Suspiria conquista il botteghino USA con due sole sale, ma non si ferma qui

Autore: Claudio Rugiero ,
Copertina di Suspiria conquista il botteghino USA con due sole sale, ma non si ferma qui

Negli Stati Uniti Suspiria di Luca Guadagnino ha conquistato il botteghino indie registrando un successo impressionante.

Come si legge su Variety, il film ha infatti incassato 179.806 dollari con una distribuzione in due soli cinema (il Regal Union Square di New York e l'Arclight Hollywood a Los Angeles) e con un risultato di 89.903 dollari per sede.

Advertisement

Gli incassi incoraggianti hanno inoltre spinto Amazon Studios ad estendere la distribuzione del film di Guadagnino ad altre 250 sale entro il prossimo fine settimana. Ma lo studio intende inoltre espandersi anche nelle altre città statunitensi.

Si tratta di un esito davvero sorprendente, considerati i presupposti non proprio favorevoli. Al di là di un possibile confronto con l'originale diretto da Dario Argento nel 1977, l'anteprima veneziana di Suspiria (il film era in concorso alla 75esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica) era stata alquanto controversa.

Advertisement

Nonostante l'attenzione per le star sfilate sul red carpet, i 7 minuti di standing ovation e gli elogi della critica, non sono certo mancate reazioni più fredde. Le prime proiezioni si sono infatti distinte per abbandoni della sala e fischi durante i titoli di coda.

Le critiche contrastanti non hanno però spaventato Amazon Studios che ha risposto con una sfacciata campagna social con tanto di messaggi in codice, osservazioni argute e link alla musica di Thom Yorke.

Un lavoro che - come racconta Bob Berney, responsabile marketing e distribuzione di Amazon Studios - si è rivelato importantissimo per il successo del film: "È stato fondamentale. Ha creato suspense e polemiche."

Prima di Suspiria, il risultato più importante dell'anno apparteneva a Free Solo, il documentario di National Geographic sulla prima arrampicata senza funi di sicurezza di El Capitan di Yosemite, in California. Ma adesso le carte in tavola sono cambiate e per Guadagnino, già baciato dal successo del precedente Chiamami col tuo nome, si preannunciano tempi d'oro.

Advertisement

In Italia Suspiria uscirà l'1 gennaio 2019 con Videa. Riuscirà a replicare il successo USA anche nelle nostre sale?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...