The Book of Boba Fett: le easter egg del terzo episodio

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Disney+
4' 22''
Copertina di The Book of Boba Fett: le easter egg del terzo episodio

Da oggi 12 gennaio 2022 è disponibile su Disney+ il terzo episodio di #The Book of Boba Fett. Con una durata di 38 minuti circa, il Capitolo 3 della serie dal titolo "Le strade di Mos Espa" ha introdotto alcuni nuovi personaggi nell'universo di Star Wars e ha fatto fare un importante passo avanti nella storia dell'ormai cacciatore di taglie Boba Fett.
Ecco quindi - dopo quelle del secondo episodio - le easter egg e le citazioni all'universo di Guerre Stellari presenti nel Capitolo 3 di The Book of Boba Fett: attenzione agli spoiler!

The Book of Boba Fett The Book of Boba Fett Il leggendario cacciatore di taglie Boba Fett e il mercenario Fennec Shand devono navigare negli inferi della galassia quando tornano alle sabbie di Tatooine per rivendicare il territorio un tempo ... Apri scheda

Advertisement

Il disastro del galeone a vela

All'inizio dell'episodio il droide 8D8, servitore di Boba Fett, fa un resoconto storico di ciò che è successo su Tatooine dalla morte di Jabba. Questa però non viene nominata direttamente, infatti il droide fa riferimento al "disastro del galeone a vela" ovvero all'episodio VI di Star Wars nel quale Jabba the Hutt viene strangolato dalla principessa Leia con una catena in metallo. In quell'occasione, Jabba avrebbe dovuto giustiziare Han Solo e Luke Skywalker gettandoli nella bocca del Sarlacc nel deserto di Tatooine e godendosi lo spettacolo dal suo galeone a vela. Ma a finire accidentalmente nella bocca del mostro del deserto è stato Boba Fett.
Quindi quando Fett ascolta 8D8 lui sa benissimo a cosa il droide si riferisce.

Le tre famiglie di Mos Espa

Nel suo racconto 8D8 afferma che Mos Espa fu divisa tra 3 famiglie: i Trandoshani occuparono il centro della città, gli Aqualish presero il distretto operaio, mentre i Klatooiniani occuparono l'astroporto e l'espansione superiore.

I Trandoshiani sono gli uomini rettile il cui rappresentante più famoso in Star Wars è il cacciatore di taglie Bossk:

Lucasfilm
Bossk
Il Trandoshiano Bossk

Gli Aqualish nella saga di Star Wars sono apparsi più volte. Alcuni di essi hanno trafficato per conto di Jabba the Hutt! Uno di questi è Ponda Baba, apparso in Episodio IV e Rogue One: A Star Wars Story.

Lucasfilm
Ponda Baba
L'Aqualish Ponda Baba

I Klatooiniani sono umanoidi senzienti la cui pelle varia tra il marrone e il verde. Questi sono apparsi sia nella trilogia originale che in quella prequel e nella serie animata The Clone Wars:

Advertisement

Advertisement
Lucasfilm
Klatooiniano di Star Wars
Un Klatooiniano

Le picche con le teste dei soldati imperiali

Nel suo flashback Boba Fett torna a Tatooine come rappresentante dei Predoni Tusken. In questa occasione passa davanti un muro in costruzione dove si possono vedere delle teste di soldati imperiali infilzate da delle picche:

Lucasfilm
Boba Fett
Boba osserva le picche con le teste dei soldati imperiali

Questo è un omaggio al quinto episodio della prima stagione di #The Mandalorian nella quale fa il suo ritorno proprio Boba Fett. In questo episodio, Mando passa proprio in questa stessa via di Tatooine, ma la parete è stata ricostruita. Ciò è coerente con il fatto che i flashback di Boba Fett sono antecedenti alla prima stagione di The Mandalorian. Non a caso il Capitolo 5 della prima serie live-action di Guerre Stellari ha come protagonista anche Fennec Shand ovvero il braccio destro di Fett.

