Watchmen: gli Easter Egg (e gli omaggi) presenti nell'episodio 6

Autore: Marcello Paolillo ,
Copertina di Watchmen: gli Easter Egg (e gli omaggi) presenti nell'episodio 6

Il 20 ottobre ha fatto il suo debutto ufficiale la serie TV targata HBO dedicata a Watchmen, vero e proprio seguito della graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons e ambientato in un 2019 alternativo.

La storia dello show si svolge infatti ai giorni nostri: i supereroi sono fuorilegge e la polizia è una simile a una squadra di vigilanti che agisce a volto mascherato (il tutto a seguito all’evento noto come “Notte Bianca”, una strage di poliziotti compiuta nella mezzanotte di Natale di tre anni prima).

Advertisement

A fare da contraltare troviamo un gruppo di suprematisti bianchi noto come la Settima Cavalleria, i quali indossano la maschera del vigilante Rorschach come modello di riferimento.

Il sesto episodio della serie di Damon Lindelof, chiamato "This Extraordinary Being", (da noi noto come "Rabbia Nera dal Passato") porta avanti le tematiche atipiche e coraggiose viste nelle puntate precedenti. L'episodio è incentrato su Will Reeves, nonno di Angela Abar e colui che ha dato il via agli eventi della serie uccidendo il commissario Crawford. Il piccolo Will è sopravvissuto alla strage di Tulsa del 1921 ed è poi entrato nel corpo di polizia di New York negli anni '40.

Advertisement

HBO
Un'immagine di Giustizia Mascherata e Capitan Metropolis

Gli Easter Egg del sesto episodio di Watchmen

Nell'episodio possiamo dare anche uno sguardo a Giustizia Mascherata, uno dei Minutemen originali (ovvero il team di eroi che ispirerà gli Watchmen negli anni a venire). "This Extraordinary Being" ha però dalla sua un gran numero di Easter Egg e riferimenti al fumetto originale (e non solo):

  • Il titolo originale dell’episodio proviene da un passaggio dedicato a Giustizia Mascherata di "Sotto la maschera", memoriale di Gufo Notturno I, alias Hollis Mason;
  • Nel graphic novel Watchmen, così come nel film omonimo di Zack Snyder del 2009. Giustizia Mascherata è il primo supereroe a comparire sulla piazza nel 1938, l'unico in grado di fermare lo stupro ai danni di Spettro di Seta da parte del Comico;
  • La fotografia in bianco e nero con rari accenni di colore, è un rimando a Schindler’s List di Steven Spielberg, film girato sempre in bianco e nero e divenuto celebre per la sequenza della bambina con il cappotto rosso;
  • Ad un certo punto dell'episodio, vediamo Will dipingersi gli occhi di bianco, esattamente come farà Angela anni in futuro per vestire i panni di Sorella Notte (nonostante quelli della donna siano dipinti di nero);
  • Nella clip di "American Hero Story" vengono citati i supereroi Capitan Axis, King Mob e Moloch. Si tratta di tre villain visti in Watchmen;

HBO
Un'immagine mostra il personaggio del giovane Will truccarsi gli occhi di bianco
  • Il tenente che appunta il distintivo al petto di Will è Samuel J. Battle. Si tratta in questo caso di una figura storica realmente esista, noto per essere stato nel 1911 il primo ufficiale di polizia nero di New York City;
  • Durante la presentazione ufficiale dei Minutemen, oltre a Giustizia Mascherata e Capitan Metropolis in primo piano, è possibile scorgere sullo sfondo anche Falena, Silhouette, Gufo Notturno I e il Comico;
  • In un cinema all'interno del quale vediamo il gruppo Ciclope sperimentare il controllo mentale stanno proiettando il film The Secret Life of Walter Mitty (film del 1947 noto da noi con il titolo di Sogni proibiti, prodotto da Samuel Goldwyn e diretto da Norman Z. McLeod);
  • Vediamo il personaggio di Lady Trieu leggere La fonte meravigliosa, scritto dalla filosofa Ayn Rand;
  • Non è la prima volta che Jovan Adepo (l'attore che presta il volto al giovane Will) e Regina King recitano fianco a fianco. Nella serie The Leftovers, sempre a cura di Damon Lindelof, King interpretava proprio la madre del personaggio di Adepo.

Voi avete colto qualcuno di questi omaggi guardando il sesto episodio della serie TV dedicata ai "nuovi" Watchmen?

Fonte: TV Insider

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Schitt's Creek, Watchmen e Succession s'impongono agli Emmy 2020: tutti i vincitori

Secondo i verdetti degli Emmy Awards 2020, le migliori serie TV dell'ultima annata sono Schitt's Creek, Watchmen e Succession. Anche Zendaya trionfa per il suo acclamato ruolo in Euphoria. Tutti i vincitori.
Autore: Elisa Giudici ,
Schitt's Creek, Watchmen e Succession s'impongono agli Emmy 2020: tutti i vincitori

L'avevamo anticipato sin dalle nomination: in un anno tanto difficile anche per le produzioni seriali e il mondo della TV, orfano di hit assolute come Il trono di spade, c'era ampio spazio per qualche sorpresa e nuova rivelazione alla 72esima edizione degli Emmy Awards. Le sorprese infatti non sono mancate e nemmeno le acclamazioni, in un edizione in cui il presentatore Jimmy Kimmel si è dovuto parecchio dare da fare per far funzionare le premiazioni in differita, con i nominati collegati in diretta streaming e "chiusi" nelle proprie case in compagnia dei loro familiari e del loro entourage, per poter festeggiare in sicurezza la vittoria. 

A imporsi sono stati soprattutto tre titoli: Schitt's Creek, Watchmen e Succession. La sorpresa assoluta è venuta dalla regina delle comedy del 2020: poco chiacchierata e non così favorita alla vigilia, Schitt's Creek ha saputo imporsi in maniera impressionante sulla concorrenza, stabilendo un record mai visto. Mai nessuna serie prima d'ora - né comedy né drammatica - era riuscita a conquistare tutte e quattro le statuette attoriali (protagonista e non protagonista, maschile e femminile).

Sto cercando altri articoli per te...