Tom Hanks: "oggi non mi farebbero fare Philadelphia...ed è giusto!"

Autore: Elisa Giudici ,
News
1' 50''
Copertina di Tom Hanks: "oggi non mi farebbero fare Philadelphia...ed è giusto!"

Nel 1993 uscì un film cruciale per la carriera di Tom Hanks: s'intitolava Philadelphia, lo dirigeva Jonathan Demme e lo vedeva nei panni di un uomo sieropositivo che si batte in un lungo processo contro le discriminazioni subite sul luogo di lavoro nella città del titolo. Il film fu uno dei titoli più discussi e visti dell'annata e fruttò a Hanks il suo primo Oscar.

A quasi 30 anni di distanza, un film importante per aver contribuito a fornire una rappresentazione della piaga dell'AIDS nella comunità omosessuale all'interno del cinema hollywoodiano viene visto - anche - con occhio critico, senza per questo diminuirne i meriti cinematografici e "sociali". Tra i punti più criticati dal pubblico queer di Philadelphia c'era e c'è per esempio il fatto che l'eroe omosessuale della pellicola venga interpretato da un attore bandiera dell'eterosessualità e della "normalità" bianca statunitense.

Advertisement

Tom Hanks torna sul suo ruolo in Philadelphia: oggi non lo farei

Tom Hanks sposa in pieno questa critica. Durante un'intervista con il New York Times, l'attore si è detto d'accordo con il fatto che oggi una scelta di casting di questo tipo (un attore eterosessuale che interpreta un ruolo così importante per la comunità omosessuale) solleverebbe un'ondata altissima di polemiche: 

Affrontiamo il punto del "può un attore eterosessuale fare quello che feci io in Philadelphia oggi come oggi?". La risposta è no, ed è giusto così. Il messaggio di Philadelphia è di non avere paura. Una delle ragioni per cui le persone non erano spaventate da quel film era il fatto che ci fossi proprio io a interpretare un uomo gay. Ora siamo oltre quel punto, non penso gli spettatori accetterebbero la falsità di un uomo eterosessuale che interpreta la parte di un uomo gay. 

Hanks insomma sottolinea come all'epoca Demme e la produzione avessero scelto un attore percepito come molto, molto rassicurante per fare in modo che il pubblico "accettasse" di andare al cinema per sentirsi raccontare la storia di un uomo omosessuale. 

Advertisement

Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia. 

Leggi anche: 

 

 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Tom Hanks: Ho fatto solo 4 film buoni nella mia carriera

Leggi le dichiarazioni di Tom Hanks sulla sua lunghissima carriera a Hollywood. Secondo lui ha partecipato come attore a 4 film buoni.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Tom Hanks: Ho fatto solo 4 film buoni nella mia carriera

Tom Hanks non ha certo bisogno di presentazioni. L'attore americano amato da tutti è una star cinematografica di livello mondiale. La sua presenza sul grande schermo è iniziata negli anni '80 ed è stata sempre costante in film sia grandi che piccoli a livello di budget. Le performance di Tom Hanks sono sempre state eccellenti e alcuni suoi personaggi sono diventati iconici. Eppure l'attore di film come Forrest Gump, Philadelphia, The Terminal, Il miglio verde e Cast Away ha dichiarato - in una intervista a People - di aver partecipato in oltre 30 anni di carriera a soli 4 film abbastanza buoni.

Nessuno sa come si fa un film, anche se tutti pensano di saperlo. Ho fatto una tonnellata di film, e quattro di essi sono piuttosto buoni, credo e sono ancora stupito di come i film vengano realizzati. Da un'idea sfarfallante all'immagine sullo schermo, l'intero processo è un miracolo.

Sto cercando altri articoli per te...