi per il mese di agosto 2020).

I romanzi Star Wars: The High Republic: Light of the Jedi di Charles Soule e Star Wars: The High Republic: A Test of Courage di Justina Ireland usciranno infatti il 5 gennaio 2021, mentre il romanzo The High Republic: Into the Dark di Claudia Gray arriverà il 2 febbraio 2021.

Fonte: StarWars.com | Via: SlashFilm

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Lionsgate+ è il nuovo nome di Starzplay, la piattaforma streaming che propone serie come The Serpent Queen, It's a Sin e Gaslit.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Il servizio streaming Starzplay cambia nome, con un rebrand comunicato il 28 settembre 2022 in via ufficiale. Il nome scelto è Lionsgate+, che suonerà familiare a una larga fetta di pubblico: Lions Gate infatti è una casa di produzione cinematografica molto famosa, che vanta tra i suoi titoli The Day After Tomorrow, Cena con delitto - Knives Out, Zero Contact, nonché le saghe cinematografiche John Wick, Hunger Games e Twilight. Di seguito, il video con il promo di Lionsgate+:

Lionsgate+ è il nuovo nome del servizio in Europa e America Latina, mentre mantiene il nome Starz nel Nord America e il nome Starzplay Arabia nell'Asia sud-occidentale. Dal 29 settembre il nuovo nome e il nuovo logo saranno visibili agli abbonati di molte nazioni, tra cui l'Italia. Lionsgate+ permette di accedere a una libreria di titoli tra cui i drammi in costume della Royal Collection e serie come il thriller Gaslit, il poliziesco Express e i drammatici The Serpent Queen (di cui si può vedere il trailer) e It's a Sin.

Sto cercando altri articoli per te...