Una mamma e una maestra si battono contro la radicalizzazione di Ahmed in due nuove clip da L'età giovane

Autore: Elisa Giudici ,

Ha vinto il premio come miglior regia al Festival di Cannes 2019, ma è stato anche bersaglio di critiche e polemiche. L'età giovane dei fratelli belga Dardenne rischia davvero di essere il loro film più divisivo e polarizzante, anche a causa del tema delicatissimo che tratta: la radicalizzazione dei giovani islamici che risiedono in Europa. Le reazioni al film provano quanto questo argomento sia un nervo scoperto nell'Unione Europea: il film lo affronta seguendo da vicino il percorso di Ahmed, un tredicenne sedotto dalle parole di un Imam locale che tenta di compiere un atto criminale per difendere la sua fede. 

Il suo gesto non ha il risultato sperato, se non quello di avviarlo a un percorso giudiziario e di recupero. Ahmed però sembra essere sordo a tutti i tentativi di farlo ragionare, incapace di vedere altro se non il suo compito di essere un buon musulmano e di punire quanti si discostino dalla rigida ortodossia che osserva.

Advertisement
Advertisement

BIM
Ahmed in L'età giovane prega
Idir Ben Addi interpreta l'inquieto Ahmed

Il film, in arrivo nelle sale italiane il 30 ottobre 2019, porterà lo spettatore dentro il mondo di un giovanissimo poco più che bambino, non ancora adolescente, che trova nell'ortodossia religiosa una forma di ossessione che lo fa sentire puro tra gli impuri, ma lo estrania dalla famiglia e dai suoi coetanei. 

Maestre e madri contro la radicalizzazione 

La radicalizzazione di Ahmed non possa inosservata, né in famiglia né a scuola. Anzi. Il casus belli del film è proprio la stretta di mano che Ahmed rifiuta di fare con la maestra del doposcuola, rea ai suoi occhi di intrattenere relazioni con persone di fede ebraica e d'insegnare la lingua araba in un corso che non si basa sui testi del Corano, quanto su quelli della musica pop. Nella prima clip in italiano estratta dal film vediamo come la donna tenti di mettere in guardia Ahmed, rivelandogli la malevolenza del suo Imam. Ahmed però crede ciecamente in lui ed è sordo ad ogni tentativo di dialogo: per lui è inconcepibile persino leggere il Corano con lei, perché è una donna e quindi impura. 

Nella seconda clip pubblicata da BIM che anticipa l'uscita del film nelle sale a tentare di far ragionare Ahmed è la madre, affranta e sconvolta dal gesto del figlio. L'argomento di conversazione è sempre l'Imam, sottoposto a indagini giudiziarie per quanto avvenuto. Ahmed vuole avere sue notizie e rimane molto turbato quando la madre gli annuncia che anche suo fratello ha testimoniato contro di lui, ammettendo che l'uomo ha esortato Ahmed e lui a odiare i membri della comunità a suo dire impuri. 

La madre non sembra intuire come l'interesse di Ahmed nei confronti della maestra e del suo corso di lingua araba sia la prova di come il ragazzino covi ancora il proposito di punire la donna per il suo lavoro e il suo stile di vita, considerati inaccettabili dall'Imam. Per scoprire come e se Ahmed riuscirà nei suoi nefasti propositi o si redimerà non resta che andare al cinema: L'età giovane esce nelle sale italiane oggi 30 ottobre 2019. 

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Agatha: Coven of Chaos, tutto sullo spin-off di WandaVision

Leggi per scoprire tutto quello che c'è da sapere su Agatha: Coven of Chaos, lo spin-off di WandaVision incentrato sul personaggio di Agatha Harkness.
Autore: Francesca Musolino ,
Agatha: Coven of Chaos, tutto sullo spin-off di WandaVision

Agatha: Coven of Chaos è una serie TV di Marvel Studios incentrata su Agatha Harkness. Un personaggio dei fumetti Marvel Comics creato da Stan Lee e Jack Kirby, che ha fatto il suo debutto cartaceo negli Stati Uniti in Fantastic Four numero 94 del gennaio 1970.

Nel Marvel Cinematic Universe Agatha Harkness è stata introdotta per la prima volta nella serie TV Marvel Studios dal titolo WandaVision (disponibile interamente su Disney+).

Sto cercando altri articoli per te...