Chi si nasconde dietro la Trondthal? Il finale di The Privilege e la sua spiegazione

Autore: Alessandro Zoppo ,
Netflix
5' 25''
Copertina di Chi si nasconde dietro la Trondthal? Il finale di The Privilege e la sua spiegazione

La presenza diabolica di una élite occulta pronta a dominare sottotraccia il mondo ossessiona i pochi horror tedeschi che si affacciano sugli schermi dai tempi di Anatomy. Non fa eccezione The Privilege, il film di Felix Fuchssteiner e Katharina Schöde disponibile su Netflix dall'8 febbraio. La coppia della trilogia di #Ruby Red continua a rivolgersi al pubblico Young Adult e realizza un prodotto che si candida a diventare uno degli "scult" assoluti del 2022.

Per partorire questo risultato si sono messi addirittura in quattro: Fuchssteiner, Schöde e i "complici" Sebastian Niemann ed Eckhard Vollmar. Ma cosa racconta di preciso #The Privilege e perché il suo finale alimenta il sospetto che a farsi di "roba" che arriva dalla Repubblica Ceca siano stati gli sceneggiatori e non i malcapitati protagonisti del film? Scopriamolo insieme.

Advertisement

The Privilege The Privilege Un ricco adolescente e i suoi amici iscritti a una prestigiosa scuola privata, portano alla luce un oscuro complotto mentre indagano su una serie di eventi soprannaturali. Alcuni anni dopo ... Apri scheda

La trama di The Privilege

Finn Bergmann (Max Schimmelpfennig, il Noah del 1921 di Dark) è un adolescente problematico. Figlio di una ricca famiglia berlinese, da piccolo ha subìto un trauma scioccante: la morte della sorella maggiore Anna, rimasta a casa con lui mentre la sorella gemella Sophie (Milena Tscharntke) era uscita con i genitori Martin (Roman Knižka) e Yvonne (Lise Risom Olsen).

Advertisement

Qualcosa di strano e soprannaturale aveva "posseduto" Anna: una spaventosa creatura che la ragazza, sanguinante dalla bocca, cercava con tutte le sue forze di espellere dal proprio corpo. Purtroppo non c'è stato nulla da fare: davanti al piccolo Finn, Anna è saltata giù dalla gigantesca diga di Rappbode a Harz, la più alta di tutta la Germania.

Netflix
Max Schimmelpfennig in una scena del film The Privilege
Il peso del trauma e gli effetti delle cure incidono sul presente di Finn

Da allora Finn vive sotto psicofarmaci che gli prescrive la dottoressa Steinke (Nadeshda Brennicke), è preso in giro dal bulletto Leander (Maurice Lattke), ha problemi relazionali soprattutto con le ragazze che gli piacciono come Samira (Tijan Marei) e ha legato soltanto con la migliore amica Lena (Lea van Acken, anche lei in Dark), brillante compagna di classe lesbica e alternativa.

Da qualche tempo Finn ha cominciato una nuova cura che gli procura delle strane visioni. Sono allucinazioni o i suoi genitori compiono rituali diabolici degni di #Rosemary's Baby? Inoltre Finn è preoccupato per le condizioni di salute del nonno (Horst Janson), ricoverato in ospedale per una delicata operazione, e della sorella Sophie, fidanzata con Ramin (Rojan Juan Barani) e svenuta all'improvviso durante una lezione di educazione fisica.

Cosa sta succedendo davvero nelle loro vite? Quale terribile segreto si nasconde nel passato dei Bergmann e dietro la facciata apparentemente idilliaca della famiglia? Finn cerca di scoprirlo con l'aiuto di Lena e Samira.

Advertisement
Nadja Klier/Netflix
Max Schimmelpfennig e Lea van Acken in una scena del film The Privilege
Finn e Lena tra cospirazioni, spiriti e

