Suspiria, Luca Guadagnino vuole offrirci un'esperienza inquietante: la prima clip

Autore: Simona Vitale ,

Quando un regista realizza il remake di un film di gran successo, in genere pretende di offrire al pubblico una prospettiva diversa del materiale originale. Per quanto riguarda il remake di Suspiria, Luca Guadagnino (candidato agli Oscar 2018 con il film Chiamami col tuo nome), non si è accontentato di offrire una nuova versione della storia portata sul grande schermo da Dario Argento nel 1977. Il regista italiano vorrebbe poter far provare al pubblico un'esperienza a dir poco "inquietante".

Proprio in questa direzione sembra muoversi la prima clip della pellicola, diffusa da Amazon Studios, che ci mostra la protagonista Dakota Johnson (nei panni di Susie Bannion) in una affollata sala di danza guardata dalla sua insegnante interpretata da Tilda Swinton. In un'altra scena, quest'ultima fuma intensamente una sigaretta.

Advertisement

L'atmosfera è decisamente inquietante, non solo per via dei colori tenui e dei primi piani a cui Guadagnino ci ha abituato, ma anche grazie al sapiente uso dei sintetizzatori di Thom Yorke, il frontman dei Radiohead che si è occupato della realizzazione della colonna sonora del film.

In una recente intervista a The Hollywood Reporter, Luca Guadagnino ha dichiarato in merito a Suspiria:

Spero che il film si presenti come un'esperienza senza respiro, che penetri dentro lo spettatore e lo ossessioni in profondità. Voglio che il film si caratterizzi come l'esperienza più inquietante che si possa avere. Suspiria racconta dell'essere immersi in un mondo di turbolenze e oscurità senza compromessi. 

Come si è potuto evincere dal trailer ufficiale di Suspiria, rispetto al film originale di Dario Argento, Luca Guadagnino ha preferito dare un'impronta più dark alla sua pellicola, concentrandosi sui colori del rosso, del nero e su altri più tenui rispetto alle luci al neon che hanno caratterizzato Suspiria nel 1977. Il regista ha voluto spiegare la sua scelta:

Advertisement

Secondo me Suspiria è ricco di colori, ma noi l'abbiamo concepito in modo differente. Dario Argento e il suo ottimo direttore della fotografia, Luciano Tovoli, hanno deciso di optare per una visione decisamente espressionista dell'horror, che è partita da Mario Bava. Il modo in cui hanno creato quei colori - non solo con dei filtri davanti alle luci di scena, ma scolpendo davvero la luce - ha influenzato i cineasti per tantissimo tempo. Credo che tutto ciò che poteva esser raccontato con quello stile è già stato detto.

Amazon Studios
scena di Suspiria
Dakota Johnson in Suspiria

Suspiria è ambientato nella città di Berlino nel 1977. La protagonista è Susie Bannion (Dakota Johnson, star della trilogia di Cinquanta Sfumature di Grigio), una bella ballerina statunitense ammessa in una prestigiosa compagnia di danza. Il suo arrivo, però, coincide con la misteriosa sparizione di un'altra ballerina. Mentre inquietudine, oscurità e orrore cominciano ad avvolgere la compagnia, Susie comincia a indagare nella convinzione che la stessa compagnia di danza nasconda degli orribili segreti.

Nel cast della pellicola, oltre a Dakota Johnson, troviamo Chloë Grace-Moretz, Tilda Swinton, Mia Goth, Sylvie Testud, Angela Winkler, Małgosia Bela e Lutz Ebersdorf.

Suspiria arriverà nei cinema statunitensi il 2 novembre 2018 e sarà presentato in anteprima al Festival Internazionale del Cinema di Venezia in programma dal 29 agosto all'8 settembre 2018.

Advertisement


Via: ComicBook

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Più Addams o più Potter? Sono tanti i passaggi della serie Mercoledì che ricordano da vicino la storia del maghetto di J.K. Rowling. Scopriamoli insieme.
Autore: Elisa Giudici ,
Mercoledì come Harry Potter: 5 somiglianze tra serie e film

Sulla carta d’identità c’è scritto Addams, ma c’è più di un punto d’incontro con la famiglia Potter, la più celebre del mondo magico. Avevate notato le tante somiglianze tra la serie Netflix e la saga di Harry Potter? In parecchi spettatori hanno commentato sui social come la storia di Mercoledì così come raccontata da Tim Burton ricorda in molti passaggi quella della permanenza di Harry Potter a Hogwarts. Come già anticipato nella recensione della prima stagione di Mercoledì, questa versione rivede sotto una nuova luce l’intera storia della famiglia Addams, a partire da quella della primogenita Mercoledì.

Semplice omaggio, lecita e inconscia fonte d’ispirazione da parte di una delle storie fantasy più amate di tutti i tempi o qualcosa in più? Ripercorriamo insieme i numerosi punti d’incontro tra la storia di Mercoledì e quella di Harry Potter, per farci un’idea a riguardo.

Sto cercando altri articoli per te...