The Boys 3, la connessione tra Soldier Boy e Homelander non era prevista

Autore: Elisa Giudici ,
News
2' 3''
Copertina di The Boys 3, la connessione tra Soldier Boy e Homelander non era prevista

Il legame tra Soldier Boy e Homelander al centro di Herogasm non era inizialmente previsto. Dopo le sorprendenti rivelazioni della sesta puntata della terza stazione della serie Prime Video, lo showrunner Eric Kripke ha fornito qualche spiegazione sul legame che unisce Soldier Boy e Homelander, arrivato come un fulmine a ciel sereno anche per i lettori del fumetto. 

Proseguite la lettura sono se avete già visto l'episodio 7 di The Boys 3

Advertisement

Attenzione Spoiler!
Clicca per leggere il contenuto ;)

Nella serie disegnata e scritta da Garth Ennis and Darick Robertson infatti i due non sono imparentati tra loro e anzi, si scambiano effusioni profonde proprio nell'arco narrativo diventato poi Herogasm. Come mai nella serie The Boys è stato creato da zero un legame molto più profondo?

Eric Kripke ha spiegato a Collider che inizialmente non dovevano esserci rapporti di parentela tra i due personaggi, ma l'arrivo di Jensen Ackles nei panni di Soldatino ha cambiato tutto. Gli sceneggiatori hanno cercato di capire se fosse possibile giustificare l'età dei due personaggi e il loro grado di parentela: 

È successo nelle prime fasi, credo dopo che abbiamo scritturato Jensen, comunque è successo nei primi mesi (di lavorazione). Cerchiamo di essere molto, molto realistici, ma è innegabile che ci sia anche un elemento nello show che è completamente magico. Abbiamo questo farmaco che dà alle persone poteri magici, in parole povere. Perciò non era così irrealistico dire, che, lui non invecchia e in ultima istanza è il padre di Homelander.

Questo spiega il come sia stato possibile inserire un cambiamento così importante rispetto ai fumetti, ma rimane da capire il motivo dietro questa scelta forte. Kripke ha spiegato che l'idea è emersa prendendo in considerazione le tematiche della terza stagione e come si sono evoluti negli ultimi episodi i rapporti tra i vari protagonisti. 

Per dare nuova complessità al personaggio di Homelander e "non farlo esaurire", dargli un legame che desidera da tempo ma incarnato da una persona che odia è sembrata la scelta migliore alla writing room di The Boys: 

Abbiamo notato quanto questa stagione parlasse di padri, figli e di traumi generazionali, di come la mascolinità tossica si passi da padre a figlio, di generazione in generazione, in maniera orrenda e distruttiva. [...] Ci siamo detti "dovremmo dare a Homelander un papà e dovrebbe essere questa persona che lui detesta e che invece dovrebbe amare". 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Perché l'attore di Patriota merita un fo****o Emmy

Antony Starr non verrà nomination quest'anno agli Emmy Awards, ma se lo meriterebbe come pochi. Ecco perché la sua performance è strepitosa.
Autore: Elisa Giudici ,
Perché l'attore di Patriota merita un fo****o Emmy

Anthony Starr non verrà sicuramente nomination agli Emmy Awards, i premi più importanti per quanti lavorano nella TV e nella serialità statunitense. Questo perché la terza stagione di The Boys è uscita troppo tardi per rientrare tra quelle votabili in questa tornata di Emmy, di cui verranno annunciati ufficialmente i candidati tra qualche ora. 

Certo l'anno prossimo Starr potrebbe venire ufficialmente nominato, ma 12 mesi sono lunghi e si sa: show di genere e irriverenti per toni e linguaggi con The Boys vengono spesso messi in ombra (snobbati?) da produzioni più convenzionali, talvolta tradizionali. 

Sto cercando altri articoli per te...