The New Pope, il teaser trailer rilasciato a Venezia (con Jude Law in costume sulla spiaggia)

Autore: Alice Grisa ,
Copertina di The New Pope, il teaser trailer rilasciato a Venezia (con Jude Law in costume sulla spiaggia)

I riflettori si sono già accesi e i flash sono già pronti per immortalare ogni istante della 76esima Mostra del Cinema di Venezia, una parata di stelle e di film d’autore sparpagliati tra i giorni dell’evento e il fitto calendario.

Proprio nella cornice della Laguna è stato presentato il primo teaser trailer ufficiale di una delle serie più attese dell’autunno, The New Pope, sequel di The Young Pope, successo dell’autunno 2016.

Advertisement

The New Pope promette faville e i fan del primo capitolo sono già schierati. Tra i protagonisti, spiccano due attori due volte nominati agli Oscar: Jude Law e John Malkovich.

La seconda stagione, un nuovo occhio sul mondo del Vaticano, verrà proiettata in anteprima mondiale a Venezia domenica 1 settembre, come Evento Speciale Fuori Concorso.

HBO, Sky, Canal +

Una scena di The New Pope
John Malkovich in The New Pope

Nell’attesa, possiamo scoprire il trailer, un montaggio alternato su una doppia camminata che presenta il papa Jude Law (muscoloso e tonico) mentre sfila su una passerella sulla spiaggia con un sexy slippino bianco, parallelamente alle immagini dei cardinali e degli alti esponenti del Vaticano che incedono, con lo stesso ritmo, tra i corridoi dei palazzi romani. Il set di Law in costume a Venezia aveva scatenato entusiasmi e fibrillazione sui social, fin dai primi scatti rubati.

C'è un momento in cui, dopo aver sfilato tra avvenenti ragazze che praticano sport on the beach, il papa guarda direttamente nell'obiettivo, quasi ammiccando al telespettatore.

HBO, Sky, Canal +

Una scena di The New Pope
Il papa di Jude Law sulla spiaggia

Scritta da Paolo Sorrentino con Umberto Contarello e Stefano Bises, The New Pope è articolata in nove episodi e riparte da dove si era interrotta la serie precedente, per raccontare la storia di un nuovo Papa.

La serie, realizzata da Sky, HBO e CANAL +, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e co-prodotta da Haut et Court TV e The Mediapro Studio, sarà distribuita a livello internazionale da Fremantle, dopo gli ultimi successi delle serie che ha lanciato: American Gods, Picnic a Hanging Rock, L’amica geniale.

Advertisement

The New Pope è una produzione originale, realizzata grazie ai crescenti investimenti del colosso britannico Sky, culminati nel recente lancio di Sky Studios, la nuova casa di produzione e sviluppo paneuropea.

Nel cast, oltre ai già citati Law e Malkovich, ritroveremo volti già protagonisti di The Young Pope come Silvio Orlando, Javier Cámara, Cécile de France, Ludivine Sagnier e Maurizio Lombardi, a cui si aggiungono nuovi personaggi interpretati da Henry Goodman, Ulrich Thomsen, Mark Ivanir, Yuliya Snigir e Massimo Ghini, oltre a guest star del calibro di Sharon Stone e Marilyn Manson.

La serie arriverà prossimamente su Sky in Italia, UK e Germania.

Siete pronti a scoprire la nuova stagione?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Nostalgia: perché il cinema italiano è Favino-dipendente?

Nostalgia di Martone è l'ennesimo film che si affida al talento di Pierfrancesco Favino: perché il cinema italiano non riesce a fare a meno di lui?
Autore: Elisa Giudici ,
Nostalgia: perché il cinema italiano è Favino-dipendente?

Già nel 2007 la serie Boris fotografava la dipendenza del cinema italiano da Pierfrancesco Favino. La "fuoriserie italiana" non a caso è un grande specchio del mondo culturale e cinematografico italiano: ha dimostrato in innumerevoli occasioni di prevedere il futuro con precisione stupefacente, rivelandosi sempre più amaramente attuale ogni anno che passa. 

Nella terza stagione di Boris, il personaggio del comico Martellone spiega di non essere riuscito a ottenere alcuna parte di rilievo in tempi recenti a causa di Pierfrancesco Favino, che fagociterebbe tutte le parti importanti e interessanti a disposizione. Quindici anni dopo questa scena di Boris è più attuale che mai. Basta pensare che due dei ruoli maschili più ficcanti e di pregio presenti nei film italiani inviati al Festival di Cannes nelle ultime edizioni - quello di Felice in Nostalgia di Mario Martone e quello di Tommaso Buscetta nel film di Marco Bellocchio Il traditore (2019) - sono interpretati proprio da Favino.

Sto cercando altri articoli per te...