Superman & Lois: cosa aspettarsi dalla nuova serie dell'Arrowverse

Autore: Giulia Greco ,
Copertina di Superman & Lois: cosa aspettarsi dalla nuova serie dell'Arrowverse

Superman & Lois, la serie dell'Arrowverse prodotta da Greg Berlanti, farà il suo debutto sulla rete americana The CW il prossimo 23 febbraio con una premiere della durata di 90 minuti.

La serie con protagonisti Tyler Hoechlin e Bitsie Tulloch nei panni di Clark Kent e Lois Lane ci farà conoscere i personaggi da una prospettiva tutta nuova. Così ha promesso lo showrunner Todd Helbing durante un panel virtuale con i giornalisti della Television Critics Association.

Advertisement

Helbing e Berlanti, insieme al cast della serie al completo, hanno discusso dell'approccio scelto nella realizzazione di Superman & Lois e rivelato qualche dettaglio su ciò che ci attende.

Rendere la serie accattivante e innovativa è stata, a detta dei creatori dello show, la sfida più grande affrontata durante le prime fasi di sviluppo del progetto. Il desiderio di Helbing e Berlanti era quello di raccontare Clark Kent e Lois Lane sotto una luce diversa. Come fare, però, a creare il clima giusto e realizzare una serie in parte distante dalle classiche atmosfere dell'Arrowverse?

La risposta è venuta da sé, ha spiegato Helbing intervistato durante il panel, quando lo showrunner e Berlanti si sono “trovati a parlare di serie come Everwood e Friday Night Lights” e hanno capito di “voler fare di Superman & Lois un family drama”.

La scelta è stata particolarmente apprezzata da Bitsie Tulloch e Tyler Hoechlin. L'attrice interprete di Lois ha spiegato di essere salita con convinzione a bordo del progetto proprio quando Helbing ha rivelato l'intenzione di creare una serie che mescolasse le atmosfere di Friday Night Lights al mondo dei supereroi.

È una serie realistica. Spero che il pubblico possa riconoscersi nelle dinamiche di questa coppia. Anche se lei è una giornalista intraprendente e lui è Superman, le situazioni che vivono sono verosimili e i loro problemi sono quelli che affronta chiunque nella vita.

Lois e Clark dovranno infatti crescere due figli adolescenti nella nuova serie (una conseguenza di Crisi sulle Terre Infinite, il crossover dell'Arrowverse), ma ciò non significa che volteranno le spalle alla loro missione.

Nuove minacce saranno dietro l'angolo e Clark indosserà il mantello rosso di Superman ogni volta che sarà necessario. Allo stesso modo, Lois continuerà a essere l'intrepida reporter che abbiamo conosciuto, solo che lo farà lontano dai grattacieli di Metropolis. Tulloch ha detto:

Scriverà articoli sulle conseguenze del capitalismo su cittadine come Smallville. Mentre Superman lotterà facendo affidamento sui suoi superpoteri, Lois contrasterà le ingiustizie attraverso le parole.

Durante il panel sono stati discussi diversi dettagli sull'episodio pilota, sulle minacce che Superman dovrà affrontare e sul canone della serie. La maggior parte di queste informazioni non è stata ancora resa pubblica, ma è stato rivelato che vedremo un nuovo villain in azione. Si tratta del cosiddetto “Straniero” che sarà interpretato da Wolé Parks. Gli autori dello show ci tengono a metterci in guardia: il personaggio creerà scompiglio, ma non sarà il solo a farlo. Nella serie, infatti, apparirà anche Lana Lang, prima fiamma di Clark.

Advertisement

La notizia ha fatto nascere qualche domanda. Alcuni fan si sono detti preoccupati alla prospettiva di un triangolo amoroso tra Lois, Clark e Lana, ma Emmanuelle Chriqui, interprete della Lang, ha spiegato che “il rapporto tra Clark e Lana non ruoterà attorno alla loro storia d'amore”.

Si sono frequentati al liceo, ma ciò che è fondamentale è che si conoscono dai tempi dell'asilo. Nella serie Lana considererà Clark un grande amico, una delle poche persone che la conosce davvero.

Secondo Chriqui, la relazione tra Clark e Lana sarà affrontata in modo molto maturo.

Non è stata, però, solo la presenza di Lana nel cast della serie a far nascere discussioni online. Una considerevole fetta di pubblico teme che l'introduzione di Jordan (Alexander Garfin) e Jonathan (Jordan Elsass) possa essere dannosa e far sprofondare lo show in un abisso senza fine con adolescenti volubili e capricciosi. Alle critiche Garfin ha risposto che il team di creatori e produttori ha scelto “un approccio adulto nella scrittura dei personaggi”. La relazione tra Jordan e Jonathan Kent sarà indagata a dovere, sarà molto profonda e, nonostante qualche bisticcio, basata sull'affetto e la fiducia reciproci. Il legame tra i due si rivelerà particolarmente importante quando dovranno capire se hanno ereditato o meno i poteri del padre.

Superman & Lois Superman & Lois After years of facing megalomaniacal supervillains, monsters wreaking havoc on Metropolis, and alien invaders intent on wiping out the human race, The Man of Steel aka Clark Kent and Lois ... Apri scheda

Tag correlati
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Da Arrow a The Flash, le città immaginarie dell'Arrowverse e a quali luoghi reali si ispirano

Nell'Universo DC, i supereroi come Arrow, Flash, Supergirl e Superman combattono nelle loro città per proteggere gli innocenti da metaumani e criminali. Luoghi immaginari, che si ispirano a posti reali.
Autore: Elena Arrisico ,
Da Arrow a The Flash, le città immaginarie dell'Arrowverse e a quali luoghi reali si ispirano

Dell’Arrowverse fanno parte alcuni dei personaggi basati sui fumetti DC. Tra i supereroi più conosciuti ci sono Superman, Flash, Arrow, Batman - solo per citarne alcuni - e tutti vivono in città fittizie, che ricordano luoghi del mondo reale.

Alcuni di loro devono i propri poteri all’esposizione a sostanze o forze particolari, altri a delle mutazioni genetiche, ma ci sono anche personaggi che non possiedono alcun potere sovrumano e che devono la loro forza all’astuzia, alle abilità nel combattimento o alla tecnologia.

Sto cercando altri articoli per te...