The Zero Theorem: l'ultimo lavoro di Terry Gilliam arriva in sala

Autore: Alfonsina Merola ,

E se un giorno l'umanità fosse governata da uomini videocamera? Per Terry Gilliam non siamo poi così lontani: già oggi viviamo in un mondo virtuale che ci permette di essere ovunque, rimanendo isolati.

The Zero Theorem catapulta lo spettatore in un mondo futuristico in cui l'umanità è controllata dal potere di corporazioni che sono un mix tra agenzie interinali e social network.

Advertisement

La pellicola ruota intorno a Qohen, uno degli sviluppatori migliori della Mancom, un uomo agorafobico che si è alienato sempre di più dal mondo esterno.

Ciò che scandisce le sue giornate è l'attesa di una telefonata, che gli indicherà cosa fare e quale sarà il suo destino.

Gilliam con questo lavoro guarda il mondo in cui viviamo con gli occhi di chi viene da un'altra generazione e vede uno smarrimento delle identità attraverso un'ossessione compulsiva.

La vita scorre attraverso l'esibizione virtuale, che ci relega in un mondo che è di tutti ma in cui ognuno è isolato allo stesso modo di Qohen.

Ecco un piccolo assaggio del film, grazie al suo trailer!

Advertisement

 

La trama

Qohen è uno sviluppatore della Mancom e vive isolato tra i resti di una chiesa che è stata bruciata. Un giorno il capo della corporation lo chiama e decide di affidargli la soluzione dello Zero Theorem, un algoritmo sull'assurdità di ciò che esiste.
Lo sviluppatore inizierà a lavorare a questo misterioso e complesso progetto, che mira a scoprire lo scopo della vita e dell'esistenza dell'umanità.

Ad interrompere i suoi momenti agorafobici sono una sensuale ragazza, Bainsley, e un adolescente geniale di nome Bob. Questi, attraverso una sua invenzione, permetterà a Qohen di viaggiare attraverso le dimensioni che si trovano all'interno della sua anima.

Advertisement

Ed è forse proprio in questi luoghi che si nasconde la risposta per risolvere lo Zero Theorem.

Il cast

The Zero Theorem è diretto da Terry Gilliam. Christoph Waltz interpreta il programmatore Qohen Leth, Melanie Thierry interpreta Bainsley mentre Bob, il bambino prodigio, è Lucas Hedges.

E ancora Dana Rogoz veste i panni della ragazza della pizza, Sanjeev Bhaskar è il dottore e Emil Hostina interpreta Slim Clone. Nel cast compaiono ancora molto altri volti noti come quello di Matt Damon, che interpreta l'amministratore.

La fotografia è di Nicola Pecorini. La pellicola è distribuita da Minerva Pictures Group.

 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

L'inquietante connessione tra Dahmer e How I Met Your Mother

Ecco un curioso aneddoto che collega la sitcom How I Met Your Mother con la serie TV Dahmer: Mostro - La storia di Jeffrey Dahmer.
Autore: Agnese Rodari ,
L'inquietante connessione tra Dahmer e How I Met Your Mother

Un particolare episodio della sitcom How I Met Your Mother presenta un richiamo curioso all'assassino Jeffrey Dahmer; infatti, il quindicesimo episodio dell’ottava stagione, intitolato P.S. I Love You, cita Dahmer per esprimere un concetto che presenta delle sfumature un po’ inquietanti.

Nell’episodio in questione il protagonista Ted Mosby spiega ai suoi amici una personale teoria che ha soprannominato Dobler-Dahmer.

Sto cercando altri articoli per te...