Vikings: la stagione 6 sarà l'ultima, ma è previsto uno spin-off

Autore: Sara Provasi ,
Netflix
1' 43''
Copertina di Vikings: la stagione 6 sarà l'ultima, ma è previsto uno spin-off

Sono da poco finite le riprese della sesta stagione di Vikings ed è già ufficiale che si tratterà di quella conclusiva. Pare inoltre che il season finale andrà in onda nel 2020. Dopo 7 anni e un totale di 89 episodi, quindi, l'acclamata serie a tema storico chiuderà i battenti, ma i numerosi fan che hanno seguito le avventure di Ragnar e il suo clan non resteranno delusi: sono già iniziate le trattative per uno spin-off che continuerà la saga.

Ragnar Lothbrok è il protagonista della serie (interpretato da Travis Fimmel) e intorno a lui sono incentrate le vicende di Vikings, che racconta le gesta del suo clan tra la Scandinavia e le isole britanniche. La serie è basata su eventi eventi e personaggi storici, di conseguenza lo sceneggiatore Michael Hirst non poteva che avere un numero finito di storie da raccontare.

Advertisement

Advertisement
History
Vikings: Ragnar, interpretato da Travis Fimmel

La saga di Vikings non finirà con la sesta stagione

Hirst è stato anche il produttore esecutivo e il creatore di ogni singolo episodio dell'acclamata serie, che ha debuttato nel 2013 ed è stato uno dei programmi più visti di History, nonché la prima serie dell'emittente dotata di sceneggiatura. Sia per questa novità che per il grande successo di pubblico, Vikings è diventata in fretta una serie di riferimento del canale.

Ma ci sono ulteriori novità. History sarebbe già infatti in trattativa con Michael Hirst e MGM Television riguardo al proseguimento della saga attraverso uno spin-off, che sarà realizzato dallo stesso team creativo di Vikings. Gli accordi sono ancora agli inizi, ma Hirst vorrebbe essere affiancato anche dallo sceneggiatore Jeb Stuart, già autore di Die Hard e Il Fuggitivo.

Michael Hirst è stato anche creatore della serie I Tudors, co-creatore di Camelot, produttore esecutivo de I Borgia e ha lavorato su nuovi progetti con il network MGM, tra cui uno sull'antica Roma insieme a Martin Scorsese. Jeb Stuart invece sta lavorando con A+E Studios come creatore, scrittore e produttore esecutivo per la serie drammatica animata The Liberator, sulla seconda guerra mondiale, recentemente acquistata da Netflix.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Vikings: Valhalla, il finale spiegato e cosa sappiamo finora della seconda stagione

La prima stagione di Vikings: Valhalla, spin-off di Vikings, ci riporta nel mondo dei norreni, raccontandoci il tramonto di questa affascinante civiltà. Anche questa volta, a essere protagonisti sono Vichinghi e Sassoni.
Autore: Elena Arrisico ,
Vikings: Valhalla, il finale spiegato e cosa sappiamo finora della seconda stagione

Spin-off di Vikings, Vikings: Valhalla è scritta e creata da Michael Hirst e Jeb Stuart. Ambientata circa cent’anni dopo la serie madre – anch’essa creata da Hirst e prodotta dal 2013 al 2020 per 6 stagioni – questa ha come obiettivo quello di raccontare la lotta tra Vichinghi e Sassoni – fino alla fine dell’Era Vichinga, nel 1066, con la Battaglia di Stamford Bridge - oltre che le divergenze tra vichinghi stessi: pagani e cristiani. La trama si colloca tra Inghilterra e Kattegat con alcuni dei personaggi più famosi della storia: tra questi, Freydís Eiríksdóttir, Leif Erikson – figli entrambi di Erik il Rosso - Harald Hardrada ed Emma di Normandia.

Con Vikings ci sono state narrate storia e mitologia norrena del IX secolo d.C. attraverso le gesta del leggendario Ragnar Lothbrok, interpretato da Travis Fimmel. Accanto a lui c’erano altri personaggi rimasti sospesi tra storia e leggenda, come la shieldmaiden Lagertha (Katheryn Winnick) e i figli Björn (Alexander Ludwig), Ivar (Alex Høgh Andersen), Ubbe (Jordan Patrick Smith) e Hvitserk (Marco Ilsø).

Vikings: Valhalla si concentra, dunque, su una nuova generazione di personaggi, partendo dal Massacro del Giorno di San Brizio (St. Brice's Day Massacre) durante il quale vennero sterminati tutti i Danesi che vivevano in Inghilterra: il massacro avvenne il 13 novembre 1002, su ordine del Re Etelredo II d'Inghilterra. È questo a spingere i protagonisti a combattere per la vendetta.

Scopriamo il finale della prima stagione di Vikings: Valhalla e cosa sappiamo (finora) della seconda stagione dell’historical drama.

Sto cercando altri articoli per te...