Trieste Film Festival: il 17 gennaio al via la XXXI edizione

Autore: Emanuela Brumana ,
Copertina di Trieste Film Festival: il 17 gennaio al via la XXXI edizione

L’alfa e l’omega dell'edizione di quest’anno saranno: La vita nascosta – Hidden Life, che racconta la vera storia di Franz Jägerstätter, contadino austriaco condannato a morte per non aver giurato fedeltà a Hitler, e La gomera – L’isola dei fischi, un noir che sovverte tutto ciò che fino a oggi è stato il noir.

Nel mezzo, tre concorsi internazionali che vedranno il pubblico eleggere il miglior lungometraggio, cortometraggio e documentario del festival.

Advertisement

Vediamo più da vicino che cosa mette sul piatto la XXXI edizione del Trieste Film Festival.

Il concorso internazionale lungometraggi

ZANA di Antoneta Kastrati
Frame di Zana

I film in anteprima italiana non possono non confrontarsi con i temi sociali centrali del nostro tempo, e così da Kot W Scianie, incentrato sulla Brexit a Nech Je Svetlo, che mette in luce la facilità con cui i giovani si stanno avvicinando alla violenza organizzata, a Lillian, focalizzato su una figura femminile, una’emigrante bloccata a New York mentre cerca di fare ritorno in Russia, a Zana, racconto della condizione femminile in Kosovo, senza dimenticare di narrare i drammi della guerra.

Accanto a queste undici pellicole, non mancano i titoli Fuori Concorso: Paradise una nuova vita, per esempio, è una commedia made in Italy, ambientata in un freddo Friuli, Posljednji Srbin U Hrvatskoj è invece una “commedia zombie” proveniente dai Balcani che promette già di essere imperdibile.

Advertisement

Tanti anche gli Eventi Speciali: anteprime internazionali (come il remake polacco di Perfetti Sconosciuti), film proibiti in patria, come W.R. – Misterije Organizma

Il Concorso internazionale Documentari 

The Wind. A Documentary Thriller di Michał Bielawski
Frame di The Wind. A Documentary Thriller

Nove sono i titoli in concorso: due dedicati alla memoria della Shoah, dramma il cui ricordo è nostro compito continuare a tenere in vita; uno che racconta l’incontro tra una madre e un figlio, ritrovatisi dopo otto anni; uno narra la storia di Tomáš Baťa, fondatore del colosso calzaturiero che non ha certo bisogno di presentazioni; uno ci porta in un carcere di massima sicurezza in Lituania; un altro ci trasporta della freddissima Ucraina occidentale; un settimo ha il compito di mettere in luce il dramma di una nuova generazione di eroi della patria rieducati dallo stato; un ottavo ci racconta i sogni di un gruppo di giovani, che vive in Transnistria – terra autoproclamatosi indipendente, che dà il nome al film; e infine, l’ultimo documentario racconta gli effetti imprevedibili di un vento chiamato Halny, ben noto sui monti polacchi.

Anche qui, non mancano i fuori concorso: Il Dono, che ci porta sulle tracce dell’esilio di Andrej Tarkovskij nel nostro paese; e VITTORIO VIDALI - IO NON SONO QUELLO CHE FUI, che prova a dipingere un ritratto del celebre politico.

Advertisement

Tra i quattordici cortometraggi in gara, uno rappresenta l’Italia: si tratta di Destino, di Bonifacio Angius.

Non manca poi, il Trieste Film Festival, di unirsi alla celebrazione di Fellini 100. La scelta è quella di raccontare il Maestro dal punto di vista, ovviamente, dell’est Europa. Con la promessa di scoprire un lato inedito di Fellini.

E ancora, sezioni dedicate al cinema di altri paesi, tavole rotonde, proiezioni a tema, premi e progetti dedicati a mettere in luce ogni possibile sfumatura del cinema, protagonista al Trieste Film Festival. 

Appuntamento allora, ovviamente a Trieste, in alcune splendide location (elencate sul sito), dal 17 al 23 gennaio.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

The Last of Us, 10 easter egg presenti nel quarto episodio

Leggi per scoprire quali sono le easter egg nascoste nel quarto episodio della serie TV di The Last of Us legate all'omonimo videogioco da cui è tratta.
Autore: Francesca Musolino ,
The Last of Us, 10 easter egg presenti nel quarto episodio

Ogni episodio della serie TV The Last of Us in onda su Sky e in streaming su NOW TV, continua a regalare grandi emozioni al pubblico. I fan sembrano essere soddisfatti di come è stata sviluppata finora la storia di The Last of Us rispetto al videogioco, nonostante alcune modifiche apportate dai produttori Neil Druckmann e Craig Mazin.

Nel corso degli episodi di The Last of Us, sono diversi i tributi all'omonimo videogioco survival di Naughty Dog da cui la serie TV è tratta. Nel terzo episodio ci sono state alcune easter egg legate al videogame di The Last of Us e non solo. Ma anche nell'episodio 4 della serie TV non sono mancati omaggi e riferimenti come vi spieghiamo di seguito.

Sto cercando altri articoli per te...