The Passage: tu sei come il sole nell'episodio 7

Autore: Chiara Poli ,

Chicago, 2016. Dopo il passato di Carter e Babcok, tocca all’agente #Brad Wolgast. Padre di Eva, ex militare, separato dalla moglie Mila dopo la morte della loro bambina  come spesso accade in questi casi. Ora, Brad Wolgast è di fatto sotto sequestro perché Horace Guilder ottenga di non far terminare il Progetto Noah. Al contrario di ciò che vorrebbero la dottoressa Sykes… E tutti gli altri.

Richards paragona i laboratori all’Overlook Hotel (l’albergo di Shining) per dare un’idea dell’incubo in cui sono precipitati con l’arrivo di Guilder. 

Advertisement

Ancora una volta, il gioco delle parti in #The Passage cambia: ora, Clark Richards è dalla parte dei buoni. di quelli ch evoglino fare la cosa giusta, finalmente. Come si dice, meglio tardi che mai…

Di nuovo insieme

Brad e Lila sono di nuovo insieme, pronti a lottare per le loro vite e per quella di Amy - che per Brad fin dal principio ha in qualche modo riattivato il suo istinto paterno. Non era riuscito a salvare Eva, non può fallire anche con Amy…

Anche Amy, intanto, ritrova qualcuno a cui era legata: parla con Carter, che l’avvisa di come anche a lei toccherà cambiare.  Elizabeth e #Jonas: anche loro sono nuovamente fianco a fianco, ma Fanning non vuole rinunciare alla donna. Ne parla con Babcock ed elabora un piano.

Infine, ci sono Sykes e Lear: dalla stessa parte, fianco a fianco, dopo essere stati a lungo di idee differenti. Tutti stanno lavorando fianco a fianco - Fanning escluso - per rimediare ai danni del Progetto Noah. Ed è esattamene per questo che le cose precipitano

Sensi di colpa

Se Brad non riesce ad accettare di aver perso Eva perché si sente in colpa per la sua morte, anche Amy è convinta di essere stata la causa della morte di sua madre. Durante una brutta litigata, le aveva detto delle cose molto brutte… E poi se n’era andata. Al ritorno, la madre era morta per overdose.

Per una ragazzina di dieci anni, questo è un peso davvero enorme da sopportare. E l’arrivo di Guilder non migliora certo le cose. 

Advertisement

Il senso di colpa è il sentimento protagonista di questo episodio, che esplora il lato umano delle persone coinvolte nel progetto Noah - che di umano non ha proprio nulla... Il passato di Wolgast, la morte di Eva, il lutto e il lavoro fianco a fianco con Richards, che era il suo partner (e padrino di Eva): tutto porta dritto all’evento che ha davvero cambiato la vita di Wolgast. 

Advertisement

Clark Richards era un vero amico: aveva cercato di convincere Brad a non fare ciò che ha in mente, ovvero uccidere il rapinatore che ha sparato a Eva. E poi l'aveva salvato da se stesso. Ora sta tentando di riguadagnare la fiducia di Wolgast, senza grande successo.

20th Century Fox Television
The Passage: Clark Richards nell'episodio 7
The Passage: Clark Richards prende una decisione importante

Perdonare se stessi

L’intenso e commovente dialogo fra Brad e Lila ha un unico scopo: ricordarci che nessuno può convincerci a fare qualcosa se non lo vogliamo, e nessuno può eliminare i nostri sensi di colpa se non siamo noi a perdonare noi stessi.

Brad Wolgast ha iniziato a lavorare per il Progetto Noah dopo aver commesso un’azione terribile. Ha ucciso un uomo a sangue freddo, ha mentito durante il confronto per l’identificazione, e queso non gli ha riportato la sua bambina né gli ha permesso di perdonare se stesso.

In punto di morte, mentre attende che lui e Lila vengano uccisi, quel perdono però arriva. Con il volto di Clark Richards.

Advertisement

Non è mai troppo tardi per fare la cosa giusta. O, almeno, per farne una… Come sceglie di fare Jonas Lear.

Ecco il messaggio di questo settimo, straordinario episodio di #The Passage, che prepara il terreno agli eventi spaventosi che ci aspettano la prossima settimana.

E che segna senz'ombra di dubbio il futuro della serie: ci dice da che parte sta ciascun personaggio. Ci racconta storie personali che diventano spunto per le azioni di oggi e di domani. Chiarisce intenti e sentimenti... E pone le basi per l'inevitabile lotta.

Non perdete l'episodio 8, lunedì su FOX!

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Tutti i Draghi di House of the Dragon e de Il Trono di Spade

Leggi per sapere quali draghi potrebbero venir mostrati nella prima stagione di House of the Dragon, lo spin-off/prequel de Il Trono di Spade.
Autore: Francesca Musolino ,
Tutti i Draghi di House of the Dragon e de Il Trono di Spade

Nella serie TV Il Trono di Spade ci sono tre draghi nati dalle uova che ha accudito Daenerys Targaryen: un vero e proprio miracolo, perché, come è spiegato nella trama, tutti i draghi si sono estinti da moltissimo tempo; quindi questi sono gli unici esemplari presenti nella serie. Invece, in House of the Dragon, spin-off/prequel de Il Trono di Spade, è possibile vedere nuovi draghi nel periodo antecedente allo loro estinzione, in quanto la trama è ambienta duecento anni prima degli eventi narrati nella serie madre.

A tale proposito il co-showrunner di House of the Dragon Miguel Sapochnik, in una intervista del 2 agosto 2022 rilasciata alla testata Empire, ha detto che nella prima stagione dello spin-off verranno mostrati nove dei diciassette draghi della Casa Targaryen. Senza rivelare in dettaglio quali sono tutti i draghi di House of the Dragon in questione, Sapochnik ha spiegato che ogni esemplare avrà una sua personalità particolare che lo distinguerà da tutti gli altri.

Sto cercando altri articoli per te...