The Witcher: le migliori mod per la trilogia capolavoro di CD Projekt RED

Autore: Andrea Guerriero ,
Trucchi
2' 53''
Copertina di The Witcher: le migliori mod per la trilogia capolavoro di CD Projekt RED

L'universo narrativo di The Witcher è uno degli esempi più virtuosi di franchise cross-mediale.

Nato dalla penna dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski, il personaggio di Geralt di Rivia ha infatti prima conquistato i lettori con una appassionante antologia letteraria, per poi approdare su PC e console con una sontuosa trilogia di giochi di ruolo ad opera degli sviluppatori di CD Projekt RED. Senza dimenticare pure la serie TV su Netflix, in aria di seconda stagione e di prequel animato. 

Advertisement

The Witcher The Witcher Geralt di Rivia, un cacciatore di mostri mutante, viaggia verso il suo destino in un mondo turbolento in cui le persone spesso si dimostrano più perverse delle bestie. Apri scheda

Advertisement

Proprio in attesa del debutto dei prossimi episodi in streaming sulla piattaforma della "grande N", il team di sviluppo autore di Cyberpunk 2077 ha deciso di rispolverare le gesta dello strigo andando a selezionare le migliori mod attualmente disponibili per i tre videogame da loro creati. Si tratta, come molti di voi già sapranno, di contenuti realizzati dagli utenti per migliorare aspetti del gameplay o per introdurre feature inedite. Il tutto da scaricare in via del tutto gratuita per chi possiede le versioni PC dei vari titoli. 

The Witcher: un mondo senza confini

Senza paura di esagerare, è innegabile che i ragazzi di CD Projekt siano riusciti a riprodurre al meglio l'universo di #The Witcher in versione poligonale. Certo, non tutti i capitoli della trilogia sono perfetti, ma sanno intrattenere a lungo e incuriosire abbastanza il gamer medio.

Alcuni di questi, magari anche sviluppatori in erba, hanno deciso di mettere a punto delle mod dedicate, "plasmando" in prima persona Geralt e il mondo attorno a lui. Mod che hanno attirato l'attenzione anche dei programmatori, autori della lista pubblicata sul sito ufficiale di The Witcher:

  • The Witcher Overhaul Project - Considerato anche l'anno di pubblicazione, il primo capitolo di The Witcher non può di certo brillare, oggi, per comparto tecnico. Questa mod ci offre un pacchetto di texture ad altissima risoluzione e di effetti sonori inediti che migliorano - di molto! - l'impatto visivo del videogioco.
  • Rise of the White Wolf Enhanced Edition - Si tratta di una espansione fan made per il primo The Witcher che stravolge l'interfaccia di gioco, e contemporaneamente applica delle texture più definite ai personaggi. Non mancano neppure nuove armature per il protagonista e cutscene inedite con Dandelion.
  • Masquerade - Una campagna parallela alla storia del primo The Witcher che introduce delle missioni in stile "detective noir".
  • Better Texture Environment - Questo è un interessante pacchetto grafico per chi è affamato di "tecnicismi", considerando che introduce delle incredibili texture ambientali in The Witcher 2: Assassins of Kings.
  • Lykaon - Una mod che aggiunge una campagna parallela a The Witcher 2 piuttosto corposa, creata da Philipp Weber, attuale Acting Lead Quest Designer di CD Projekt.
  • Farewell of the White Wolf - I fan hanno voluto creare un epilogo alle gesta dello strigo, realizzato con l'engine di The Witcher 2 e dedicato all'ipotetica storia del matrimonio di Geralt e Yennefer.
  • High Quality Faces - Una mod grafica che migliora il viso di tutti i personaggi principali di The Witcher 3: Wild Hunt, episodio conclusivo della trilogia - e l'unico a mondo aperto.
  • Beautiful Grass - Un pacchetto che cambia l'aspetto di tutte le texture ambientali e dell'erba delle aree di The Witcher 3 di White Orchard, Velen, Skellige e Kaer Mohren.
  • Phoenix Lighting Mod - Si tratta di un tool che consente di modificare i parametri dell'illuminazione di The Witcher 3.
  • The Witcher 3 HD Reworked Project - Un enorme pacchetto aggiuntivo che sostituisce i modelli poligonali e le texture con delle versioni inedite - e assai più dettagliate - ma dallo stile analogo a quello originario.

Prodotto Consigliato 16.9€ da Amazon 16.99€ da BANDAI NAMCO Entertainment

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

Leggi la recensione del lungometraggio Blonde dedicato alla vita di Marilyn Monroe, disponibile su Netflix dal 28 settembre 2022.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Blonde, il film su Marilyn Monroe è un'esperienza surreale [RECENSIONE]

La prima cosa da sapere prima di guardare su Netflix Blonde è che questo è in tutto e per tutto un film e non un documentario sulla vita di Marilyn Monroe. Quindi i fatti, narrati dallo sceneggiatore e regista Andrew Dominik e basati sul romanzo omonimo di Joyce Carol Oates, "prendono in prestito" dalla vita della bionda più famosa del cinema alcuni momenti di vita personale e pubblica. Su di essi è stata costruita una storia drammatica e in parte sconvolgente, soprattutto per chi si è sempre fermato all'abbagliante immagine di Marilyn Monroe senza documentarsi oltre.

Blonde ha lo scopo di portare alla luce la doppia vita di Marilyn: la star bella e appariscente e la donna estremamente fragile che le ha dato vita. Marilyn Monroe nasce come Norma Jeane ma le due personalità sono completamente all'opposto, separate da pensieri, atteggiamenti e parole. Norma è una bambina cresciuta senza un padre e con una madre rancorosa, lei è sempre stata una donna sola mentre Marilyn è sempre stata circondata da ammiratori, fotografi e amanti. Norma Jeane non ha mai avuto un vero e proprio disturbo dissociativo della personalità, o almeno non le è mai stato diagnosticato, ma il distacco emotivo vissuto da Norma verso Marilyn è stato sempre più forte e forse decisivo anche nella sua dipartita.

Sto cercando altri articoli per te...