I momenti epici di The Walking Dead: il budino gigante di Carl Grimes

Autore: Chiara Poli ,

Quella confezione gigante da tre chili di budino al cioccolato è un simbolo. Il simbolo di una conquista, della capacità di cavarsela da solo, ma soprattutto è il simbolo di un mondo e di un’infanzia che non ci sono più. #Carl Grimes in The Walking Dead si è trovato catapultato in un mondo privo di senso, spaventoso e ricco di pericoli. Un mondo dominato dalla morte che terrorizza chiunque ma che lui, come tutti i bambini, ha imparato ad accettare prima degli adulti.

Carl era abituato a una routine che i suoi genitori, e tutti gli altri sopravvissuti, avevano vissuto molto più a lungo di lui. Inoltre, i ragazzini - si sa - hanno una maggiore capacità d’adattamento. Il che non significa che non abbia sofferto per la mancanza della sua casa (rischierà la vita per recuperare una foto, in seguito),dei suoi amici e di tutto ciò che faceva nel mondo di prima.

Advertisement

Advertisement

Significa, semplicemente, che ha imparato in fretta a stabilire nuove priorità. Suo padre, leader di un gruppo che lotta disperatamente per la sopravvivenza, gli ha insegnato a lottare, a usare un’arma (con grande disappunto della moglie), a crescere in fretta tanto quanto la nuova situazione richiedeva. Le remore dell'ormai defunta #Lori Grimes sull’opportunità di far usare una pistola a un ragazzino sono ridicole: l’unica cosa di cui dovrebbe preoccuparsi è essere sicura che Carl sia in grado di proteggersi. Cosa a cui Rick ha pensato così bene da portare Carl a sopravvalutarsi.

Nella sequenza in cui, con Rick moribondo, è costretto a uscire da solo per procurarsi del cibo, Carl rischia la vita sottovalutando il pericolo. Strada facendo, però, impara dai propri errori. E quel budino gigante - che si gusta seduto sul tetto della casa in cui l’ha trovato, incurante dello zombie che cerca di afferrarlo dalla finestra - diventa per Carl Grimes l’accettazione ufficiale del nuovo stato delle cose.

Comic-Con
L'attore che interpreta Carl in The Walking Dead mangia il budino
Al Comic-Con Chandler Riggs ha mangiato di nuovo il budino

L’emblema di una vita che non c’è più. Il monito per ricordarsi di essere un ragazzino, destinato a un’infanzia che nessuno prima di lui aveva mai vissuto. E, infine, la rappresentazione di una conquista. Il premio per essere sopravvissuto, per aver imparato, per essere stato coraggioso.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Kevin Feige su Kang: "È un villain diverso da tutti"

Scopri le dichiarazioni illuminanti di Kevin Feige, presidente di Marvel Studios, sul ruolo di Kang il Conquistatore come villain del Multiverso!
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Kevin Feige su Kang: "È un villain diverso da tutti"

Alcune recenti dichiarazioni di Kevin Feige gettano una nuova luce su Kang il Conquistatore, ovvero il villain del nuovo film Marvel Cinematic Universe Ant-Man and the Wasp: Quantumania. La pellicola è diretta da Peyton Reed e uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 15 febbraio 2023.

Kevin Feige ha parlato di Kang come di un tipo completamente nuovo di villain e un personaggio che combatte non solo i supereroi, ma anche le varianti di sé stesso! Ecco cosa ha dichiarato il presidente di Marvel Studios alla rivista Empire Magazine:

Sto cercando altri articoli per te...