The Last Kingdom 4: trailer e punto della situazione

Autore: Elena Arrisico ,
Netflix
2' 28''

#The Last Kingdom sta per tornare con la sua quarta stagione: Netflix ha diffuso il primo trailer della nuova stagione della serie tratta dai romanzi Le storie dei re sassoni di Bernard Cornwell, inizialmente co-prodotta con BBC America e poi giunta sulla nota piattaforma di streaming online.

Ancora una volta, protagonista di The Last Kingdom è Uhtred di Bebbanburg, interpretato da Alexander Dreymon.

Advertisement

BBC Two, Netflix
Alexander Dreymon e David Dawson nel poster di The Last Kingdom
Il poster di The Last Kingdom

Il trailer

Il video ci mostra le attesissime immagini, che vedono il ritorno di Uhtred e delle sue parole:

Ho perso la mia casa. Ho perso il mio nome.

Ci troviamo nuovamente durante il regno di Alfredo il Grande, Re del Wessex, mentre Uhtred deve lottare – ancora una volta – per reclamare i propri diritti di nobile, dopo essere stato rapito e cresciuto dai Vichinghi, trovandosi a dover decidere tra le due fazioni come già successo in passato. Così, Uhtred dovrà lottare sia per recuperare la propria eredità che per far nascere una nuova nazione.

La trama

Prodotta dal 2015 e alla sua quarta stagione, The Last Kingdom è ispirata dai romanzi storici Le storie dei sassoni (The Saxon Stories) di Bernard Cornwell, ambientati nel IX secolo quando i danesi invasero i regni anglosassoni e nacque il Regno d’Inghilterra.

Advertisement

Prodotto Consigliato 12€ da Amazon 11.55€ da Universal

Ci troviamo, quindi, ad assistere a una Inghilterra divisa in sette regni diversi che vengono, periodicamente, saccheggiati e attaccati dai vichinghi danesi. Uhtred di Bebbanburg (Alexander Dreymon) è – come detto prima – il figlio di un aldermanno sassone che, rapito dai vichinghi danesi, viene cresciuto da questi ultimi.

Dopo la morte di re Alfred (David Dawson) e la successione al trono di suo figlio Edward (Timothy Innes), nella quarta stagione, vedremo infrangersi le alleanze tra i regni inglesi. Uhtred sfiderà lo zio Aelfric, provando a riprendersi il castello di Bebbanburg. Ben presto, però, dovrà decidere se proseguire il sogno di Alfred di una terra unita o se provocare lo scoppio di una grande guerra…

Advertisement

La quarta stagione di The Last Kingdom sarà composta da dieci episodi, come la terza stagione; a differenza della prima e della seconda stagione, entrambe composte da soli otto episodi.

Il cast

Nel cast della quarta stagione di The Last Kingdom, troveremo nuovamente Alexander Dreymon nei panni di Uhtred di Bebbanburg. Oltre a lui, ci saranno Stefanie Martini - nel ruolo di Eadith, nuovo amore di Aethelred - Ian Hart (padre Beocca), Toby Regbo (Aethelred), Emily Cox (Brida), Timothy Innes (Edward), Elisa Butterworth (Aelswith), Mark Rowley (Finan), Millie Brady (Aethelflaed), Magnus Bruun (Cnut) e Jeppe Beck Laursen (Haesten). Ruby Hartley sarà, inoltre, Stiorra, la figlia di Uhtred.

Purtroppo, non si sa ancora quando la quarta stagione di The Last Kingdom sarà disponibile in Italia: nel resto del mondo, uscirà il 26 aprile 2020; nel nostro Paese, invece, la serie dovrà andare prima in onda su Premium Stories e, solo dopo, verrà resa disponibile su Netflix.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock agli Oscar: storia e retroscena

Dallo schiaffo in diretta TV a Chris Rock al bando decennale dall'Academy: la ricostruzione di tutto lo scandalo che ha travolto Will Smith, continuamente aggiornato.
Autore: Elisa Giudici ,
Lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock agli Oscar: storia e retroscena

Una macchia che non si cancellerà mai dalla reputazione dell'attore Will Smith: la schiaffo dato a Chris Rock in diretta televisiva durante la cerimonia di consegna degli Oscar 2022 è stato questo. Da qui fino ai necrologi lui dedicati, Smith dovrà gestire la pesantissima eredità di un gesto (e del conseguente comportamento tenuto nei giorni successivi) per molto, molto tempo.

Lo scoppio d'ira di Will Smith è costato caro a tanti altri e ha avuto l'effetto in un terremoto per l'Academy, Netflix, la comunità afroamericana e il mondo del cinema in generale. Le discussioni su quanto fatto da Smith hanno tenuto banco per giorni, le reazioni si sono susseguite a settimane di distanza, fino alla storica decisione ufficiale di bandire Will Smith dall'Academy per un decennio e non ufficiale di mettere in stop tutti i progetti a cui stava lavorando, a data da destinarsi.

Sto cercando altri articoli per te...