Lucasfilm
Le teste dei soldati imperiali
Le picche in The Mandalorian

Danny Trejo

L'attore Danny Trejo è entrato a far parte dell'universo di Star Wars come addestratore di Rancor. La sua presenza non è certo un caso dato che il regista dello show Robert Rodriguez ha sempre voluto Trejo nelle sue produzioni o come protagonista o come semplice comparsa.

Advertisement

Lucasfilm
Danny Trejo in Star Wars
Danny Trejo

Che vuol dire Skug?

Quando Boba Fett libera il Wookiee dal pelo nero aka Black Krrsantan, gli dice di non lavorare per degli "Skug". Questa stessa parola è stata pronunciata da Mando nel quarto episodio della prima stagione di The Mandalorian in riferimento a un pianeta isolato nel quale lui doveva nascondersi.
Skug è una parola inventata che è stata detta la prima volta in Star Wars: The Clone Wars dal popolo del pianeta Zygerria e il cui significato è associabile a un insulto.

Star Wars: The Clone Wars Star Wars: The Clone Wars Ambientata nell'universo di fantascientifico di Guerre stellari, durante le Guerre dei Cloni, la serie si colloca cronologicamente tra i film prequel L'attacco dei cloni e La vendetta dei Sith, ricoprendo ... Apri scheda

Quali enormi creature ha cavalcato Boba Fett?

Parlando con l'addestratore di Rancor, Boba dice di aver cavalcato creature ben più grandi di quella che si trova davanti. Il riferimento è all'episodio animato di Boba Fett andato in onda durante lo Speciale di Natale di Guerre Stellari del 1978. In quell'occasione il cacciatore di taglie salva la vita a Luke Skywalker domando una creatura gigantescha, il Paar's ichthyodont, sul pianeta dell'orlo esterno Panna Prime.
Quello che si vede - nell'immagine qui sotto - in lontanza sulla creatura color salmone è Boba Fett, mentre lo speeder è guidato da Luke Skywalker.

Lucasfilm
Paar's ichthyodont
Boba Fett sul Paar's ichthyodont

La gang di mezzi uomini e mezzi macchina

Lucasfilm
La ragazza col braccio bionico
La gang assunta da Boba Fett

I ragazzi in scooter sembrano proprio un omaggio al film di Robert Rodriguez dal titolo #Alita - Angelo della battaglia del 2019. In quel film i suoi abitanti sono soliti sostituire parti del corpo danneggiate o meno con parti meccaniche, proprio come questi nuovi alleati di Boba Fett.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

The Book of Boba Fett, Temuera Morrison commenta le critiche

Scopri cosa ha detto l'attore Temuera Morrison a proposito delle critiche riguardanti la prima stagione di The Book of Boba Fett.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
The Book of Boba Fett, Temuera Morrison commenta le critiche

La seconda stagione di The Mandalorian ha dato vita a uno spin-off con protagonista un altro cacciatore di taglie ovvero Boba Fett. La serie si è intitolata The Book of Boba Fett ed è ambientata dopo gli eventi di Episodio VI, quando tutti pensavano che Boba Fett fosse morto all'interno dello stomaco del Sarlaac in mezzo al deserto di Tatooine. La serie riparte da quel punto, proprio da dentro la pancia del Sarlaac e propone una doppia narrazione ambientata sia nel presente che nel passato del cacciatore di taglie che, nel periodo presente in cui è ambientata la serie, vuole diventare un politico prendendo il posto di Jabba the Hutt (ormai morto).

La serie non ha avuto il successo sperato ed è stata oggetto di diverse critiche da parte dei fan. In una recente intervista a Screenrant l'attore protagonista Temuera Morrison ha parlato degli aspetti negativi della serie ma anche di quelli che lui reputa positivi e dell'amore mostratogli dai fan a prescindere dal risultato di The Book of Boba Fett:

Sto cercando altri articoli per te...