The Voyage of Doctor Dolittle con Robert Downey Jr. slitta dal 2019 al 2020

Autore: Dan Cutali ,

Universal Pictures ha spostato l'uscita negli Stati Uniti di The Voyage of Doctor Dolittle (interpretato da Iron Man in persona, Robert Downey Jr.) dall'iniziale 12 aprile 2019 al 17 gennaio 2020, ovvero lo spazio comprendente i quattro giorni che negli USA copriranno la festività di solito dedicata a Martin Luther King: il MLK weekend.

È anche uno sforzo per capitalizzare i giorni del dopo-vacanze di inizio inverno, oltreoceano. Infatti, il primo quarto dell'anno è sempre stato un periodo favorevole ai film per famiglie come Jumanji: Welcome to the Jungle di Sony, che ha generato proprio in quei giorni il 60% dei suoi 404,5 milioni di dollari di incasso post-natalizio al box office, per non menzionare titoli Disney come Oceania o Fox come Una notte al museo, che nel periodo di gennaio hanno sbaragliato tutti gli altri film.

Advertisement

In origine, Dolittle avrebbe dovuto seguire la scia del primo weekend di proiezione di Shazam!, di Warner. Lo slot del 12 aprile lasciato vuoto dalla pellicola di Universal verrà occupato da Little, la commedia prodotta da Will Packer e diretta da Tina Gordon Chism con protagonista Marsai Martin.

Advertisement

Universal
Il cast di The Voyage of Doctor Dolittle con Robert Downey Jr.

The Voyage of Doctor Dolittle è scritto e diretto dal Premio Oscar Stephen Gaghan, il quale ha completato la bozza di copione cominciata da Tom Shepherd.

Il cast vede protagonisti d'eccezione come Rami Malek, Tom Holland, Emma Thompson, Ralph Fiennes, Marion Cotillard, Selena Gomez, Antonia Banderas, Michael Sheen, John Cena, Octavia Spencer, Carmen Ejogo, Craig Robinson e Kumail Nanjiani tra gli altri. Joe Roth, Susan Downey e Jeff Kirschenbaum sono i produttori.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

L'incesto di House of the Dragon paragonato a Ritorno al futuro

Leggi per scoprire che particolari dichiarazioni ha rilasciato Ryan Condal, lo showrunner di House of the Dragon, sulle strane pratiche dei Targaryen.
Autore: Francesca Musolino ,
L'incesto di House of the Dragon paragonato a Ritorno  al futuro

Nei romanzi di George R.R. Martin e in seguito anche nelle due serie TV tratte dai libri, Il Trono di Spade e House of the Dragon, i membri della casata Targaryen in qualità di discendenti del popolo di Valyria, ritengono di avere nelle proprie vene il sangue di drago. Sulla base di questa credenza decidono di combinare i matrimoni solo con altri Valyriani, tra cui i Velaryon. Ma allo stesso tempo, pur di mantenere integra la loro stirpe di sangue puro, sono soliti anche adeguarsi a unioni incestuose tra consanguinei.

Durante un'intervista con Variety, il co-showrunner della serie Ryan Condal nel commentare questa pratica, ha fatto un paragone con il film Ritorno al futuro:

Sto cercando altri articoli per te...