Watchmen, Damon Lindelof cambia idea (forse) sulla seconda stagione

Autore: Alessandro Zoppo ,
News
2' 2''
Copertina di Watchmen, Damon Lindelof cambia idea (forse) sulla seconda stagione

C'è davvero una grossa confusione attorno all'ipotetica seconda stagione di Watchmen, la serie HBO di Damon Lindelof che ha portato sul piccolo schermo il celebre romanzo a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons. Al termine del primo ciclo di episodi, il creatore di #Lost e The Leftovers ha spesso dichiarato di non avere "alcuna intenzione di continuare la storia" perché non ha idea "su come potrei mandarla avanti".

La Season 2 quindi non ci sarà, almeno questa è la sensazione trapelata da più parti. Ora Lindelof, intervistato da Deadline in occasione della cerimonia di premiazione dei WGA Awards (i riconoscimenti assegnati a film e serie dal sindacato degli sceneggiatori di Hollywood), apre uno spiraglio che fa ben sperare i fan dello show.

Advertisement

Non voglio mai chiudere completamente la porta perché se tra due, tre anni, avrò un'altra idea, allora sarebbe molto più difficile riaprirla. Direi che in questo momento è soltanto socchiusa. Credo che non ci siano piani attuali per realizzare altre stagioni di Watchmen. Se verrà un'idea, ne sarei entusiasta, anche se quest'idea potrebbe non venire da me: sarei super entusiasta se venisse da qualcun altro. Quindi la mia posizione attualmente non è cambiata.

Lindelof ha sempre sostenuto di voler espandere l'universo di Watchmen, ma trasformando il progetto in una sorta di serie antologica nello stile di #Fargo e #True Detective. Quest'ambizione non è mai stata completamente accettata dai vertici di HBO. Durante il tour invernale della Television Critics Association, è stato Casey Bloys, il responsabile dei programmi del network, a chiudere questa porta. "Sarebbe difficile immaginare di farla – ha detto in riferimento alla discussa seconda stagione – senza coinvolgere in qualche modo Damon".

Advertisement

I consensi per la prima stagione di Watchmen sono stati trasversali, ma è stata soprattutto la critica ad apprezzare il lavoro fatto da Lindelof. La serie ha raggiunto il 95% di gradimento nel Tomatometer dei critici di Rotten Tomatoes, mentre al 54% di gradimento dell'audience score dell'aggregatore di recensioni si contrappone il lusinghiero punteggio di 8,1 assegnato allo show dagli utenti di IMDb.

Proprio ai WGA Awards di sabato 1 febbraio, Watchmen ha vinto la statuetta come migliore New Series. Il premio segue a quelli già ottenuti come miglior programma televisivo dell'anno dall'American Film Institute e dalle due attrici Regina King e Jean Smart ai Critics' Choice Television Awards.

Watchmen Watchmen Negli Stati Uniti di un 2019 alternativo, sono passati 34 anni dal misterioso avvenimento che colpì New York nel 1985: il Dottor Manhattan è ancora in esilio volontario su Marte ... Apri scheda

Cosa sarà successo ad Angela Abar dopo che è entrata in quella piscina nel finale di stagione di #Watchmen? A questo punto chissà se lo sapremo mai.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Schitt's Creek, Watchmen e Succession s'impongono agli Emmy 2020: tutti i vincitori

Secondo i verdetti degli Emmy Awards 2020, le migliori serie TV dell'ultima annata sono Schitt's Creek, Watchmen e Succession. Anche Zendaya trionfa per il suo acclamato ruolo in Euphoria. Tutti i vincitori.
Autore: Elisa Giudici ,
Schitt's Creek, Watchmen e Succession s'impongono agli Emmy 2020: tutti i vincitori

L'avevamo anticipato sin dalle nomination: in un anno tanto difficile anche per le produzioni seriali e il mondo della TV, orfano di hit assolute come Il trono di spade, c'era ampio spazio per qualche sorpresa e nuova rivelazione alla 72esima edizione degli Emmy Awards. Le sorprese infatti non sono mancate e nemmeno le acclamazioni, in un edizione in cui il presentatore Jimmy Kimmel si è dovuto parecchio dare da fare per far funzionare le premiazioni in differita, con i nominati collegati in diretta streaming e "chiusi" nelle proprie case in compagnia dei loro familiari e del loro entourage, per poter festeggiare in sicurezza la vittoria. 

A imporsi sono stati soprattutto tre titoli: Schitt's Creek, Watchmen e Succession. La sorpresa assoluta è venuta dalla regina delle comedy del 2020: poco chiacchierata e non così favorita alla vigilia, Schitt's Creek ha saputo imporsi in maniera impressionante sulla concorrenza, stabilendo un record mai visto. Mai nessuna serie prima d'ora - né comedy né drammatica - era riuscita a conquistare tutte e quattro le statuette attoriali (protagonista e non protagonista, maschile e femminile).

Sto cercando altri articoli per te...