Fuori di testa e diversi da loro, i Måneskin trionfano sui super favoriti: tutti i vincitori di Sanremo 2021

Autore: Elisa Giudici ,
News
3' 28''
Copertina di Fuori di testa e diversi da loro, i Måneskin trionfano sui super favoriti: tutti i vincitori di Sanremo 2021

Siamo fuori di testa ma diversi di loro, dichiarano orgogliosamente nel loro pezzo Zitti e buoni. Nessuno aveva pronosticato la vittoria dei Måneskin, nonostante fosse evidente che stessero facendo un Sanremo da manuale. Canzone orecchiabile e sempre ben eseguita, interpreti giovani, belli, sexy, audacemente vestiti da Etro e decisamente non intimiditi dal palco della musica italiana. Tanto da non esitare a rimproverare a Fiorello di mandare la scaletta per le lunghe. Abbastanza benevoli per scherzar con Orietta, che ha trasformato il nome della loro band in un riferimento all'estrema destra in un'intervista. 

Alla mano e rock, tutti nati dal 1999 in poiCerto un rock semplice e basico, ma comunque un genere musicale che finora a Sanremo è stato una condanna. O almeno così si è pensato fino all'ultimo, ignorando che i Måneskin escono da X Factor, lo stesso vivaio da cui è spuntata Francesca Michelin, seconda classificata insieme a Fedez, per non citare l'altro "illustre sconosciuto" catapultato nella stratosfera della musica italiana: Mahmood.

Advertisement

Anche Amadeus sembra soddisfatto dall'esito del televoto: canta contento Zitti e buoni, mentre il cantante del gruppo si commuove e la bassista "continua a dire un sacco di parolacce" sottolinea Fiorello. L'emozione è tanta, ma l'esibizione finale non ne esce compromessa. I Måneskin si mettono in tasca un Sanremo davvero unico, che forse non poteva che prevedere un vincitore "diverso". Ermal Meta, eterno favorito sin dal primo giorno di gara, è finito sul gradino più basso del podio. In un altro Sanremo forse avrebbe vinto lui. O forse no, perché l'energia dei Måneskin ha piegato persino gli appelli di Chiara Ferragni a votare per il marito, milioni di follower precedettati, sconfitti da un gruppo unito, glam e rock. La scelta ideale anche in chiave eurovisiva.

Tutti i vincitori: sezione Campioni

  • Vincitore sezione Campioni: Måneskin con Zitti e buoni
  • Rappresentante designato dell'Italia all'Eurovision Song Contest 2021
  • Premio della Critica "Mia Martini" sezione Campioni: Mai dire mai (la locura) di Willie Peyote
  • Premio "Sergio Bardotti" per il miglior testo: Voce di Madame
  • Premio Sala Stampa "Lucio Dalla": Musica leggerissima di Colapesce e Dimartino
  • Premio Lunezia per il valore musical-letterario del brano: Voce di Madame
  • Premio "Giancarlo Bigazzi" alla miglior composizione musicale: Un milione di cose da dirvi di Ermal Meta

Tutti i vincitori: sezione Nuove proposte

  • Vincitore sezione Nuove Proposte: Gaudiano con Polvere da sparo
  • Premio della Critica "Mia Martini" sezione Nuove Proposte: Wrongonyou con Lezioni di volo
  • Premio Lunezia per il valore musical-letterario del brano sezione Nuove proposte: Davide Shorty con Regina
  • Premio "Enzo Jannacci" alla migliore interpretazione sezione Nuove Proposte:  Davide Shorty con Regina
  • Premio Sala Stampa "Lucio Dalla" sezione Nuove Proposte:  Davide Shorty con Regina

ChI ha vinto Sanremo Giovani nel 2021?

Nella categoria nuove proposte ha vinto Gaudiano con il brano Polvere da sparo. Ecco il resto del palmares:

  • Vincitore sezione Nuove Proposte: Gaudiano con Polvere da sparo
  • Premio della Critica "Mia Martini" sezione Nuove Proposte: Wrongonyou con Lezioni di volo
  • Premio Lunezia per il valore musical-letterario del brano sezione Nuove proposte: Davide Shorty con Regina
  • Premio "Enzo Jannacci" alla migliore interpretazione sezione Nuove Proposte: Davide Shorty con Regina
  • Premio Sala Stampa "Lucio Dalla" sezione Nuove Proposte: Davide Shorty con Regina

Chi ha vinto Sanremo 2021?

