The Last Man on Earth tornerà per una quarta stagione!

Autore: Redazione NoSpoiler ,
Copertina di The Last Man on Earth tornerà per una quarta stagione!

Si può raccontare la storia dell'ultimo uomo sulla Terra in sole tre stagioni? Certo che no!

La storia di Phil Miller e della sgangherata banda di sopravvissuti alla (quasi) estinzione della specie umana continuerà ancora. Il network americano FOX ha ufficialmente rinnovato The Last Man on Earth per una nuova stagione. La serie tornerà con nuovi episodi nella stagione 2017-2018, un'annata che metterà Will Forte a dura prova.

Advertisement

Il creatore della serie è infatti impegnato su molti fronti in quest'avventura, essendone anche produttore e ovviamente attore protagonista. Al suo fianco ci sono anche Kristen Schall nel ruolo dell'eccentrica Carol, January Jones in quello della bellissima Melissa, e Mel Rodriguez nei panni di Tood, il "secondo uomo sulla Terra", che Phil incontra con suo grande rammarico dopo aver indugiato troppo a lungo nell'idea di un piccolo harem personale, nella prima stagione.

Advertisement

Le prime tre stagioni di The Last Man on Earth hanno visto questo quartetto (e diverse "new entry") passarne di tutti i colori: dallo shock di non essere l'unica persona ancora viva sul pianeta fino all'arrivo di visitatori dallo spazio! Ma la quarta stagione che cosa avrà mai in serbo per loro? Per ora, è ancora presto per le prime anticipazioni sul futuro dei personaggi.

Al momento, FOX USA non ha ancora confermato il numero degli episodi della nuova stagione. In teoria, ne verranno ordinati 18, lo stesso numero delle due ultime andate in onda. Vi terremo informati riguardo ai prossimi sviluppi sul fronte #Phil Miller.

Nel frattempo, i produttori Christopher Miller e Phil Lord potranno festeggiare questa piccola, grande vittoria dopo che il network statunitense ha deciso di cancellare altre due delle loro serie: la commedia Making History (inedita in Italia) e la sit-com ibrida Son of Zorn, già trasmessa su FoxAnimation.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...