The Witcher 3: Wild Hunt, nuovo video di Blood and Wine sulla regione di Toussaint

Autore: Andrea Guerriero ,

Solo undici giorni ci separano da Blood and Wine

Il secondo ed ultimo DLC di The Witcher 3 debutterà il 31 maggio su PlayStation 4, Xbox One e PC, promettendo nuove appassionanti avventure per lo strigo Geralt di Rivia. 

Advertisement

Il nostro cacciatore di mostri preferito è chiamato ad affrontare una nuova pericolosa minaccia nella Regione di Toussaint, una terra lontana non raggiunta dalla guerra e protagonista del trailer pubblicato oggi da CD Projekt RED.

Nel video "New Region" la colorata ambientazione spalanca le sue porte ai gamer che hanno già apprezzato il gioco di base e il contenuto aggiuntivo Hearts of Stone, confermandosi come un luogo tanto affascinante quanto subdolamente letale. 

CD Projekt RED
L'ultimo DLC di The Witcher 3 in uscita
Geralt di nuovo in azione nel DLC Blood and Wine

Blood and Wine è un'avventura da oltre 30 ore di contenuti inediti infarcita di fatti oscuri, colpi di scena inattesi, amore e inganni. Solo le abilità di un witcher possono venire a capo del grande mistero legato alla bestia nascosta nella notte che terrorizza il regno. 

Advertisement

E se ancora non siete convinti di quanto l'espansione andrà ad arricchire la sontuosa esperienza di The Witcher 3: Wild Hunt (vincitore del titolo di Gioco dell'Anno al Premio Drago d'Oro), sappiate che si tratterà di un download piuttosto impegnativo. 

Come svelato dal community manager Marcin Momot ai microfoni di Gamespot , saranno necessari dai 10 ai 15 GB per scaricare Bloood and Wine, con tanto di prima patch nel giorno del lancio. 

Se invece preferite la versione fisica, vi ricordiamo che i cofanetti in edizione limitata per PlayStation 4 e PC contengono le versioni reali dei mazzi per il Gwent, Northern Realms e Nilfgaard

Advertisement

A riscaldare ancor di più l'attesa per quello che potrebbe essere uno dei DLC più intensi di sempre arriva poi della musica epica. Il compositore polacco Marcin Przybylowicz ha pubblicato sul suo canale YouTube il main theme della colonna sonora che caratterizzerà l'espansione. 

Riuscirete a resistere fino alla release ufficiale? Sapevate che forse si farà anche The Witcher 4?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...