Il gruppo rock Måneskin è il vincitore della 71esima edizione del Festival di Sanremo. Il duo Fedez Francesca Michielin è arrivato secondo, seguito da Ermal Meta.

Il palmares:

  • Vincitore sezione Campioni: Måneskin con Zitti e buoni
  • Rappresentante designato dell'Italia all'Eurovision Song Contest 2021:
  • Premio della Critica "Mia Martini" sezione Campioni: Mai dire mai (la locura) di Willie Peyote
  • Premio "Sergio Bardotti" per il miglior testo: Voce di Madame
  • Premio Sala Stampa "Lucio Dalla": Musica leggerissima di Colapesce e Dimartino
  • Premio Lunezia per il valore musical-letterario del brano: Voce di Madame
  • Premio "Giancarlo Bigazzi" alla miglior composizione musicale: Un milione di cose da dirvi di Ermal Meta

Com'è la classifica generale definitiva di Sanremo 2021?

Il gruppo Måneskin è arrivato primo, seguito da duo Francesca Michielin con Fedez e da Ermal Meta. A seguire tutti i piazzamenti del 26 big in gara:

  1. Måneskin
  2. Francesca Michielin e Fedez
  3. Ermal Meta
  4. Colapesce Di Martino
  5. Irama
  6. Willie Peyote
  7. Annalisa
  8. Madame
  9. Orietta Berti
  10. Arisa
  11. La rapprensentante di lista
  12. Extraliscio ft Davide Toffolo
  13. Lo stato sociale
  14. Noemi
  15. Malika Ayane
  16. Fulminacci
  17. Max Gazzè
  18. Fasma
  19. Gaia
  20. Coma_cose
  21. Ghemon
  22. Francesco Renga
  23. Gio Evan
  24. Bugo
  25. Aiello
  26. Random


Ghemon

Coma_cose

Gaia

Irama

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Vanoni castiga, Lauro sanguina, i Måneskin vincono: cosa è successo nella quinta serata di Sanremo 2021

Nella serata che incorona il vincitore del Festival di Sanremo, Ornella Vanoni e Umberto Tozzi ci ricordano come hanno scritto la storia della musica italiana. Tra i big c'è aria di matrimonio, con tante spose (e una caduta).
Autore: Elisa Giudici ,
Vanoni castiga, Lauro sanguina, i Måneskin vincono: cosa è successo nella quinta serata di Sanremo 2021

La quinta serata si apre con le note dell'Inno di Mameli suonato dalla banda della Marina Militare italiana: un avvio che più istituzionale di così non si può, per una diretta fiume che da scaletta dovrebbe durare cinque ore e mezza, proclamando il vincitore alle 02:25 circa. Il pubblico da casa potrà finalmente dire la sua da casa con il televoto, che con il nuovo regolamento (ancora una volta ritoccato dopo le polemiche per due vittorie in controtendenza rispetto al volere del pubblico) sarà più pesante degli anni passati. 

Alle nove in punto Ghemon sale sul palco per cantare "Momento perfetto", aprendo il round finale di esibizioni dei 26 big in gara. Dopo una manciata di big arriva Fiorello sul palco con giacca di pelle a frange rosso fuoco e un medley omaggio a Little Tony, uno dei grandi protagonisti del passato all'Ariston. La giacca è una riproduzione di una di quelle del cantante: volevano regalarmi l'originale, svela Fiorello, ma la taglia non andava bene. A seguire il mattatore siciliano commenta l'annuncio del pomeriggio di Amadeus, che ha fatto sapere non condurrà un terzo Festival, lasciando campo libero per il 2022. Fiorello si rivolge quindi agli "eredi del futuro", augurando l'Ariston pieno di pubblico "anche tra gli orchestrali" e (quanto ironicamente?) degli ascolti pessimi.

Sto cercando altri articoli per te...