Il finale del film e la spiegazione

Spoiler alert! Click to reveal Dopo la morte misteriosa di Ramin, Finn scova nelle pasticche che sta prendendo una curiosa presenza: un fungo filamentoso noto come "Necrofungus psilocybelis" che normalmente cresce sui corpi dei cadaveri. La psilocibina presente in questi funghi produce deliri ed esperienze psichedeliche: i "black magic mushrooms" erano molto usati nel Medioevo da streghe e sciamani come porta d'accesso al mondo degli spiriti proprio per le loro proprietà allucinogene.Per saperne di più Finn e Lena si rivolgono ad un'autentica autorità in materia: l'esperta russa Eliska Novak (Jeanette Spassova) che vive con il figlio Jiri (Oleg Tikhomirov) in un vecchio magazzino di periferia. La donna percepisce subito che Sophie è in pericolo: anche la sorella di Finn sta assumendo il Trychozepam, il farmaco con il Necrofungus prodotto dalla Trondthal, una potente casa farmaceutica che ne sta pianificando il lancio su larga scala. I funghi dentro il medicinale si diffondono negli "ospiti" annidandosi nel cervello e manipolandolo. È così che l'entità malvagia che vede Finn e che ha causato la morte di Anna sta possedendo Sophie.
Netflix
Max Schimmelpfennig, Tijan Marei e Lea van Acken in una scena del film The Privilege
Finn
In vista degli esami, quasi tutti i genitori degli studenti stanno dando il Trychozepam ai propri figli: Leander ne aveva una confezione nello zaino prima di suicidarsi lanciandosi dal tetto dell'istituto. Dopo aver scoperto che il nonno quando era un giovane pastore ha compiuto un esorcismo per "affrontare il diavolo", Finn approfitta dell'assenza dei genitori e organizza una seduta spiritica con Eliska, Jiri, Lena e Samira per "estirpare il male" da Sophie. L'ombra si manifesta e promette che moriranno tutti. Sfortunatamente, i Bergmann rientrano a casa prima che il rituale sia completato.Convinti che saranno le loro ultime ore, Finn, Lena e Samira consumano una notte di passione insieme e poi si dividono. Lena si finge una giornalista e va alla conferenza di lancio del Trychozepam. Sorpresa: l'amministratore delegato della "Big Pharma" è Martin, il padre di Finn. La Trondthal presenta la pillola come un miracoloso ritrovato della scienza che migliora la concentrazione e l'interazione sociale, ma per realizzarlo ci vogliono migliaia di Necrofungus e di cadaveri, come scopre Lena intrufolandosi nei sotterranei segreti dove vengono preparati i composti.
Netflix
Jeanette Spassova in una scena del film The Privilege
Eliska Novak fa una brutta fine: diventa una
La rivelazione di Finn e Samira è ancora più sconvolgente: come emerge dai documenti ottenuti da Leander, tutti i ragazzi sono stati adottati e usati come cavie "recipienti" per gli spiriti. Il Trychozepam aiuta il processo di transizione in modo che le "ombre" possano muoversi più facilmente tra i corpi. I genitori adottivi fanno parte di un sinistro culto satanico che si nasconde dietro la potente Trondthal e prepara una cospirazione globale. Anche il padre di Finn è stato adottato: a salvarlo è stato il nonno con il suo esorcismo. È stato allora che è nato il gruppo Trondthal, una élite che cambierà i destini del mondo.Ormai Finn, Lena e Samira non possono fidarsi di nessuno, né dei loro genitori e men che meno degli adulti della zona. Quando si reca in ospedale per vedere l'ultima volta il nonno moribondo, Finn viene narcotizzato dal chirurgo membro del culto di adoratori del diavolo, rapito, portato a casa sua e imbavagliato: nel corso di un rito di transizione diventerà il "contenitore" sostitutivo per lo spirito demoniaco che risiedeva nel nonno. È soltanto grazie all'irruzione di Lena che lei, Finn e Samira riescono a salvarsi e a sgominare la setta, dando fuoco con una tanica di benzina al covo della congrega e ai suoi devoti: Martin e Yvonne, Sophie, la dottoressa Steinke, il padre di Leander.
Netflix
Tijan Marei in una scena del film The Privilege
È troppo tardi per Samira: il processo di transizione è già in atto
Inseguiti dallo spirito, i tre sopravvissuti si mettono in auto e arrivano alla diga di Rappbode, dove si schiantano su un guardrail del ponte. Nonostante l'incidente, sono sani e salvi: a questo punto non possono tornare indietro, devono rimanere uniti e combattere perché il Trychozepam è pronto ad invadere il mercato. Tuttavia, Lena e Finn sono del tutto ignari del fatto che il demone ora è in Samira, come mostrano i suoi occhi. Una scena finale che lascia un mucchio di domande irrisolte e apre – con sprezzo del ridicolo – ad un potenziale sequel.
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Ant-Man 3, tutto quello che c'è da sapere sul nuovo film MCU

Ant-Man and the Wasp: Quantumania è il nuovo film dell'MCU tra le uscite Marvel del 2023, scopriamo tutto quello che sappiamo sulla pellicola.
Autore: Gianluca Ceccato ,
Ant-Man 3, tutto quello che c'è da sapere sul nuovo film MCU

Ant-Man and the Wasp: Quantumania è il nuovo film del Marvel Cinematic Universe tra le uscite Marvel del 2023. Il nuovo film di Ant-Man - diretto ancora una volta da Peyton Reed - è il terzo capitolo dedicato all'eroe Marvel dopo Ant-Man uscito nel 2015 e Ant-Man and the Wasp uscito nel 2018.

I film raccontano le gesta di Ant-Man (personaggio Marvel interpretato da Paul Rudd) che ha il potere di cambiare la propria grandezza grazie a una speciale tecnologia. In suo aiuto troviamo Wasp, Henry "Hank" Pym, Janet van Dyne e Cassie Lang (la figlia di Scott Lang/Ant-Man).

Sto cercando altri articoli per te...