The Passage: nel quarto episodio conosceremo davvero Anthony Carter

Autore: Chiara Poli ,

Anthony Carter: il quarto episodio di #The Passage ci racconterà la sua storia. Il modo in cui è finito nel braccio della morte. Una storia necessaria, perché abbiamo già capito qualcosa di lui: è diverso dagli altri.

Dopo il retroscena della storia di Shauna Babcock nello scorso episodio - assente nel romanzo di Justin Cronin da cui è tratta la serie - è il momento di conoscere meglio Anthony Carter.

Advertisement

Gallery: The Passage: I protagonisti

Il linguaggio della TV

Il motivo per cui ci è stato mostrato come la vita terribile di Babcock l’abbia portata a commettere un doppio omicidio è legato alla trasposizione televisiva del romanzo Il passaggio: il pubblico ha bisogno di avere chiaro in mente che i soggetti del Progetto Noah - Tim Fanning escluso, naturalmente - sono vittime.

Vittime della società, della crudeltà, di un sistema giudiziario che li ha condannati ma prima non ha saputo proteggerli.

In questo modo, il legame emotivo fra il pubblico e i Dodici risulterà molto più efficace, si rinsalderà con il trascorrere del tempo e permetterà agli autori di instaurare quel rapporto di fidelizzazione con i personaggi che garantisce la riuscita di un racconto. 

Allo stesso modo, l’amicizia fra Amy e Carter - anch’essa frutto della fantasia degli sceneggiatori - ci permette di conoscere meglio entrambi.

E il quarto episodio, in onda lunedì prossimo su FOX, sarà incentrato proprio su di lui.

Advertisement

I primi sintomi

Impareremo a conoscere un altro soggetto dello studio.

Advertisement

Ma ci sarà anche un altro, importantissimo cambiamento.

Mentre i Dodici acquistano sempre più potere tramite gli incubi e le visioni di chi lavora vicino a loro, Amy inizierà a mostrare i primi segni della trasformazione. Un qualche genere di cambiamento che ancora non comprendiamo. Sintomi che ricordano quelli già visti, o sviluppi differenti?

Anche Amy, in fondo, viene costantemente sottoposta ai test, ed è stata contagiata dalla “cura” - cioè il virus - derivata dal sangue di Fanning.

In che modo il Progetto Noah influirà su Amy, il soggetto più giovane tanto voluto dalla dottoressa Sykes, quello che avrebbe fatto la differenza?

E come reagirà Wolgast a questo cambiamento?

Scopritelo insieme a noi, nel quarto episodio di #The Passage, lunedì alle 21.50 solo su FOX!

Advertisement

[QUIZ]

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Jessica Jones e il mistero del titolo cambiato su Disney+

Perché Marvel si è presa il disturbo di cambiare il titolo che appare nella sigla di Jessica Jones, appena caricato su Disney+?
Autore: Elisa Giudici ,
Jessica Jones e il mistero del titolo cambiato su Disney+

Problemi contrattuali o una mossa a lungo, lunghissimo raggio che non abbiamo ancora modo di comprendere? Non è dato sapere, però un fatto è certo: Disney ha alterato il titolo di Jessica Jones, la serie Marvel con protagonista Krysten Ritter. 

Ve l'avevamo anticipato: Disney+ ha aggiunto al suo catalogo tutte e sei le serie TV originariamente prodotte da Marvel Television, una costola dell'universo produttivo Marvel ora assorbita dai Marvel Studios. Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist, The Defenders e The Punisher sono in sestetto di serie originariamente prodotte da Marvel e lanciate da Netflix sulla sua piattaforma. Correva l'anno 2015 e la Casa del Topo ancora non aveva una sua piattaforma di streaming. 

Sto cercando altri articoli per te...